Come coltivare il bambù

come coltivare il bambù

Come coltivare il bambù in casa o in giardino, consigli sulla scelta del bambù ornamentale e coltivazione del bambù da reddito.

Se sei arrivato in questa pagina, probabilmente ti starai chiedendo come piantare il bambù per avviare una piccola coltivazione ornamentale in giardino, coltivare bambù in vaso o addirittura per progettare una coltivazione di bambù da reddito.

Bambù, pianta

Quando parliamo di bambù possiamo fare riferimento a oltre 1200 specie, alcune delle quali anche invasive e difficili da confinare in un’area ristretta del giardino perché, con i rizomi forti, tenderebbero a espandersi e moltiplicarsi in piena autonomia.

bambù sono piante sempreverdi che, nel caso del bambù gigante riescono a raggiungere anche 40 metri di altezza o addirittura oltre 30 cm di diametro del fusto. Questa precisazione è doverosa perché chi vuole coltivare bambù, in base al suo scopo, dovrà muovere la scelta più adeguata. Ecco dei consigli per la coltivare bambù in vaso, in giardino o anche in casa.

Come coltivare bambù in vaso

Se osservi la foto in alto noterai una netta differenza tra il bambù gigante (a destra) e il bambù nano (a sinistra) da coltivare in vaso. Con questo cosa voglio dire? Che è possibile coltivare bambù in vaso ma bisogna fare attenzione a scegliere la specie giusta.

Il bambù gigante, Phyllostachys edulis, difficilmente può essere coltivato in vaso. Quindi, chi vuole coltivare bambù in vaso dovrà scegliere una specie dallo sviluppo più contenuto come le piante note con il nome di bambù giapponese (le specie fargesia).

Il bambù giapponese è perfetto da coltivare in vaso o in giardino: raggiunge un’altezza di circa due metri, presenta foglie piccole con la punta acuminata e dal colore verde lussureggiante.  E’ resistente al freddo e per questo si può coltivare all’esterno, in piena terra. Per le cure ti rimando al paragrafo successivo.

Come coltivare il bambù

Il bambù nanobambù giapponese si può coltivare facilmente in vaso o in giardino. Con qualche premura extra sarà possibile coltivarlo anche in casa così come ti spiegherò di seguito.

Il bambù giapponese si adatta bene in zone soleggiate o in zone a mezz’ombra.

Il bambù è una pianta molto resistente e non necessita di particolari cure. Solo in estate o nei periodi siccitosi dell’anno, dovrai provvedere a irrigare il suolo.

Quando coltivato in vaso, il bambù necessita di irrigazioni più frequenti perché non tollera il terreno asciutto e ama il clima umido.

Quando concimare il bambù

Se stai coltivando il bambù in giardino, non sarà necessaria alcuna concimazione a meno che la pianta non presenti foglie sbiadite o segni di sofferenza.

Al contrario, se coltivata in vaso o in casa, la pianta di bambù avrà bisogno di concime. Basta concimare due volte all’anno: a marzo, con l’inizio primavera e maggio, per favorire l’emissione di nuova vegetazione. Per favorire l’irrobustimento degli steli (ingrossamento del fusto e dei vari getti), evita di concimare nel periodo estivo. Che concime usare? Niente di particolare, basta un concime per piante verdi.

Come potare il bambù

Anche il bambù nano cresce molto! Qualsiasi pianta di bambù necessita di potatura per mantenere un certo ordine della chioma.

La prima potatura del bambù dovrai operarla quando raggiunge un’altezza di almeno 2 metri. Ogni anno, nel mese di marzo, controlla le tue piante di bambù: se al centro noti la presenza di steli danneggiati, ti consiglio di reciderli così da lasciare spazio a nuovi getti o consentire l’irrobustimento di quelli già presenti.

come coltivare bambù in vaso

Questa operazione è necessario ancora di più quando si vuole coltivare il bambù in vaso.

Come coltivare il bambù gigante in giardino

Se la tua idea è quella di realizzare un boschetto di bambù e hai sufficiente spazio a disposizione, puoi puntare alla coltivazione del bambù gigante. Al contrario del bambù ornamentale, le piante di bambù gigante sono più difficili da reperire, per questo risulta quasi obbligata la scelta di coltivare bambù a partire dal seme.

Valgono le stesse regole viste in precedenza, fatta eccezione per l’esposizione: assicurati che il bambù gigante abbia almeno 8 ore di sole al giorno.

Come coltivare il bambù a partire dal seme

semi di bambù hanno tempi di germinazione intorno alle 3 – 4 settimane. In genere, però, la propagazione della pianta avviene tramite rizomi o per divisione dei cespi.

Se preferisci, a “questa pagina Amazon” puoi trovare i semi di diverse specie di bambù.

Ricorda di seminare il bambù in un terreno molto soffice e fresco. Puoi usare un terreno per la semina o terriccio universale setacciato. Durante le settimane che precedono la germinazione, mantieni il terreno umido. Il periodo migliore per la semina cade in primavera, così poi da poter piantare il bambù in estate.

Come piantare il bambù

Se hai comprato una pianta di bambù a radice nuda, prima di piantarla dovrai immergerne la radice completamente in acqua. Prendi un secchio d’acqua tiepida e fai in modo che la radice risulti molto umida.

Scava una buca ampia, assicurati di lavorare molto profondamente il terreno o di usare un terreno sciolto, ricco di materia organica.

Interra la radice nella buca con la cima poco sotto il livello del suolo. Riempi la buca con del terriccio fresco e compattalo pressando con le mani.

Quando piantare il bambù? In tarda primavera, quando le temperature saranno ormai stabilizzate e il rischio di gelate tardive sarà terminato, oppure puoi piantare il bambù in estate.

Siepe di bambù, coltivazione

La pianta di bambù si può usare anche per allestire una siepe. Scegli una specie poco invasiva. La potatura va fatta a inizio dell’estate quando potrai conferire alla siepe di bambù l’altezza e la forma desiderata. Il bambù è una pianta perfetta per creare una barriera frangivento o una siepe per tenere lontani gli occhi indiscreti del vicinato.

Come coltivare bambù in casa

Il bambù giapponese si può coltivare in casa, a patto di mantenerlo in un ambiente umido (nebulizza la chioma in estate e in inverno, se hai i condizionatori o i termosifoni attivi) o garantire i giusti ricambi d’aria (arieggia i locali quotidianamente). Il bambù necessita di una buona esposizione solare, quindi potrai coltivarlo in prossimità di vetrate o nei luoghi più luminosi della casa.

Come coltivare il bambù da reddito

Per la coltivazione da reddito del bambù ti rimando alla pagina dedicata “Coltivazione di bambù gigante in Italia“. In questa pagina mi sono soffermata solo sulla coltivazione del bambù in casa o in giardino, a scopo ornamentale. La coltivazione del bambù da reddito interessa esclusivamente il bambù gigante, prevede costi di avviamento relativamente accessibili e profitti a lungo termine.

Nessun commento.

Lascia un commento