Parassiti nell’orto, rimedi naturali

Parassiti orto

Purtroppo anche ai più attenti coltivatori urbani (e non solo) può capitare di dover andare incontro alla spiacevole situazione di gestire i parassiti nell’orto, piccoli insetti che sono particolarmente ghiotti delle vostre piante, e che potrebbero finire con il pregiudicare i vostri raccolti, danneggiando irreparabilmente il vostro orto sul balcone, sul terrazzo o sul giardino.

Ma come potete dare l’addio a questi parassiti così fastidiosi? E come potete farlo con rimedi naturali particolarmente efficaci, come abbiamo già visto per le malattie del pomodoro?

Prevenire i parassiti nell’orto

In primo luogo, il nostro suggerimento non può che essere indirizzato alla necessità di “prevenirei parassiti nell’orto, piuttosto che curare. Un trattamento preventivo potrà infatti esservi di aiuto per poter scongiurare guai peggiori alle vostre piante e, ulteriormente, potrà permettervi di risparmiare i traumi tipici dei trattamenti antiparassitari, che per quanto siano a base di elementi naturali (per lo meno, quelli che vi presenteremo nelle prossime righe) andranno comunque a impattare sul benessere delle piante.

A ciò aggiungete anche il fatto che i rimedi naturali sono generalmente efficaci proprio nella prevenzione, mentre nella cura – soprattutto se la malattia è in fase avanzata – potrebbero mostrare qualche carenza. Detto ciò, vediamo insieme alcune ricette che potrebbero migliorare il livello di efficacia della vostra azione antiparassitaria!

Usare il piretro

Il primo rimedio naturale che vogliamo consigliarvi di predisporre per poter eliminare i parassiti delle vostre piante è il piretro, un insetticida naturale che tuttavia è abbastanza incisivo e, dunque, potrebbe alterare l’equilibrio biologico che avete faticosamente realizzato nel vostro orto.

Parassiti orto

Per questo motivo il piretro è generalmente l’ultimo dei rimedi naturali che si cerca di chiamare in causa, riservandolo magari solamente quando gli altri ingredienti che di seguito vi proponiamo non saranno stati in grado di garantirvi i risultati sperati. Tenetelo pertanto a mente, ma per il momento accantonatelo in attesa di tempi migliori (o peggiori, a seconda del vostro punto di vista!).

Alcol diluito da spruzzare sugli insetti

Sempre in materia di insetticidi naturali, ma con un’azione probabilmente meno invasiva del piretro, vi consigliamo di iniziare dall’alcol alimentare a 90 gradi. Prendete circa 400 ml di questa sostanza e diluitela in un litro di acqua: ponete poi il tutto in uno spruzzino o altro contenitore che possa garantirvi di irrorare il mix così determinato sulla pianta, nelle zone in cui sono presenti i parassiti.

Il fatto che questa soluzione sia meno nociva del piretro non significa ovviamente che non possa determinare dei pregiudizi alle vostre piante. Pertanto, fate comunque delle “prove”, cercando di testare il prodotto in alcune zone della pianta, prima di passare a tutto il contesto nel quale i parassiti stanno operando. Inoltre, sempre per poter sperimentare l’efficacia prima di prendere delle decisioni più radicali, effettuate l’operazione nelle ore serali, e non sotto la diretta esposizione al sole: in questo modo eviterete le scottature fogliari.

Se notate che questo trattamento fornisce i suoi effetti che la pianta complessivamente resiste bene all’urto dell’alcol diluito, potete procedere con un secondo passaggio su tutto il resto della superficie. Puntate direttamente sugli insetti, e ripetette l’operazione 3 volte, ogni due giorni, anche nelle ore di massima insolazione per poter incrementare l’efficacia e la potenza del trattamento.

Sapone di Marsiglia contro i parassiti

Un altro rimedio naturale che trovate spesso sul web, e che abbiamo testato per poterne valutare la reale efficacia, è legato al sapone di Marsiglia che potete comunemente trovare nei negozi. La preparazione di questo trattamento è basilare: prendete circa 30 cc di sapone di Marsiglia e diluitelo in un litro di acqua. Se invece avete il sapone di Marsiglia in saponetta, tagliatene 80 grammi e fate sciogliere questa porzione in un litro di acqua. Per far prima, è intuibilmente come la soluzione liquida sia da preferire.

Mettete la sostanza così ottenuta all’interno di un contenitore con diffusore e spruzzatelo sui parassiti. Sebbene sia meno impattante rispetto all’uso di alcol, rimangono valide le cautele che abbiamo già avuto modo di condividere con voi nelle righe che precedono. Ripetete l’operazione per 3 volte ogni 3 giorni.

Olio minerale su afidi e cocciniglie

L’ultimo rimedio naturale che abbiamo testato positivamente è l’olio minerale, un insetticida ad ampio spettro che viene ottenuto dalla  distillazione del greggio. Analogo alle paraffine, può essere irrorato sulla pianta ricoprendo i parassiti, e causando così la loro morte per soffocamento.

L’olio minerale può essere acquistato nei negozi specializzati ed è ritenuto sufficientemente efficace da essere almeno alla pari degli altri due rimedi naturali che sopra abbiamo avuto modo di condividere con voi. Potete inoltre utilizzarlo pure per il trattamento di un’infestazione in corso o, per prevenire i parassiti, diluito al 50% con acqua.

Considerato che prevenire è sicuramente un’azione più opportuna e più efficace, il nostro suggerimento non può che essere  quello di valutare delle periodiche irrorazioni attraverso questi ingredienti.

E voi che cosa ne pensate? Avete mai provato queste ricette? Le avete trovato di efficacia? Volete proporci qualche alternativa?

Nessun commento.

Lascia un commento