Tarme vestiti, le soluzioni efficaci

tarme vestiti

In alto, l’immagine della tarma dei vestiti adulta. In basso, la tarma dei vestiti nello stadio di pupa, dopo aver compiuto la metamorfosi.

Tarme dei vestiti: come eliminarle con rimedi naturali e prodotti antitarme efficaci. Strategie utili, immagini per identificarle e consigli su come allontanare le tarme dai vestiti e dall’armadio.

Se noti dei piccoli buchi su cotone, vestiti di lana o abiti di seta, non c’è dubbio, nel tuo armadio ci sono le tarme dei vestiti! Per iniziare ti spiego come identificarle con immagini dell’esemplare adulto, delle larve e delle uova di tarme.

Tarme vestiti: si vedono?

Sì, si vedono eccome! Devi sapere, però, che non è la forma adulta che danneggia i tuoi vestiti, bensì le larve. Per tua fortuna sono visibili a occhio nudo anche la larve, così come le uova e le stesse tarme dei vestiti. Dovresti eseguire un’attentissima ispezione dei tessuti, magari usando una buona lente d’ingrandimento per facilitarti il compito. Come sono fatte le larve e le uova delle larve vestiti? Così come mostrato nella foto che segue.

uova larve tarme vestiti

A sinistra, la larva della tarma dei vestiti nella sua forma di maggiore sviluppo. A destra, come appaiono le uova

Il bruco (la larva) della tarma è famoso per essere un grave infestante tanto che talvolta l’unica soluzione è una massiccia disinfestazione degli armadi infestati. Il particolare, le larve (o bruchi) della tarma dei vestiti si nutrono delle fibre naturali di lana, cotone, peli, capelli e altri tessuti.

Tarli del legno e tarme dei vestiti sono gli insetti infestanti più comuni in casa, insieme anche alle tarme della farina o tarme del cibo. In questa pagina ti spiegherò come si eliminano le tarme dai vestiti e come debellarle definitivamente dagli armadi.

Tarma dei vestiti

In realtà, con il nome generico di tarma degli armadi o tarma dei vestiti si fa riferimento a diverse specie di tarme.

Tutte presentano un ciclo di vita tipico: gli adulti non si nutrono e si limitano a riprodursi deponendo le uova tra i tessuti, magari quelli che usi più raramente. Le femmine possono deporre molte uova, la specie Tineola bisselliella (la più comune larva degli armadi) può deporre dalle 30 alle 200 uova in un solo ciclo! Le uova impiegano fino a 10 giorni per schiudersi.

Le uova sono biancastre / gialline, come nelle foto, ricoperte da una superficie appiccicosa simile alla gelatina, così possono aderire ai tessuti e non vanno via facilmente neanche con l’aspirapolvere.

Quando le uova schiudono, le larve iniziano a nutrirsi. Le larve appena schiuse non si vedono (sono invisibile all’occhio umano) ma dopo un breve periodo di nutrimento e accrescimento (dopo circa un mese) divengono visibili e si vedono. La larva compie un successivo sviluppo e proprio come i bruchi, si chiudono in un bozzolo dove trascorrono dai 10 ai 50 giorni per poi evolversi in adulti.

Le tarme volano? Sì. Le tarme volano, anche se le femmine preferiscono muoversi poco, spesso si trovano immobili negli angoli più bui degli armadi. Gli adulti vivono 15 – 30 giorni, dopodiché muiono. La morte sopraggiunge dopo l’accoppiamento e la deposizione delle uova così da iniziare un nuovo ciclo di vita.

Tarme della lana

Se la specie Tineola bisselliella è la comune tarma dei vestiti, nei nostri armadi può esserci un’altra tarma, per morfologia, ciclo di vita e abitudini molto comune ma che preferisce nutrirsi di lana, piume, pellicce e tessuti imbottiti. Il nome scientifico di questa tarma dei vestiti è Tinea pellionella. Per l’aspetto, tutte le tarme dei vestiti potrebbero essere definite “tignole” o “falene”. Al contrario delle comuni falene, le tarme odiano la luce, non ne sono attratte, anzi, preferiscono il buio o la penombra.

Se la specie Tineola bisselliella presenta un corpo dorato (farfallina dorata nell’armadio) la Tineola pellionella pesenta un corpo argentato (farfallina argentata nell’armadio). Ecco, se trovi delle farfalline o falene nell’armadio, stai certa che non sono tue amiche e ben presto sentirai l’esigenza di allontanarle o debellarle in altro modo.

Come eliminare le tarme vestiti

Dopo averti presentato il tuo nemico, passiamo subito ai rimedi più efficaci per eliminare allontanare le tarme in modo efficace e definitivo. Se ami le maniere drastiche, dovrai dotarti di un buon antitarme da disporre nell’armadio, tuttavia, prima di ricorrere all’antitarme ti invito a eseguire una sorta di disinfestazione fai da te con procedure lunghe, noiose ma che ti garantiranno una buona igiene.

 

Innanzitutto devi sapere che le terme amano i luoghi umidi, quindi se hai problemi di umidità nell’armadio, arieggialo più spesso e cerca di risolverlo inserendo un piccolo deumidificatore e ponendo nell’armadio solo biancheria perfettamente asciutta.

Tutte le tarme (vestiti o lana) preferiscono capi sporchi, meglio se con residui di capelli, pelle e sudore. Quindi la prima cosa da fare per prevenire e combattere le tarme dei vestiti è quello di eseguire un massiccio lavaggio dei tuoi capi d’abbigliamento.

Cosa fare? Prima di eseguire un trattamento antitarme, ti consiglio di:

  • Svuotare l’armadio.
  • Passare l’aspirapolvere in ogni angolo.
  • Non usare detergenti liquidi o insetticida liquidi che rischi di aumentare il problema e contaminare i tuoi capi di abbigliamento.
  • Fai un lavaggio di tutti i capi che hai nell’armadio. So che è dura, ma ne va della salute del tuo guardaroba e anche della tua.
  • Assicurati che siano perfettamente asciutti e, preferibilmente, stira i capi prima di riporli nell’armadio.
  • Se hai un tappeto, probabile che le tarme avranno invaso anche quello, quindi portalo in lavanderia per una pulizia più accurata.

Il problema è che le tarme possono aver raggiunto luoghi dell’armadio a te inaccessibili. Assicurati di pulire bene ogni cassetto e soffermati sugli angoli.

A quale temperatura muoiono le tarme e le uova?
Il lavaggio dovrà essere eseguito a 60 °C. Certo, non tutti i tuoi abiti possono sopportare questa temperatura. Allora che fare? Puoi congelare i tuoi vestiti ma solo se il tuo congelatore può raggiungere una temperatura di -18 °C. Le basse temperature sono tra i rimedi naturali più efficace. Dopo 48 ore, esegui un lavaggio normale e stira i capi.

Come liberarsi delle tarme con rimedi naturali

In questo paragrafo ti spiegherò come eliminare le tarme in modo naturale.

La tarma si può eliminare anche con un buon antitarme naturale: tra i rimedi naturali contro le tarme sono annoverati fiori di lavanda, legno di cedro rosso essiccato, estratti di canfora e piretro.

Ti dico subito che il piretro è ottimo ma che è irritante per la pelle e che funziona solo se entra in diretto contatto con larva, uova e tarma adulta. I fiori di lavanda essiccati non sono un buon rimedio in caso di infestazione, al limite possono essere utili per prevenire le tarme se riesci a debellarle con un lavaggio approfondito così come spiegato in precedenza.

Resta il legno di cedro rosso e la canfora che, nel tempo, hanno dimostrato un’azione repellente contro le tarme. Se sei un amante dei rimedi naturali contro le tarme dei vestiti puoi acquistare delle sfere di legno di cedro rosso e bagnarle con qualche goccia di olio essenziale di canfora o ancora meglio, usare della canfora in polvere.

In caso di legno di cedro: poni questi pezzi di legno nei cassetti e negli armadi, svolgeranno un’azione repellente contro le tarme fungendo da antitarme naturale.

Come premesso, un antitarme naturale che puoi valutare è la canfora in polvere. Dovrai trasferirla in sacchetti (puoi usare vecchi collant) da posizionare negli armadi e nei cassetti, in questo modo potrai allontanare le tarme… ma attenta, questi rimedi naturali sono efficaci ma non sono ad ampio spettro, l’azione antitarme sarà svolta solo nei paraggi della canfora naturale, quindi avrai bisogno di diversi sacchettini per ottenere un’azione più estesa.

La canfora naturale in polvere la trovi nelle erboristerie più fornite o sfruttando la compravendita online, te ne segnalo una confezione “a questa pagina Amazon“, 100 gr si comprano con 11,99 euro. Ti ripeto, hanno un buon odore di canfora, sono repellenti naturali e ti consentono di allontanare le tarme ma magari il loro impiego è opportuno in caso di infestazioni blande o se hai eseguito, con le tue mani, un’accurata pulizia come descritto prima.

Nota bene: altri rimedi naturali come acqua, aceto, bucce di arance… possono aumentare i tassi di umidità e rendere il tuo armadio e il tuo cassetto più ospitale e adatto alla vita delle tarme. Evita quei rimedi naturali liquidi, se proprio vuoi tentare la sorte e hai una pianta di alloro, prova a mettere qualche foglia di alloro (essiccata) nel tuo armadio sempre come rimedio per prevenire e allontanare le tarme.

Prodotto Antitarme efficace

Se hai le tarme dei vestiti e anche i tarli del legno, ti consiglio di eseguire un trattamento ad ampio spettro con permetrina, così come ti ho spiegato nell’articolo dedicato alle tarme del legnotarme del legno.

Se devi combattere le tarme dei vestiti e non hai problemi con le tarme del legno, puoi allora sfruttare delle bustine in gel. Si tratta di prodotti tossici da usare con prudenza e soprattutto da non far entrare in stretto contatto con i tessuti che indosserai. Questi prodotti in gel rilasciano, in modo graduale e prolungato nel tempo, delle sostanze volatili tossiche per le tarme degli armadi ma sicure per l’uomo.

Dove comprare un prodotto antitarme? Nei supermercati più forniti o sfruttando la compravendita online. A “questa pagina Amazon” trovi un prodotto in grado di uccidere le tarme e risolvere il problema nel giro di una settimana. Una confezione da 6 strisce gel, su Amazon, si compra al prezzo di 6,49 euro con spese di spedizione gratuite.

Nota bene: tecnologia-ambiente.it non ha alcun legame col produttore (Raid) quindi sentiti libero di scegliere il trattamento antitarme che più preferisci. Ho segnalato quello perché è stato registrato come presidio medico chirurgico presso il Ministero della Salute, quindi non tossico per l’uomo e dalla comprovata efficacia.

Nel video che segue, è mostrata una massiccia infestazione in corso di tarme in un tappeto che era stato stoccato nel garage. Va da sé che in caso di cambio di stagione, conviene lavare gli abiti, farli asciugare perfettamente e stoccarli sottovuoto così da evitare che le tarme vestiti possano attecchire con facilità sui tuoi panni e tappeti conservati.

Nessun commento.

Lascia un commento