AAA. Cercasi volontari per salvare tartarughe

arcadia

L’Associazione “Naturalmente Brancaleone”, gestore del Centro Recupero Tartarughe Marine lancia un progetto di ecovolontariato ambientale. Si cercano, infatti, attivisti da inserire nel programma di tutela e salvaguardia delle tartarughe marine, a Brancaleone (Rc).

Attivo da maggio a ottobre 2015, con permanenze settimanali, il progetto è aperto a tutti gli studenti e agli appassionati di mare, natura e animali, senza limiti di età.

Questa opportunità di ecovolontariato si svolge sulla costa ionico-meridionale calabrese, considerata dai ricercatori il principale sito di nidificazione della Caretta caretta, in Italia.

I volontari che vorranno aderire al progetto saranno inseriti come parte attiva e operante nella struttura di recupero, e sarà loro richiesta la disponibilità di turni giornalieri.

“Cerchiamo persone con entusiamo, sensibilità e voglia di fare” spiega Filippo Armonio, responsabile del CRTM e presidente dell’Associazionevolontari che siano disposti ad offrire il proprio tempo in cambio di un’esperienza che potrà rivelarsi sicuramente arricchente.”

La presenza dei volontari sarà di grande supporto ai biologi e veterinari del Centro, nel monitoraggio, raccolta di dati e attività di cura degli animali ospedalizzati. Nonchè nella sensibilizzazione dei turisti, dei pescatori e della comunità locale. La tartaruga comune (Caretta caretta) è in forte pericolo di estinzione non solo in Italia, ma in tutti i mari del mondo. Progetti a tutela di questi animali sono ormai attivi, a breve e lungo termine, in molte nazioni.

10420200_702212083148056_3885042321890767553_n

“Naturalmente Brancaleone”, associazione ambientale fondata nel 2009, si pone come principale obiettivo, senza scopo di lucro, la tutela ed il benessere delle tartarughe marine, impegnandosi nella realizzazione di numerose attività per il mantenimento attivo del Centro di recupero. Tra queste: sensibilizzazione, ricerca scientifica, programmi di educazione ambientale alle scuole e campi di ecovolontariato.

“Grazie al lavoro svolto in questi anni dall’associazione – afferma Armonio- il CRTM di Brancaleone ha soccorso, curato e restituito al mare oltre 300 esemplari diCaretta caretta, raggiungendo una spiccata popolarità nell’ambito della conservazione delle tartarughe marine, nonostante l’operato sia svolto unicamente da volontari.

Tutte le informazioni sul programma di volontariato sono contenute nel portale: crtmbrancaleone.it

10329085_698114673557797_6012537877560323348_n

Nessun commento.

Lascia un commento