Costruire un laghetto artificiale

costruire laghetto artificiale da giardino

Come costruire un laghetto artificiale da giardino o installarne uno pre-costruito. Dal laghetto artificiale fai da te alle vasche prefabbricate pronte a essere interrate. Soluzioni pratica per la progettazione e la messa in opera con o senza cemento.

Costruire un laghetto artificiale è un compito che richiede pazienza e buona volontà oltre a una buona dose di manualità. Se non disponete di questi requisiti, valutate la possibilità di comprare una vasca per laghetto artificiale prefabbricata e pronta a essere interrata. Con le vasche per laghetto da giardino, l’unica cosa che dovrete fare è creare uno scavo apposito e provvedere all’abbellimento estetico (bordure, rocce, piante, cascate, pesci..).

Come costruire un laghetto artificiale fai da te

Nel costruire un laghetto artificiale è indispensabile seguire alcune regole basilari, le prime si riscontrano nella costruzione degli scavi e fondazioni: le pareti degli scavi non possono avere un andamento verticale o semiverticale altrimenti i bordi potrebbero franare e soprattutto, il vostro laghetto non avrà un aspetto naturale. In questo primo paragrafo vi daremo tutti i consigli per costruire un laghetto artificiale fai da te dall’aspetto naturale. Per completare l’opera, non mancherà a fine articolo, una rubrica sulle piante per laghetto e sui pesci da poter inserire.

scavo laghetto artificiale fai da te
Lo scavo di un piccolo laghetto artificiale fai da te con più livelli di profondità

Nel caso in cui vogliate costruire un laghetto artificiale con zone a diversa profondità (magari una per i pesci, un’altra per le piante acquatiche, una in cui disporre dei grossi sassi…), durante gli scavi, bisognerà procedere in maniera uniforme fino a raggiungere la prima profondità (quella più vicina alla superficie), per poi tracciare un nuovo scavo nello scavo con per le zone più profonde. Questo è indubbiamente il modello di scavo consigliato in quanto vi consentirà di ottenere un laghetto artificiale molto naturale e facile da abbellire. Tuttavia, è sconsigliato per laghetti artificiali piccoli.

Cosa serve per costruire il laghetto artificiale fai da te

Gli occorrenti che dovrete procurarvi sono.

  • Attrezzi da giardino come rastrello, vanga, zappa, forbici…
  • Sabbia fine
  • Fibra tessile e telo impermeabile (oppure una vaschetta prefabbricata)
  • Ciottoli, pietre, mattoni e altri elementi decorativi
  • Colla per teli impermeabili

La quantità di materiale dipende da quanto grande sarà il vostro laghetto da giardino fai da te. Cercate di acquistare materiale in eccesso e chiedere al negoziante le condizioni per la restituzione della merce, alcuni negozi come Leroy Merlin accettano il reso restituendo il denaro.

Come fare lo scavo per un laghetto da giardino

Lo so, vi abbiamo già parlato dello scavo, ma questo è il primo passo che getta le basi dell’intero lavoro di fai da te del vostro laghetto da giardino, quindi prestate attenzione a come lo eseguite!

Tracciate il perimetro del vostro laghetto e scavate lungo il bordo per poi proseguire all’interno togliendo il terreno. Nel procedere con gli scavi per costruire un laghetto, ricordatevi di seguire le indicazioni riportate nella nostra premessa. Ricordate di dare al fondo del laghetto una certa pendenza così da concentrare tutta l’acqua in un punto in caso di svuotamento. Regolarizzate lo scavo con un rastrello facendo attenzione a rimuovere pezzi di legno e pietre aguzze.

Ricoprite le pareti e il fondo del vostro futuro laghetto da giardino con uno strato uniforme di circa 2-3 cm di sabbia umida.

Costruire un laghetto artificiale fai da te:
struttura prefabbricata o telo impermeabile?

Lo scavo del laghetto, così operato, potrà ospitare sia una struttura prefabbricata -solitamente realizzata in materiale plastico- oppure un telo impermeabile.

La struttura prefabbricata (la vasca del laghetto) lascerà poco spazio alla vostra creatività, è più costosa ma decisamente più pratica e più facile anche da adornare! E’ facile da installare! Come installare una vasca per il laghetto da giardino? Basterà impiantarla nelle fondamenta che avete appena scavato e decorarla come preferite. In pratica, lo scavo dovrà sempre essere sempre rastrellato e sempre riempito con un primo strato di sabbia fine.

Se volete costruire un laghetto artificiale con una forma personalizzata e a misura del vostro giardino, allora dovrete utilizzare un rivestimento dato da un telo impermeabile. E’ bene ricordare che se acquistate una struttura prefabbricata per costruire il laghetto, questo non avrà mai un aspetto naturale, anche se contornandolo di rocce e vegetazione, potrebbe avvicinarsi.

Quanto costa una vasca prefabbricata per laghetto artificiale? 
Tutto dipende dalle dimensioni della vasca e dal rivenditore, ormai tutte le vasche sono realizzate con materiale plastico vetroresina di buona qualità. Per rendervi l’idea del costo, vi dico che una vasca per un laghetto da giardino piccolo, da 150 litri si compra con circa 50 euro, mentre se puntate a una vasca per laghetto artificiale più grande, da 680 litri, magari compresa di cascata o fontana per giochi d’acqua, il costo aumento a 300 – 400 euro. Per farvi un’idea dei prezzi e dei modelli, vi rimando “a questa pagina Amazon” dove diversi rivenditori propongono vasche per laghetti di ogni misura.

Quanto costa un telo impermeabile? 
Qui la differenza non è data solo dalla grandezza ma anche dalla qualità delle plastiche e dallo spessore, se si tratta di un telo in tessuto plastico o di un semplice telo in pvc.

laghetto fai da te
Esempio di telo tessile sul quale dovrete poi poggiare il telo in pvc, consigliato in caso di terreni sassosi.

La gran parte delle vasche per laghetto da giardino sono in vetroresina o polimeri plastici analoghi, mentre i teli impermeabili che si trovano in commercio sono molto eterogenei. Per risparmiare e avere un ottimo risultato si può fare così: uno strato di sabbia, un telo agricolo per serre (di quelli bianchi o semi-trasparenti) un telo impermeabile in pvc. Nell’ideale bisognerebbe mettere uno strato di fibra tessile che faccia da cuscinetto e poi uno strato di telo in pvc. Assolutamente da sconsigliare la posa in opera del telo in pvc direttamente sul terreno in quanto il laghetto avrebbe vita breve e vi costringerebbe a rappezzi annuali.

Laghetto da giardino fai da te: la posa del telo

Dopo aver operato lo scavo, stendete la fibra tessile e poi stendete il telo impermeabile in modo che sbordi dal perimetro del laghetto di almeno 25 centimetri, fissate provvisoriamente il contorno con pietre e mattoni.

Nel costruire un laghetto, la parte più delicata è quella del taglio del telo impermeabile. Quando tagliate il telo, partite da un angolo e fate attenzione che il taglio non deve essere al di sotto del massimo livello dell’acqua, in altre parole, meglio avere del telo impermeabile in più (che poi coprirete con ghiaia, sabbia o ciottoli) che del telo in meno che comprometterebbe l’intera costruzione del laghetto!

costruire laghetto artificiale in giardino
Lo schema della costruzione di un laghetto artificiale da giardino. Dallo scavo al rivestimento della buca con teli di plastica, fino al taglio dell’eccedenza dopo aver tracciato il perimetro con dei sassi.

Per fissare il tessuto al telo impermeabile potete utilizzare della colla per teli impermeabili, utile anche per ripiegare i bordi del laghetto. I bordi del laghetto artificiale appena costruito potranno essere “riempiti” con il terreno e le zolle dello scavo.

Per ultimare la costruzione del laghetto artificiale, buona regola è creare una piccola spiaggia di ciottoli che ricopre anche il fondale, mentre per i bordi è possibile utilizzare sassi di varie dimensioni, proprio come mostrato nella prima immagine.

Pompa dell’acqua per laghetto artificiale

Un laghetto artificiale è un componente che aggiunge un grosso valore estetico al giardino. Costruire un laghetto artificiale significa creare un micro-ambiente acquatico ricco di vita che cambia aspetto a ogni stagione. Sia che si tratti di una vasca prefabbricata che di un laghettonaturale”, consigliamo di inserire un sistema di ricircolo dell’acqua mediante l’inserimento di una pompa elettrica che va posta sul fondo del laghetto.

Piante per laghetto artificiale

Oltre ai sassi e alle rocce, in un laghetto artificiale possono essere inseriti pesci e piante.

Le piante acquatiche sono numerose, ci sono quelle palustri, quelle galleggianti e quelle sommerse, molte piante acquatiche necessitano di un substrato argilloso di almeno 15 centimetri, in questo caso la pianta acquatica dovrà essere posta nel laghetto artificiale da giardino con una struttura di supporto, una sorta di vaso, si può usare un’anfora oppure depositare sul fondale del terriccio coperto da ciottoli. Chi non vuole inserire del terriccio ma desidera delle piante acquatiche può optare per generi che vivono bene senza terriccio come quelle galleggianti, un esempio? Le ninfee e i fiori di loto.

Le piante acquatiche di grande effetto scenico sono quelle galleggianti, ne esistono di molti colori e specie, le piante galleggianti si muovono da una parte all’altra del laghetto artificiale conferendogli un aspetto dinamico, le piante galleggianti possiedono ottime qualità ossigenanti e sono quelle che consigliamo per decorare il vostro laghetto artificiale. Per evitare che le piante acquatiche galleggianti si disperdano nel nostro piccolo laghetto artificiale, è consigliabile legarle tra loro. Non necessitano di alcun substrato e chi vuole tenerle fisse in un punto può creare una sorta di ancora legandole a un sasso ben saldo al fondale.

Esistono poi piante acquatiche di tipo ossigentanti, per lo più sono piante sommerse, queste piante ossigenano l’acqua del laghetto tenendola limpida e pulita. Si tratta dell’oronthium, della pontederia cordata, del ranunculus lingua, dello schizosttyllus, dello scirpus zebrinus, della typha minima e della zantedeschia aetiopica. Questo tipo di piante acquatiche sono utile alla qualità dell’acqua ma hanno una crescita molto rapida quindi bisognerà potarle periodicamente per evitare che sottraggano superficie alle altre piante acquatiche del nostro laghetto artificiale.

Le piante palustri sono quelle che vanno piantate per prima, si collocano ai bordi del laghetto artificiale così da conferirgli un aspetto più naturale. Tra le specie palustri più indicate troviamo l’arcorus, l’anemopsis, il buttumus ma anche la più comune calla e il fior di loto. Tra le piante acquatiche più popolari ci sono le ninfee, tra cui ninfea la ninfea bianca, quella viola, rossa, gialla e la ninfea escarbucle.

Pesci per laghetto artificiale

Per quanto riguarda i pesci, la cosa più saggia da fare è sceglierli in base alla qualità dell’acqua e alla temperatura. I pesci rossi sono molto versatili, ne esistono di molte dimensioni (vedete foto in alto)… è sconsigliato inserire nel laghetto pesci rossi a tre code e altre specie di acqua dolce troppo delicati. Oltre ai pesci rossi possono andare pesci pulitori come dei grossi ancistrus o dei pesci di tipo synodontis. Inoltre, nel nostro laghetto artificiale, meglio non inserire troppi pesci perché la somministrazione del mangime sporcherebbe l’acqua.

Laghetto artificiale fai da te con vasca riciclata

Esistono modi alternativi per realizzare un laghetto artificiale. La ruota di un camion, magari recuperata presso uno scasso o un centro di raccolta pneumatici esausti, può essere una buona soluzione. Vanno bene anche grosse bacinelle, mezze botti e altri grandi contenitori, a patto che siano di plastica resistente.

costruire laghetto artificiale da giardino
Un laghetto artificiale fai da te con al centro una fontana e delle pietre perimetrali che lo rendono più naturale

Chi dispone di un grosso pneumatico può sfruttarlo per costruire un laghetto artificiale da giardino. Tutto ciò che deve fare è sezionare la gomma rimuovendo la parte superiore, scavare una buca abbastanza profonda da poter alloggiarci dentro “il rifiuto” e della plastica così da impermeabilizzare il tutto. Per decorare possono essere utilizzati dei ciottoli e delle piante. Le illustrazioni che seguono vi saranno di grande ispirazione.

Come è chiaro, per costruire un laghetto artificiale non serve una struttura in cemento. Anzi, chi vuole proseguire con lo scavo e una colata di cemento dovrà provvedere a chiedere i permessi o comunicare l’inizio dei lavori al proprio comune di residenza: una grana in più del tutto superflua dato che senza il cemento, ma usando pietre, teli o vasche prefabbricate, si possono ottenere risultati molto gradevoli.

7 commenti su “Costruire un laghetto artificiale”

  1. SALVE, MI SPIEGATE QUESTA FIBRA TESSILE COSA SAREBBE ?? AVETE UN LINK DI RIFERIMENTO , HO CAPITO CHE E’ DIVERSA DAL TELO IN PVC CHE VIENE MESSO SUCCESSIVAMENTE, GRAZIE MAX

  2. ma la plastica man mano che rimane nell acqua non inizia a scigliere sostanze nell acqua?non tende a sfaldarsi?magari è dannoso per chi abita nel laghetto

    • a me interessa molto l’idea dell’argilla anzichè del telo sintetico. Come resta ferma l’argilla sulle pareti però? Non saprei come ricoprire tutto con argilla. sul fondo oltre l’argilla metti anche sabbia grossa e sassi?

    • ciao. ho fatto anche io un laghetto 18×12 con 1,5mt di profondità.misure finite con 50 cm di argilla su tutti i lati. dopo 1 giorno che è riempito si svuota.! questo per 4 volte..come dovrei procedere? sai aiutarmi?

Lascia un commento