Fasce orarie Enel, quando conviene?

fasce enel

Quando si parla delle fasce orarie Enel è molta la confusione che si genera. I principali dubbi riguardano proprio le tariffe orarie imposte dall’Enel, così il consumatore non riesce a individuare in quale fasce orarie può utilizzare più elettricità per risparmiare. Indubbiamente la fascia oraria Enel che garantisce un risparmio riguarda le ore fuori punta, vale a dire le ore notturne!

Il nostro servizio elettrico fa affidamento alla tariffa bioraria Enel dove una parte del prezzo dell’elettricità è dato dall’erogatore del servizio e una quota fissa è imposta dall’Autorità per l’energia. La tariffa bioraria dà la possibilità di risparmiare sull’elettricità in determinate ore. Di seguito tutti i dettagli della tariffa bioraria enel e ancora più in basso alcuni consigli su quando usare gli elettrodomestici per risparmiare.

Enel fasce orarie di consumo

  • La “F1” è la fascia oraria enel più costosa che va dalle ore 8.00 alle ore 19.00 dal lunedì al venerdì
  • La “F2” è la fascia oraria intermedia che prende dalle 7.00 alle 8 e dalle 19:00 alle 23 dal lunedì al venerdì. Tale fascia oraria è attiva anche il sabato dalle ore 7.00 alle ore 23
  • La “F3” è la fascia oraria in cui l’energia costa meno. Coinvolge tutti i giorni festivi e le ore notturne. Dalle ore 00.00 alle ore 7.00 e dalle ore 23.00 alle 24.00 dal lunedì al sabato. La domenica è la giornata del risparmio dato che sarà sempre attiva la tariffa enel più economica.

enel fasce orarie

Con la tariffa bioraria Enel 2013, conviene utilizzare gli elettrodomestici di notte! Conviene fare la lavatrice e stirare i panni dopo le 23.00. Le fasce orarie enel lasciano spazio al risparmio solo nei giorni festivi, quindi quando si paga meno?

  • Tutte le domeniche
  • 1 Gennaio
  • 6 Gennaio
  • Lunedì dell’Angelo (o lunedì di Pasqua)
  • 25 aprile
  • 1 maggio
  • 2 giugno
  • 15 agosto
  • 1 novembre
  • 8, 25 e 26 dicembre
  • Tutte le notti

Risparmiare con Enel si può! Basta conoscere le fasce orarie
Non vi allarmate, non dovete sacrificare le feste per risparmiare con enel. Le opportunità per risparmiare sulla bolletta elettrica sono proprorzionali alle nostre abitudini. Se riusciamo a spostare l’utilizzo degli elettrodomestici ad alto consumo energetico quando l’energia costa meno, il gioco è fatto. Meglio utilizzare lavatrice, lavastoviglie, scaldabagno, forno elettrico e ferro da stiro prima delle 8 o dopo le 19 nei giorni di sabato o in qualsiasi orario della domenica. Certo, per risparmiare con enel è necessario prestare qualche attenzione in più ma senza rinunciare alle normali attività. Se si fa un calcolo, si scopre che le ore in cui l’energia costa di meno sono circa il doppio rispetto alle ore delle fasce orarie più costose.

Può Interessarti | Elettricità. La tariffa tutto compreso conviene?

Per conoscere i propri consumi in base alle fasce orarie, basta guardare la bolletta dell’Enel, sul retro della prima pagina (quella che appare pure a busta chiusa dove sono indicati i dati del cliente), sono indicati tutti i consumi in kWh con relativi costi espressi per le diverse fasce orarie f1, f2, f3.

Risparmiare con Enel con il bonus sociale
E’ possibile risparmiare con enel mediante un’agevolazione offerta alle famiglie a basso reddito. Questo tipo di risparmio è indipendente dalle fasce orarie o dalle tariffe enel, si tratta di uno sconto sulla bolletta elettrica concesso alle famiglie che hanno una fornitura di energia elettrica fino a 3 kW e che hanno un ISEE che non sia superiore ai 7.500 euro. Lo sconto sulla bolletta elettrica è concesso anche a chi ha la necessità di utilizzare apparecchiature elettromedicali.

Tariffa bioraria Enel, fino a quando sarà in vigore?
E’ possibile assistere a un cambio della fasce orarie Enel. Il prossimo cambio delle fasce orarie Enel potrebbe avvenire dal primo luglio 2013, infatti l’Enel ha assicurato che le tariffe orarie qui riportate saranno in vigore fino al 30 giugno, ma l’Autorità per l’energia elettrica e il gas, ad oggi, non ha in programma alcun cambio quindi prevediamo di rimanere con la seguente tariffa bioraria per molto altro tempo.

Può interessarti: FASCE ORARIE ENEL E TARIFFE – TUTTE LE INFORMAZIONI

11 Commenti to “Fasce orarie Enel, quando conviene?”

  1. Movimento cinque stelle Siculiana

    Mag 02. 2013

    Secondo me c’è un terribile imbroglio nelle fasce orarie ,la più utilizzata e la f1 ,di conseguenza non si può indurre le persone a stare inchiodati agli orari di consumo ,ed al garante non gliene frega niente

    Rispondi a questo commento
    • filippo bruno

      Apr 07. 2014

      perchè nessuno dice che le fasce orarie sono applicate anche in proporzione ai consumi e che se la F1+F2 supera il 25% del consumo complessivo la tariffazione diventa mono oraria?

      Rispondi a questo commento
  2. concy

    Ago 29. 2013

    io uso la fascia F3 ma nn risolvo niente lo stesso pago 250,00 euro a bolletta……x me ci fregano lo stesso

    Rispondi a questo commento
  3. Mirella

    Ago 31. 2013

    Ormai tutte le lavatrici e lavastoviglie di ultima generazione hanno la partenza ritardata quindi è sufficiente puntarle per le 23,tra l altro come donna lavoratrice capita spesso che i mestieri di casa si riducano alla domenica…..in effetti pago meno di altra gente,basta fare un po di attenzione e acquistare elettrodomestici classe A

    Rispondi a questo commento
  4. Marinela

    Nov 13. 2014

    Io sono ortodossa e la domenica non si lava i panni, quando sono le feste nemmeno, quindi non posso risparmiare 🙁

    Rispondi a questo commento
  5. gianfranco

    Feb 21. 2015

    Grande….Enel!

    Rispondi a questo commento
  6. LJU

    Ago 28. 2015

    enel e banche LADRI N 1 PER ECCELLENZA!!!

    Rispondi a questo commento
    • joe nocera

      Ago 07. 2016

      e il Comune la spazzatura?

      Rispondi a questo commento
      • er più

        Dic 02. 2017

        Non ti lamentare della spazzatura qui da noi con Acque Verronesi si paga l’acqua 3 volte: la 1° l’acqua,la 2°lo smaltimento (o fognatura), la 3° la depurazione in totale da 0,60 centesimi al metro cubo per la sola acqua si debbono aggiungere 0,60 cent per la fognatura e altri 0,60 cent per la depurazione in totale ogni metro cubo costa euro 1,80 e pensare che quando la gestiva il comune costava un terzo di adesso (con il Covise ente gestito dai comuni della nostra vallata).
        Risultato? i costi triplicati!!!!!!!!! note positive solo una!!!!!!! sono triplicati anche gli operai e gli impiegati ma oimè anche i dirigenti!!!!

        Rispondi a questo commento
  7. ANTONIO

    Gen 30. 2017

    .. e non dimentichiamo che , essendo applicata sulla media di tutta italia : cioe’, piu’ la media ita di chi consuma in F2 F3 si alza e piu’ si alza il livello da raggiungere per risparmiare.
    Come dire; che appena saltiamo l’asticella … ce la alzano.
    (se tutti diventiamo bravi: tutti pagheremo di piu’)
    Con beneplacito della legge a favore delle aziende.
    Ciao
    ciao

    Rispondi a questo commento

Trackbacks/Pingbacks

  1. Come mantenere la casa fresca d’estate senza condizionatore | Tecnologia e Ambiente - 27 maggio 2013

    […] questi elettrodomestici a tarda sera o alle prime ore del mattino, beneficerà alla vostra bolletta elettrica e anche all’aria che tira in […]

Lascia un commento