La manutenzione auto ti fa consumare meno carburante

manutenzione dell'auto

Con gli alti prezzi del carburante, tutti sono ormai a caccia di modi per risparmiare e contribuire a una migliore efficienza del carburante. Stando a ciò che ci riferisce il Federal Energy Management Program (FEMP), la manutenzione auto è uno dei modi più convenienti per ridurre il consumo di carburante, allungare la vita del veicolo e preservare la sicurezza alla guida.

Secondo il FEMP, la manutenzione preventiva è uno dei modi più convenienti per ridurre il consumo di carburante. Gli studi pubblicati sul sito ufficiale FEMP riportano che la manutenzione preventiva ha anche vantaggi economici in quanto:

  • riduce i costi su guasti e riparazioni straordinaria
  • massimizza l’efficienza del carburante generando risparmio di benzina / diesel
  • aumenta il ciclo di vita delle componenti meccaniche
  • aumenta il ciclo di vita dell’intero veicolo

I costi legati alla vettura, grazie alla manutenzione preventiva, possono essere ridotti di circa il 20% rispetto a un programma di manutenzione reattiva. La convenienza non finisce con la riduzione del 20%: a questa stima va aggiunto il risparmio di carburante dettato dalla buona tenuta del veicolo.

Una manutenzione regolare del veicolo vede una riduzione delle emissioni di carburante. Solo con la classica manutenzione al motore con sostituzione del filtro dell’aria, il controllo dei lubrificanti e la corretta pressione degli pneumatici, si può raggiungere un risparmio di carburante del 19%.

Programmi di monitoraggio dei consumi di carburante possono aiutarvi a capire quando è in atto uno spreco di benzina che prescinde dallo stile di guida del pilota.

Per consumare meno carburante potete:

  • puntare alla manutenzione preventiva dell’auto
  • adottare uno stile di guida ecologico e “risparmioso”
  • riparare eventuali danni e sostituire le componenti danneggiate

Se avete un’auto trascurata… non temete! Non è troppo tardi per iniziare a prendervi cura del vostro bolide. Monitorate le parti della vostra vettura, controllate le spie e, anche se non siete del settore, aprite il vano motore con libretto di manutenzione alla mano. Anche se non siete un esperto, nulla vi vieta di capire davvero quali sono le parti che costituiscono la vostra auto: indagate sui sintomi e cercate di ricollegarli ai componenti della vettura. Non smontate niente, limitatevi a osservare e per un parere più esperto, consultate un professionista. Prima di accordarvi sul da farsi, cercate di strappare il miglior prezzo: informatevi sul listino dei pezzi di ricambio e se i costi non vi convincono controllate online o provvedete direttamente voi all’acquisto di ciò che serve per mettere a nuovo l’auto.

Come scegliere il pezzo di ricambio giusto

Come premesso, per risparmiare sulla manutenzione dell’auto potete affidarvi all’arte del fai da te o degli acquisti online. Se non siete molto pratici con la riparazione dell’auto fai da te, niente vi vieta di cercare ricambi online e proporli al vostro meccanico al quale pagherete solo “lo scomodo” e la sostituzione del pezzo (smontaggio e montaggio).

Per esempio, chi guida una tedesca può puntare ai Pezzi di Ricambio Audi online su TuttoAutoPezzi.it, il sito è molto intuitivo ed estremamente navigabile: per ogni modello c’è l’anno di inizio produzione, così è impossibile sbagliare ricambio!

Una volta selezionato il vostro modello, potete navigare tra le categorie degli autoricambi: climatizzatore, trasmissione/cambio, frizione, carrozzeria, filtri, impianto di alimentazione, impianto elettrico, accensione…. Non manca nulla, dalle più rare componenti per il raffreddamento fino alle classiche candele per l’avviamento.

Quando l’auto da mettere a nuovo è “andata”

Se pensate che non valga la pena mettere a nuovo la vostra automobile, valutate l’idea di comprare un veicolo usato dello stesso modello, magari incidentato ma con la parte del motore (o ciò che è di vostro interesse) ancora integra; in questo modo potete recuperare i pezzi di ricambio più costosi con una spesa che potrebbe essere meno del dovuto. Per eseguire queste “manovre” bisogna essere dei veri esperti di settore e avere buon occhio per gli affari, oppure affidarsi a un buon meccanico di fiducia.

Nessun commento.

Lascia un commento