Rimedi contro i cattivi odori in casa

rimedi contro cattivi odori in casa

Rimedi contro i cattivi odori in casa: come eliminare la puzza di frittura e gli altri cattivi odori in cucina e in casa, dalla lavastoviglie al forno, dai cattivi odori dal bagno alla puzza dell’arredamento nuovo. Tutte le soluzioni disponibili, dalla corretta manutenzione delle tubatura ai cattura odori, senza dimenticare i rimedi fai da te.

Niente panico, è possibile eliminare anche quelli più forti. Persino la frittura non sarà più una nemica se si utilizzano piccoli e semplici accorgimenti.

Lasciate perdere detersivi e altri prodotti comunemente venduti nei supermercati: i prodotti naturali e i cosiddetti rimedi della nonna sono in grado di risolvere ogni vostra esigenza… anche quando c’è puzza in casa!

Rimedi contro i cattivi odori in cucina: odore di frittura

Per eliminare l’odore di frittura vi è un rimedio della nonna molto efficace: basta friggere in olio bollente una fettina di mela, oppure di limone o anche un po’ di prezzemolo per liberare un piacevole profumo in casa.

Quando friggete, tenete sempre la kappa aspira fumi attiva e ricordate di arieggiare i locali e chiudere le porte delle altre stanze per evitare che la puzza possa permanere altrove.

Per non parlare poi dell’aceto, rimedio numero uno contro i cattivi odori in cucina. Fate bollire dell’acqua con l’aceto a fiamma viva: l’aceto non solo libererà una piacevole fragranza in tutto l’ambiente ma assorbirà anche tutti gli altri odori. Se temete per la puzza dell’aceto, niente paura, si tratta di un odore molto volatile che sparirà nel giro di poco tempo.

Se non potete fare a meno della frittura, valutate l’acquisto di una friggitrice ad aria che frigge gli alimenti con poco olio e rinchiusi in una camera stagna senza sprigionare la puzza di frittura.

Per tutti i rimedi naturali contro i cattivi odori in cucina (puzza di cavolo, puzza nel frigorifero, cattivi odori nel forno o puzza nei contenitori di plastica…) vi invitiamo a visitare la pagina: come eliminare i cattivi odori in cucina.

Cattivo odore della lavastoviglie

Sono davvero innumerevoli gli utilizzi dell’aceto in cucina, deodorante naturale per eccellenza. Con l’aceto è possibile infatti eliminare anche i cattivi odori della lavastoviglie: almeno una volta al mese fate un lavaggio a vuoto con aceto così da rendere pulito e profumato il vostro elettrodomestico.

Ad ogni lavaggio, un limone tagliato a metà e lasciato nel cestello può essere un utile rimedio per assorbire i cattivi odori derivanti dai residui di cibo che si innestano negli angoli più reconditi della lavastoviglie. Molto difficile, però, è riuscire a eliminare il cattivo odore di uovo o di pesce quando permane nella lavastoviglie da molto tempo.

Se la lavastoviglie è stata usata da terzi e trascurata a lungo, valutate l’acquisto di prodotti specifici in grado di pulire e sgrassare anche le tubatura e guarnizioni interne.

In commercio esistono prodotti specifici per pulire, igienizzare la lavastoviglie e rimuovere calcare e residui dalle componenti interne. Un buon prodotto è l’Electrolux Care sgrassante elimina-odori, basta usarlo 3 volte all’anno per prevenire e risolvere il problema dei cattivi odori nella lavastoviglie. Su Amazon questo prodotto è proposto al prezzo di 6,29 euro con spese di spedizione gratuite.

Link utili da Amazon: Electrolux Care Sgrassante elimina-odori

Cattivo odore del forno

Anche i cattivi odori nel forno e nel forno a microonde si combattono a suon di limone e aceto lasciati bollire in un pentolino e riponendo quest’ultimo all’interno del forno per circa trenta minuti. Il risultato sarà un forno fresco e profumato come nuovo. In alternativa si possono anche cuocere a 180 gradi alcune fette di arancia: la vostra cucina profumerà come non mai.

Cattivo odore delle pentole

Sono tanti i rimedi per eliminare i cattivi odori dalle pentole, utilizzando solo prodotti naturali senza l’utilizzo di detergenti chimici.

Patate per pulire i coltelli in acciaio, cipolla per i manici delle pentole, tè inumidito con l’acqua per togliere il cattivo odore di pesce che spesso e non volentieri resta all’interno delle pentole.

Senza dimenticare l’amico di sempre, cioè l’aceto. Provate a lavare le stoviglie con l’aceto e anche il cattivo odore di uovo sarà solo un lontano ricordo.

Per eliminare il cattivo odore delle pentole, ma anche dei barattoli e di altri contenitori in vetro, potete utilizzare anche dell’acqua mista a pezzetti di carta da giornale. In alternativa, provate a riempire le vostre pentole con dell’acqua e del sale grosso o acqua e bucce di patate e lasciate riposare per una notte. La mattina dopo le vostre pentole saranno prive di cattivi odori.

E se invece il problema è il tagliare, provate a strofinare del limone come se fosse una spugna ben imbevuta. Il risultato vi stupirà e potete dire addio agli odori forti che il tagliere ha assorbito, come ad esempio quelli dell’aglio o della cipolla.

Rimedi contro i cattivi odori in bagno

Non solo cucina. Anche il bagno spesso dà grandi problemi: odore di fogna e altri sgradevoli fragranze ci mettono a disagio e rischiano di vanificare ogni tentativo di tenere in ordine e pulita la nostra casa.

Come fare per eliminare i cattivi odori in bagno? Innanzitutto bisogna controllare il livello di acqua nel water: questo non deve essere troppo basso perché l’acqua stessa fa da filtro. Idem per il cosiddetto “pozzetto” che contiene il sifone, se il livello dell’acqua è troppo basso noterete che dal lavandino, dal piatto della doccia o dagli altri scarichi, possa salire su puzza di fogna.

In caso di puzza di fogna nel bagno ci sono almeno tre semplici mosse che possono venire in vostro soccorso. Se nessuna di queste funziona vuol dire che la puzza è legata a una tubatura ostruita e vi conviene leggere l’articolo dedicato… in caso di puzza legata a una tubatura ostruita, quando tirate lo sciacquone o lasciate andare una certa quantità di acqua più consistente, sentirete un certo gorgoglio, uno sciabordare d’acqua anomalo. Date un’occhiata all’articolo Rimedi naturali contro le tubatura otturate.

Intanto ecco i rimedi naturali contro i cattivi odori in bagno:

1) Procuratevi del bicarbonato di sodio, mescolatene 150 grammi con 150 grammi di sale fino da cucina e rovesciate il tutto nello scarico. Subito dopo versate dell’acqua bollente che servirà per sgrassare le impurità nelle tubature mentre il sale ed il bicarbonato elimineranno ogni cattivo odore;
2) Mettere del lievito di birra fresco nello scarico una volta a settimana in modo che gli agenti lievitanti neutralizzino ogni sorta di odore agendo direttamente nella fossa biologica.
3) Fate bollire e versate nello scarico dell’aceto bianco una volta a settimana così da sconfiggere tutte le esalazioni puzzolenti.

Come eliminare l’odore di nuovo

Hai cambiato armadio e non sai come eliminare l’odore di nuovo?
Innanzitutto è consigliabile tenere aperte le ante e i cassetti per qualche giorno in modo facilitare il ricambio di aria. Dopodiché sarà utile pulire ogni superficie con una spugna umida di acqua e di aceto per poter godere in tutta tranquillità i vostri nuovi acquisti. Se l’odore di nuovo non va via, spruzzate una soluzione di aceto bianco puro nei cassetti e sulle superfici interne.

In genere, i costruttori come Ikea, maison du monde e altri, consigliano di tenere il complemento d’arredo in un luogo fresco e ben ventilato e solo dopo alcuni giorni spostarlo in casa. Questa procedura vi proteggerà dalla formaldeide e dagli altri voc (composti organici volatili) molto dannosi per la vostra salute. Purtroppo, spesso, quella che noi chiamiamo puzza di nuovo, è legata ai prodotti chimici usati per trattare il legno, prodotti molto nocivi per la salute. La regola fondamentale per contrastare il cattivo odore di nuovo è arieggiare i locali e ricorrere all’aceto.

Puzza di muffa negli armadi

Anche la muffa può danneggiare non solo i nostri mobili ma generare cattivi odori in tutta la casa. Sarà utile allora bollire del latte e lasciare raffreddare il pentolino nella credenza, negli armadi o sulle mensole per avere uno spazio sano e privo di sgradevoli odori. Per altri rimedi specifici vi rimandiamo alla pagina dedicata alla muffa in casa.

Affidatevi anche agli infusi a base di erbe aromatiche, come ad esempio la lavanda, l’alloro, il basilico, l’origano o anche la menta.

Rimedi contro i cattivi odori in casa: i cattura odori

In commercio ci sono molti cattura odori utili sia per per i cattivi odori in bagno sia per la puzza di frittura in cucina. Nonostante la grande quantità di prodotti reperibili in commercio, vi segnaliamo di cattura odori naturali da preparare in casa.

Cattura odori per la lettiera del gatto 
Cospargete delle foglie di tè verde, asciutte, sulla lettiera del gatto. Potrete disporle sia sulla superficie che sul fondo. Emaneranno un buon profumo e assorbiranno i cattivi odori della lettiera. Il tè verde è utile anche per i cattivi odori di stantio nell’armadio ma solo dopo aver operato un’attenta pulizia contro la muffa.

Cattura odori per i bidoni della spazzatura
Le palline di argilla espansa sono molto utili in giardino e non solo, con l’umidità assorbono anche  i cattivi odori. Per questo le potrete disporre sul fondo del vostro bidone della spazzatura in modo da assorbire i cattivi odori generati dall’organico.

Cattura odori in cantina 
Le cipolle sono utilissime per assorbire i cattivi odori provocati dalla muffa o dall’umidità negli ambienti chiusi come un ripostiglio o una cantina. Un rimedio della nonna consiste nel tagliare una cipolla a metà e porla nell’ambiente per un’intera notte. Al mattino seguente la cipolla avrà neutralizzato e assorbito i cattivi odori. Non sappiamo se questo rimedio naturale funziona ma provare non costa nulla.

Assorbi odori nella scarpiera e nel frigorifero
Il bicarbonato di sodio può essere usato per creare vaschette assorbi odori da porre nella scarpiera o nel frigorifero.

Grazie ai nostri rimedi naturali la vostra casa profumerà come non mai e potete così prevenire ogni cattivo odore.

Adesso andate e pulite tutto!


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci su Facebook:
sulla Pagina Ufficiale di Tecnologia-Ambiente.it.

Nessun commento.

Lascia un commento