Abbandona il suo cane e scrive una lettera straziante

Bimbo abbandona il suo cucciolo di cane con accanto una lettera straziante. Il cane è stato lasciato legato ad una panchina in una piazza di Città del Messico, in Messico. La loro storia vi farà venire i brividi.

Scrive una lettera e poi abbandona il suo cane vicino ad una panchina

Il cane era molto spaventato e abbaiava ai passanti, vicino a lui è stata trovata una lettera che spiegava il motivo dell’abbandono. Questo cane aveva subito maltrattamenti dai suoi proprietari e il piccolo di famiglia, un bambino, ha preso la dolorosa decisione di lasciarlo andare per liberarlo dagli abusi. Un abbandono diverso da quelli che si sentono in giro, una scelta fatta per amore.

I volontari del Pets Coyoacán, Marcela Goldberg e Azul Galindo, sono stati informati dell’abbandono e sono giunti sul posto. Lì hanno trovato Max, un bellissimo cucciolo di 7 mesi. Accanto a lui c’era la lettera, leggendola, sono rimasti scioccati. Dalla scrittura hanno capito subito che era stata scritta da un bambino.

Nella lettera si legge:

“Per favore, ti chiedo di adottare questo simpatico cane e di prenderti cura di lui. Lasciare qui il mio cane mi fa male, ma ho preso la decisione di lasciarlo perché la mia famiglia ha abusato di lui e faceva sempre male vederlo in queste condizioni”.

“Ciao, per favore, adottami”

“E se no, per favore lascia la lettera al suo posto affinché altri la leggano e adottino. Grazie”.

In tanti si sono attivati affinché Max avesse cibo e acqua. Era difficile avvicinarsi a lui perché era terrorizzato, abbaiava, ringhiava e mordeva a tutti.

Così uno dei volontari ha chiamato un addestratore esperto di cani aggressivi ed ha utilizzato degli appositi guanti per avvicinarsi a lui. È riuscito ad infilargli il guinzaglio e a prenderlo. Poco dopo il cane ha cambiato atteggiamento, i volontari lo hanno portato in macchina e accompagnato in una struttura. I medici sono riusciti a calmarlo e a visitarlo.

Come sta oggi Max, ora Boston

Dopo essere stato salvato, Max ha ricevuto tutte le cure di cui aveva bisogno. I volontari hanno deciso di cambiare il suo nome per cancellare il dolore di ciò che ha vissuto fino a quel giorno. Ora si chiama Boston, si sta riprendendo ed inizia a fidarsi degli umani. È molto felice, gioca e si fa coccolare.

Adesso Boston non è più un cane maltrattato e abbandonato su una panchina ma è un cane felice e pronto per essere adottato da una nuova famiglia!

Lascia un commento