Adotta un cane anziano: era lo stesso a cui aveva dovuto rinunciare da piccola

Questa è l’incredibile storia di una donna che adotta un cane anziano senza sapere che era lo stesso cane a cui aveva dovuto rinunciare quando era solo una bambina.

Adotta un cane anziano: è lo stesso cane a cui ha rinunciato durante l’infanzia

La protagonista di questa storia si chiama Nicole Reane ed è una giovane donna che vive con suo marito e la loro bambina. Nel 2018 decidono di adottare un cane per far conoscere l’immenso amore che solo un animale sa donare. La ragazza, sa benissimo cosa significhi vivere con un cane, anche se da quasi otto anni non ha nessun animale in casa. L’ultima cagnolina con cui ha vissuto si chiama Chloe ma è stata con lei solo per quattro anni, perché il papà dovette ricominciare a lavorare da casa così si trovarono costretti a darla in adozione. La loro casa doveva diventare proprio un ufficio e purtroppo un cane sarebbe stato una distrazione per lui.

 

La piccola Chloe infatti era abbastanza chiassosa e Nicole non potè far altro che accettare la scelta del padre, seppur a malincuore. La cagnolina fu affidata ad un rifugio locale e da quel momento non si seppe più nulla di lei.

Ritrova la sua Chloe dopo anni, l’immensa gioia di Nicole

La vita a volte ci rivela grandi sorprese e Nicole ne è testimone. Pensava di non rivedere più la sua Chloe ed invece dopo anni sono ritornate insieme. La donna stava cercando di adottare un cane, inizialmente voleva un cucciolo fin quando vide un appello su Facebook in cui una bellissima cagnolina anziana cercava una famiglia. Il suo musetto e lo sguardo hanno colpito subito Nicole, le sembrava un aspetto familiare. Così decise di adottarla e quando vide la medaglietta con inciso il nome Chloe, pensò che si trattasse semplicemente di una coincidenza.

La donna ha raccontato: “Si è avvicinata subito a me e ha iniziato a leccarmi il viso. Poi, durante il corso della giornata, ho notato un sacco di caratteristiche mi hanno ricordato la mia vecchia cagnolina“.

Insomma, Chloe aveva riconosciuto subito la sua amica umana, mentre per Nicole ci è voluto un po’ più di tempo.. forse perché non pensava potesse ricontrarla davvero.

Chloe aveva il microchip, così quando si recarono dal veterinario per controllarla, il numero di riconoscimento corrispondeva proprio a quello della famiglia di Nicole. Pian piano hanno scoperto che dopo averla lasciata in un rifugio, la sua cagnolina era stata adottata da una coppia di anziani e veniva trattata come una figlia fin quando entrambi non erano venuti a mancare. Ora Chloe e Nicole sono tornate a vivere insieme e siamo sicuri che ora recupereranno tutto il tempo perso!

Lascia un commento