Ari è morto, i pompieri rendono onore ad uno dei cani da ricerca

Il cane Ari si è spento ed i Vigili del Fuoco di Rovereto hanno voluto ricordarlo così: “Ari, ci mancherai! E non solo per i tuoi 150+ interventi in ricerca (tra i quali 2 terremoti), o per i tuoi 7 internazionali IRO con un primo posto in superficie e un terzo posto in macerie, ma soprattutto per la Tua passione ed il Tuo instancabile impegno”.

“Ari ci mancherai!”, morto uno dei cani da ricerca della Scuola Provinciale: alle spalle oltre 150 interventi

Ari era uno dei cani della Scuola Provinciale per Cani da Ricerca e Catastrofe, un’associazione fondata nel 1980 a Trento. Negli anni è stata una delle colonne dei servizi di soccorso per vari interventi, purtroppo questo splendido cane è venuto a mancare.

I cani sono molto importanti durante i salvataggi delle persone e non solo, specialmente in situazioni estreme causate da terremoti, valanghe e crolli di ogni tipo. Ari insieme al suo compagno umano Claudio, erano operativi dal 2012 e frequentavano assiduamente tutti gli addestramenti. Lavoravano dal 2015 insieme.

Sul sito si legge: ”La Scuola Provinciale per Cani da Ricerca e Catastrofe O.N.L.U.S è un’associazione di volontariato fondata nel 1980 a Trento con il fine di svolgere volontariamente e gratuitamente attività di protezione civile effettuando sul territorio nazionale ed estero la ricerca ed il soccorso di persone disperse o colpite da calamità o catastrofi naturali e con l’impiego delle proprie unità cinofile (uomo – cane) da ricerca e catastrofe”.

L’ente lavora soprattutto nel campo della ricerca delle persone con unità cinofile e da oltre dieci anni è convenzionata per il coordinamento e lo svolgimento dell’attività di ricerca con il Dipartimento di Protezione Civile della Provincia di Trento.

Questa scuola ha partecipato a vari interventi nei boschi trentini ed in altre provincie. Inoltre questa scuola provinciale si è sempre resa disponibile, a titolo di volontariato, ad effettuare degli incontri con le scuole e le colonie estive che lo richiedono, per far conosce la propria attività all’interno della organizzazione di Protezione Civile Provinciale. Oggi tutti piangono per la perdita di Ari.

Impostazioni privacy