Bella, la cagnolina che si strappa una zampa coi denti per togliersi le catene

Una scena davvero straziante da vedere, questa cagnolina di nome Bella è stata trovata in un cortile con una zampa ferita. A salvarla è stato un postino del Michigan che ha assistito a tutta la scena.

Cerca di liberarsi dalle catene strappandosi la zampa con i denti: la storia di Bella

È accaduto lo scorso agosto, la piccola Bella si stava rosicchiando una zampa pur di liberarsi da una condizione di estremo maltrattamento e abbandono. Da giorni il suo proprietario la teneva legata ad una catena così stretta che non aveva modo di muoversi in nessun modo, era senza acqua e cibo. L’unico modo per liberarsi era tagliarsi una zampa nonostante l’enorme dolore.

Quando l’uomo l’ha trovata, per una delle sue zampe purtroppo non c’era più niente da fare. Ha chiamato immediatamente il 911, in poco tempo sono arrivati i soccorritori del Saginaw Animal Care and Control che l’hanno liberata dalle catene che la tenevano ancora bloccata tra la terra, le feci e l’urina.

Come sta oggi Bella, il cane vittima di maltrattamenti

La direttrice di Saginaw County Animal Care and Control, Kanicki, ha detto: “È stata intenzionalmente collocata e legata lì. Era legata in una posizione in cui non poteva muoversi per chiedere aiuto”. Nonostante questa condizione, Bella ha cercato in tutti i modi di liberarsi. All’arrivo dei soccorritori, la sua zampa era già andata e stava iniziando ad addentarsi anche l’altra.

È stata portata in una clinica e i veterinari hanno subito curato la ferita aperta causata dall’autoamputazione. Fortunatamente non sono nate infezioni. Oggi la cagnolina sta seguendo un percorso di riabilitazione per vivere una nuova vita su tre zampe e sta facendo anche un percorso psicologico comportamentale che le permetta di superare il drammatico trauma vissuto.

Anche se è di una dolcezza unica, la sua esperienza ha influenzato alcuni dei suoi comportamenti. Così per darle una seconda possibilità, il Saginaw County Animal Care and Control sta cercando un rifugio che abbia esperienza nell’aiutare i cani come lei che hanno un trauma da superare.

“E’ finita in questa situazione non per colpa sua. È passata dagli orrori alla gioia delle persone. Le servirà un po’ di tempo”.

Ti consigliamo di leggere anche: Il primo incontro tra una bambina semi paralizzata e il suo cane di supporto

Lascia un commento