Bimbo di 8 anni cade in un pozzo di 17 metri: è corsa contro il tempo per salvarlo

Un bimbo di 8 anni è caduto in un pozzo profondo di 17 metri. Stava giocando quando all’improvviso ha perso l’equilibrio ed è caduto giù. È successo nello stato del Madhya Pradesh, in India. I soccorsi: “Stiamo scavando ma ci vorrà tempo perché ci sono molte pietre”.

Bimbo di 8 anni cade in un pozzo di 17 metri: è corsa contro il tempo per salvarlo

Sono ore di angoscia quelle che si stanno vivendo in India. Un bimbo di 8 anni, Tanmay Diyawar, è caduto in un pozzo di 17 metri e immerso nel fango ieri intorno alle 17 nel villaggio di Mandavi. Le operazioni di salvataggio stanno andando avanti da molte ore. Secondo quanto si apprende da fonti locali, il piccolo stava giocando ed è caduto giù. Mentre i soccorritori cercano di estrarlo il prima possibile, un’equipe medica gli sta fornendo ossigeno e lo stanno monitorando attraverso una telecamera. Per il momento le condizioni del bambino sono stabili.

Secondo le autorità, le operazioni dureranno ancora per almeno 4 o 5 ore per raggiungere i 13 metri di profondità e capire come muoversi dopo.

Ci vuole più tempo di quanto ci aspettassimo perché ci sono pietre. Abbiamo chiamato una macchina demolitrice di notte per romperle“, ha affermato il magistrato distrettuale aggiuntivo di Betul (ADM) Shyamendra Jaiswal.

Il papà del bimbo, Sunil Sahu, disperato ha detto al quotidiano The Hindu: “Mia figlia di 12 anni lo ha visto e mi ha informato che era caduto nel pozzo. Ci siamo subito precipitati. Respirava e abbiamo ascoltato la sua voce“.

Nelle campagne indiane sono molto diffusi i pozzi artesiani ma vengono quasi sempre lasciati scoperti e questa abitudine costituisce un serio pericolo per la gente, specialmente per i bambini. Non è la prima volta che succede un episodio simile, solo qualche mese fa è successo ad un bimbo di 11 anni, Rahul Sahu, anche lui precipitato in un pozzo artesiano mentre giocava vicino casa sua. Per fortuna il piccolo è stato salvato dopo 5 giorni di operazioni a cui avevano partecipato 500 persone.

Per Sujith Wilson, invece, non è stato così. Il bambino era precipitato in un pozzo abbandonato a Tamil Nadu nel 2019 ed il suo corpicino era stato recuperato alla fine del quarto giorno delle operazioni di salvataggio.

Lascia un commento