BMW e i suoi veicoli elettrici

La casa automobilistica BMW, si dedica allo sviluppo di auto ecologiche da oltre 40 anni. Ripercorriamo insieme la sua storia e scopriamo cosa ci aspetta per il 2013.

Nel 1969, la BMW mette a punto il suo primo motore elettrico con un veicolo che si è fatto notare anche qualche anno dopo con le Olimpiadi del 1972 di Monaco di Baviera.

In questi ultimi 40 anni, lo sviluppo tecnologico ha visto il gruppo BMW, come protagonista di alcuni successi, ne è un esempio la stessa Mini Cooper E, che pur montando un motore bmw è diventata così famosa da avere un brand con una linea eco tutta sua.

Una svolta decisiva per il mercato delle auto elettriche è avvenuta nel 2004, con l’avvento delle batterie ai ioni di litio in grado di tener testa al fabbisogno energetico di un veicolo.

 

Le nuove batterie hanno conferito a diverse case automobilistiche, tra queste BMW, di sviluppare nuove gamme e con questa opportunità, il gruppo BMW ha avviato il progetto “Sviluppo per un Trasporto Sostenibile” che ha dato i suoi frutti anche con la MINI E.

Questo 2011, la BMW ha presentato il brand Megacity, e, proprio con la ActiveE, questa estate effettuerà una serie di test per la versione beta del propulsore BMW serie i. Il nuovo marchio della BMW sarà rilasciato nell’autunno del 2013: sarà una nuova alba per la mobilità sostenibile.

I test di questa estate, saranno effettuati sul primo prototipo di i3. La fabbricazione della Megacity avverrà nello stabilimento della BMW di Lipsia, Germania.

 

2 commenti su “BMW e i suoi veicoli elettrici”

Lascia un commento