I cani soccorritori della SICS salvano 5 persone in due giorni

cani soccorso spiaggeUn bollettino che poteva essere davvero tragico quello dell’ultimo weekend al mare, se non fosse stato per i cani soccorritori della Sics, la Scuola Italiana Cani di Salvataggio, che si sono distinti salvando cinque persone tra sabato e domenica.

Nella giornata di sabato, Robin Hood e Zeus hanno salvato la vita a due ragazzi di Catania di 12 e 19 anni, sulla spiaggia di Giardini Naxos, in Sicilia, a ora di pranzo. La madre del più piccolo, dopo aver visto i due giovani in difficoltà, ha dato l’allarme alle unità cinofile in servizio presso la postazione di Giardini Naxos.

Robin Hood, un Golden Retriever di 4 anni, e Zeus, un Terranova di 6 anni, hanno raggiunto insieme ai loro conduttori i due ragazzi, che si trovavano a circa 100m dalla riva. Il 12enne si era aggrappato alle caviglie del più grande per proare a restare a galla, ma così facendo anche lui era in pericolo.
Fortunatamente i due cani li hanno raggiunti con il salvaggente e li hanno riportati sul bagnasciuga nel giro di pochi minuti.

Cani da salvataggio della SICS salvano 5 persone: gli interventi nel corso del weekend

Nella giornata di domenica, invece, a distinguersi per il loro coraggio e la loro efficacia sono stati il Golden Retriever di 7 anni Pedro e Mira, Labrador di 6 anni. Le unità cinofile hanno salvato due sorelle di Arezzo in vacanza a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo.

Stando alle testimonianze, le due giovani, di 20 e 25 anni, si sono imbattute in una buca venutasi a formare a causa della corrente mentre stavano nuotando. Le due hanno cercato di divincolarsi senza però riuscire a muoversi verso la riva. I conduttori di Pedro e Mira le hanno avvistate in preda al panico e hanno deciso di far partire i soccorsi.

I due cani, anche in questo caso, si sono precipitati verso le due persone in pericolo e le hanno aiutate a salire sull’imbarco galleggiante che le ha poi riportate sulla terra ferma. I due cani bagnino sono stati accolti da un applauso scrosciante da parte degli altri bagnanti che hanno assistito alla scena. Poco prima una donna sui 50 anni era finita nella stessa buca e anche in quell’occasione Pedro e Mira le hanno salvato la vita.

Lascia un commento