Famiglia trasloca e perde il gatto

È la storia della famiglia Kutscher che durante il trasloco dalla loro casa di Bridgeport nel West Virginia, a Morgantown, si sono accorti che il loro gatto Oliver si era stato smarrito.

La famiglia trasloca e perde il gatto: Oliver percorre più di 60 chilometri per ritrovarla

Dopo averlo cercato per diverse ore, la famiglia non riusciva a trovarlo e di conseguenza sono dovuti per forza partire senza di lui. Si erano però promessi che sarebbero ritornati nella vecchia casa per ritrovarlo.
«Sapevamo di avere del tempo per continuare a tornare nella vecchia casa per cercarlo, quindi eravamo ancora fiduciosi – raccontano a The Dodo – . Ci siamo tornati ogni fine settimana». Nonostante le ricerche, il gatto Oliver sembrava sparito nel nulla.
«Ogni volta che ce ne andavamo senza trovare neanche una traccia, mio ​​figlio piangeva senza sosta. Sono stati dei momenti strazianti da vivere».

Halie Kutscher, il figlio di 9 anni, per diverse settimane pregava affinché il suo gatto potesse essere ritrovato. Il bambino però, non poteva immaginare che il suo amico peloso Oliver lo stava per raggiungere, affrontando un lungo e faticoso viaggio di 60 chilometri

Fin quando potettero i Kutscher tornavano nella vecchia casa per cercare Oliver ma a momenti la vecchia casa sarebbe stata venduta e con essa la speranza di ritrovare il gatto: «Io e suo padre non pensavamo che avremmo dovuto affrontare la perdita di un animale domestico in così tenera età e doverglielo spiegare».

Già pronti ad affrontare la perdita dell’animale, ecco che succede qualcosa di incredibile, Oliver era tornato: «Ci stava fissando. L’ho preso in braccio tra le mie braccia… non appena siamo entrati, sono caduta in ginocchio e l’ho tenuto singhiozzando. È rimasto lì con me mentre il resto della famiglia e gli animali domestici si radunavano intorno a lui».

Dopo aver portato Oliver dal veterinario per assicurarsi delle sue condizioni di salute, dato che non lo vedevano a tanto tempo, il veterinario tramite una scansione del microchip rivelò una verità alla famiglia.
Il gatto aveva percorso 60 chilometri per tornare da loro, trovando la strada di casa tutto da solo.
Nonostante la fatica del viaggio e la distanza da casa, Oliver sembrava sempre lo stesso : «Non era spaventato o intimidito o altro. Sembrava solo contento e felice di essere a casa, e stanco».

Oggi, vive di nuovo con la sua famiglia nella sua nuova casa. Resta però il mistero di come il gatto abbia potuto fare tutta quella strada per ritrovare i suoi proprietari.

Lascia un commento