Kim Keon-hee dice stop alla carne di cani

Kim Keon-hee ha chiesto ai suoi cittadini che non mangino piu carne di cane. Nei paesi occidentali questa tradizione non è accettabile e pian piano anche diversi paesi orientali iniziano a non tollerarla visto che la carne è ancora un piatto della cucina tradizionale.

Dalle sue parole rilasciate durante un’intervista pare che questo appello rivolto ai cittadini sia nato per motivazioni legate ai rapporti internazionali. Secondo la first Lady sudcoreana, mangiare ancora carne di cani potrebbe essere motivo di attrito con le altre potenze economiche e quindi sarebbe meglio interrompere questa abitudine.

Inoltre, ha aggiunto: “Non consumare carne di cane è in definitiva la maggior espressione di rispetto nei confronti del migliore amico dell’uomo e significa anche rispetto per la vita”.

“Circa 15 milioni di persone hanno animali domestici nel nostro Paese. Se si legiferasse in modo che chi abusa degli animali subisca una punizione credo che potremmo diventare una società più matura. Dopotutto, l’abuso di animali e la violenza domestica sono solo rami diversi della stessa radice”.

In questi ultimi anni il consumo di carne di cane nel Paese è calato. Ma ontanto, a partire dal 21 giugno a Yulin, una città del Guangxi, nel sud della Cina, al confine con il Vietnam, anche quest’anno si terrà il festival di Yulin.

2 commenti su “Kim Keon-hee dice stop alla carne di cani”

  1. Tutti gli animali sarebbero da salvare, purtroppo, l’umano dispone di loro come gli fa comodo. Noi occidentali non siamo migliori di loro, perché mangiamo altri animali che consideriamo da reddito e non amici come i cani, questa usanza dovrebbe essere abolita immediatamente, quando lo si farà, sarà sempre tardi a parer mio. Da parte mia, sono vegana e vivo bene senza nessun tipo di carne e sono in pace con me stessa come dovrebbero fare tutti gli altri che si ritengono umani

    Rispondi

Lascia un commento