Non trova più il suo bassotto, ragazzo offre la sua moto: “E’ tutto ciò che ho”

bassotto motoCosa non sareste disposti a fare pur di riabbracciare il vostro migliore amico? Un ragazzo di Tucumàn, in Argentina, ha recentemente condiviso sui suoi social un accorato appello per ritrovare il suo amato bassotto Max. In un primo momento ha ottenuto davvero poche risposte, nessuna delle quali è stata poi utile per ritrovare il suo cagnolino. A quel punto il giovane ha pensato di inserire una ricompensa, in modo da spingere più persone a unirsi alla ricerca del bassotto.

Ma Ángel Castaño, questo il suo nome, non aveva molto da offrire. La sua famiglia non possiede molto denaro e lui, con il suo lavoro, riesce a malapena a comprare da mangiare. Nonostante questo, Ángel ha deciso di inserire come ricompensa l’unica cosa di valore che possiede: il suo unico mezzo di trasporto, una vecchia moto 110.

Ieri il bassotto Max si è perso. Non possiedo molto, ho solo una moto. Ma pur di riavere il mio cucciolo sono disposto a rinunciarci. Ecco perché offro la mia moto 110 per il mio cagnolino, voglio che torni da me”, ha scritto Ángel su Facebook.

Secondo il quotidiano Eltucumano, Max si è allontanato dalla sua casa mentre Ángel e la madre erano a fare la spesa. In un primo momento aveva offerto il suo cellulare come ricompensa, ma era troppo vecchio e nessuno sembrava interessato. Poi ha deciso di alzare la posta in palio aggiungendo la sua moto.

Il suo nuovo appello ha colpito così tante persone che in pochissimo tempo è diventato virale. Max era così importante per lui da spingerlo a rinunciare a tutto pur di ritrovarlo. In pochissimo tempo ben 15mila persone hanno ricondiviso il suo appello sui social. Altre invece sono scese in strada insieme a lui per cercarlo. Tutti i loro sforzi sono stati ripagati.

Max è ritornato a casa

Dopo qualche giorno, una donna che abita nel suo stesso quartiere lo ha contattato spiegando di aver visto due ragazzini che stavano portando via un cagnolino. Il bassotto non sembrava conoscerli così li ha fermati e ha preso l’animale con sè. Il figlio aveva visto qualche ora prima l’annuncio di Ángel e così lo ha contattato: “Mi hanno chiamato dicendomi che avevano trovato Max. Quando sono andato a prenderlo mi hanno detto che potevo tenermi la moto.

Ringrazio Fredy che, disinteressatamente, mi ha restituito il cane. Gli ho messo in mano le chiavi della mia moto, avrei voluto dargli anche dei soldi. Non ha voluto niente, neanche il mio cellulare. Non posso fare altro che ringraziarlo, quindi, così come voglio ringraziare le quasi 15.000 persone che hanno condiviso il mio appello. Il vostro gesto è stato fondamentale” ha concluso Ángel.

Lascia un commento