Postino prende a calci il cagnolino di una bambina durante una consegna

postino prende a calciNei giorni scorsi, un postino della Royal Mail di Greater Manchester, nel Regno Unito, è stato filmato mentre dava un calcio molto forte a un cagnolino che lo stava “importunando” durante una consegna. Il tutto davanti alla sua giovanissima proprietaria non ancora adolescente.

Il dipendente della Royal Mail aveva bussato alla porta per consegnare un pacco. Ad aprirgli tuttavia è stata la giovane che non è riuscita a tenere a bada l’esuberanza del suo cagnolino che ha iniziato a correre avanti e indietro, per poi dirigersi verso il postino.
La situazione sembrava abbastanza tranquilla ma a un certo punto il postino dà un calcio così violento da lasciarlo tramortito.

La madre della ragazzina ha riferito di essersi accorta di quanto avvenuto solo dopo che la figlia è corsa da lei in lacrime. La donna ha spiegato che il cagnolino abbaia ogni volta che suona il campanello, ma che non aveva dato nessun problema. D’altro canto il postino afferma invece che il cane lo abbia morso e che a quel punto gli ha rifilato un calcione come riflesso incondizionato.

Parlando al Manchester Evening News, la madre, che ha già presentato una denuncia, ha detto: “Il mio cane ha un po’ un trauma quando suona il campanello. A volte fa non riesce a controllare la vescica e trema visibilmente.”

‘Mia figlia ha aperto la porta per la consegna. Ero fuori a stendere i panni e lei è corsa dentro e mi ha detto cosa era successo. Mia figlia era inconsolabile e piangeva a dirotto. E’ molto sensibile”

La compagnia postale si scusa, ma giustifica il dipendente: “Ogni settimana 33 postini attaccati”

In un comunicato stampa con il quale ha affrontato la questione, la Royal Mail si è scusata per il modo in cui si è comportato il proprio dipendente. Hanno chiesto scusa anche nei confronti della ragazzina che è rimasta molto sconvolta dall’episodio. Dopodichè, però, la compagnia ha anche affermato che, mediamente, 33 postini vengono attaccati dai cani ogni settimana. E che questo possa aver influito sul comportamento del proprio dipendente.

  “Lavoriamo a stretto contatto con il nostro team di salute e sicurezza per garantire che il nostro personale sia pienamente consapevole dei pericoli degli animali in libertà. Adottiamo una politica di evitare assolutamente qualsiasi contatto. Qualora un cane dovesse apparire piuttosto problematico hanno l’ordine di annullare la consegna e di riportare la posta all’ufficio. Ci sarà poi un ulteriore tentativo di consegna qualora la situazione dovesse apparire più sicura” hanno sottolineato i responsabili della Royal Mail.

“Trattiamo molto seriamente tutti gli attacchi di cani ai nostri postini e postine. La nostra prima priorità come datore di lavoro è garantire il benessere e la sicurezza dei nostri dipendenti che forniscono un servizio prezioso ai nostri clienti.” ha affermato un portavoce della compagnia.

“La stragrande maggioranza dei proprietari di cani è molto responsabile e tiene sotto controllo i propri animali domestici. Tuttavia, l’anno scorso, ci sono stati 1.690 attacchi di cani contro postini e donne nel Regno Unito. Alcuni hanno avuto ferite molto gravi che hanno portato i postini a cambiare vita. Continuiamo a fare appello ai proprietari di cani e alle loro famiglie affinché ci aiutino a ridurre il numero di attacchi”

Lascia un commento