Come risparmiare energia domestica: 10 consigli

Una guida formata da 10 pratici consigli per risparmiare energia e denaro nella vita di tutti i giorni. Quotidianamente ci sono nuovi rincari, come fronteggiarli? La risposta è molto semplice, basta avere tanti piccoli accorgimenti verso i prodotti elettronici che si utilizzano.

Piccoli accorgimenti da applicare in casa giornalmente così da avere un sensibile calo della bolletta e ridurre le emissioni energetiche, facendo respirare un po’ di più l’ambiente.

Ecco i 10 consigli per risparmiare energia in casa:

1) Televisore, videoregistratore, lettore dvd e computer sono quegli elettrodomestici che indicano il loro stato attivo attraverso LED colorati, ovvero delle lucine che restano accese anche se non utilizziamo quel dispositivo. Spegnendo queste lucette, in particolare durante la notte,  si evita di lasciare l’apparecchio in stand-by permettendo un sensibile risparmio energetico
oltre che un inquietante effetto “Visitors” in casa con tutte queste lucette illuminate al buio.
Stesso discorso vale per il modem del pc e per le ciabatte multi spina.

2)Lampade ad alta efficienza energetica. Sono un tipo particolare di lampade a basso consumo che hanno la stessa luminosità delle lampade tradizionali ma durano di più e permettono un risparmio energetico dell’80% sulla bolletta mensile. Tempo fa erano molto costose, oggi giorno il prezzo è calato di molto.
Molto convenienti sono i modelli prodotti da Ikea.

3) Condizionatore. Con l’afa estiva è impossibile non utilizzarli ma si può scendere a compromesso. Regolando il termostato su temperature non molto differenti rispetto a quelle esterne possiamo godere di un leggero refrigerio che sconfigge l’afa, quindi scordatevi di impostare il condizionatore a 16°. Più è bassa la temperatura più il consumo energetico aumenta.

4) Forno elettrico. Avete presente quando la vostra mamma apre di continuazione il forno per verificare se la pasta della pizza è giunta alla giusta cottura? Beh, sappiate che questa operazione non fa altro che disperdere il calore interno facendo si che il forno produca ulteriore energia. E’ consigliato invece spegnere il forno poco prima della fine della cottura per sfruttare il calore residuo all’interno del forno stesso.
5) Forno a micro-onde. Dopo un iniziale insuccesso commerciale dovuto alla paura delle sue temute onde il forno a micro-onde si è rivelato un successo non che un fedele alleato dell’ambiente e della bolletta. Il micro-onde è molto contenuto nei consumi rispetto ad un forno tradizionale in quanto riesce a cuocere i cibi in modo molto più rapido con il conseguente risparmio energetico…
e di senso di fame!
6) Frigorifero. Per l’amato frigorifero vale lo stesso discorso del forno. Aprire in continuazione lo sportello non fa altro che far aumentare il consumo energetico dell’apparecchio, pensateci nei lunghi momenti di indecisione su cosa prendere! Inoltre è consigliabile posizionare il frigorifero nel punto più fresco della cucina, lontano dai fornelli e dall’esposizione diretta alla luce, non farebbe altro che surriscaldarsi, mentre invece è d’obbligo tenere l’elettrodomestico ad una distanza di almeno 10 cm rispetto al muro per evitare un surriscaldamento di calore nella stanza.

7)  Lavastoviglie. Inserire in lavastoviglie i piatti con grandi pezzi di sporco non fa altro che intasare i filtri dell’elettrodomestico limitando così l’efficacia della nostra lavastoviglie. E’ consigliabile effettuare una leggera pulizia delle stoviglie prima di inserirle nell’elettrodomestico che deve funzionare rigorosamente a pieno carico.

8)  Asciugacapelli. Va esclusivamente utilizzato a temperature medie che oltre a far risparmiare energia recano anche minori danni ai capelli.

9) Lavatrice E’ consigliabile effettuare tutti i lavaggi di notte in modo da non intasare troppo il traffico energetico giornaliero. Come la lavastoviglie è da utilizzare esclusivamente a pieno carico ed in generale mai a temperature troppo alte, 30-60° sono l’ideale per ogni lavaggio.

10)  Scaldabagno sta ad inverno come condizionatore sta ad estate ma le regole per la salvaguardia energetica sono sempre le stesse, un utilizzo eccessivo non fa altro che far pesare la bolletta. Evitare quindi sprechi e se è possibile è consigliato installare un timer che metta in funzione il dispositivo almeno tre ore prima per assicurare un utilizzo ottimale.

Marco Petrarca

2 commenti su “Come risparmiare energia domestica: 10 consigli”

Lascia un commento