Rocky, il Cocker tratto in salvo dai Vigili del Fuoco

Fortunatamente è terminata senza rilevanti conseguenze la disavventura di Rocky, un cocker che era finito in un canale di scolo. Importante l’intervento dei Vigili del Fuoco che lo hanno tirato fuori dopo diverse segnalazioni fatte da alcuni passanti.

Rocky, il Cocker tratto in salvo dai Vigili del Fuoco dopo essere caduto in un canale di scolo

A Chiampo, nell’Alto vicentino, un Cocker dal pelo nero di nome Rocky è stato salvato dai Vigili del Fuoco dopo che era scivolato in un canale di scolo.
Fortunatamente il cane non ha riportato ferite e anche grazie a diverse segnalazioni di alcuni passati, l’intervento dei Vigili del Fuoco è stato immediato.

Una volta arrivati sul luogo, tramite una scala, alcuni volontari si sono calati nel canale di scolo e hanno recuperato velocemente Rocky. A riabbracciarlo il suo padroncino, che lo stava cercando da oltre mezz’ora. Fortunamente per lui, alcuni passanti lo hanno notato e di conseguenza hanno allertato le autorità.

Quando capitano episodi di animali in difficoltà o in stato di abbandono, oggi c’è poca informazione su quale autorità contattare. Ogni anno infatti, circolano sui social contatti telefonici che risultano inattivi da tanto tempo e proprio per questo motivo diventa difficile la segnalazione.
Tutto ciò ne deriva una perdita di tempo che per l’animale può essere di importanza vitale.

Bisogna capire innanzitutto che la segnalazione va fatta in base alla situazione che un animale può trovarsi, se è abbandono o smarrimento, così poi da contattare le giuste associazioni le quali riescono a mobilitarsi con più facilità.

I casi della segnalazione possono essere molteplici. Il segnalatore quindi deve prima capire se un animale è stato abbandonato, smarrito o è un classico cane di quartiere e quindi può tranquillamente girare per il paese.
Se il cane di quartiere invece si trova in condizioni precarie, ovvero denutrito o in un stato confusionale, bisogna segnalarlo perché può diventare un pericolo per la comunità.

In questi casi si può anche provare ad avvicinarsi al cane per controllare ipotetiche targhette che possa avere con annessi numeri di telefono, così da segnalare in tutta sicurezza. Diversamente se un cane non ha un targhetta che può darci info, si devono contattare le autorità competenti, perché quell’animale può creare disturbi alla collettività.

Per le segnalazioni il numero di riferimento è quello dei Carabinieri, il 112, i quali sono obbligati ad intervenire h24 per qualsiasi tipo di pericolo. Con i Carabinieri, anche la ASL Veterinaria è obbligata a soccorrere l’animale dopo la segnalazione ma il numero di telefono cambia a seconda della località in cui ci si trova.

In autostrada bisogna chiamare il 113, ovvero la Polizia, mentre nei centri urbani o nei piccoli comuni si può contattare la Polizia Locale che può intervenire in maniera più rapida.
Se animale invece si trova in una scomoda posizione di salvataggio, bisogna contattare il 115, ovvero i vigili del fuoco.

Quindi, contattare sempre i numeri ufficiali è la soluzione più giusta. Non bisogna mai affidarsi a numeri di telefono scritti sui social che possono portare solo perdite di tempo.

Lascia un commento