Stop alle botticelle in tutta Italia: lo ha deciso la Camera

Arriva lo stop alle botticelle in tutto il nostro Paese. Le caratteristiche carrozzelle trainate da cavalli saranno abolite.

Stop alle botticelle in tutta Italia: lo ha deciso la Camera

Il Governo infatti ha approvato un ordine del giorno che metterà fine a questo business. Le attuali licenze dei vetturini saranno convertite in licenze per veicoli elettrici o taxi

È stato approvato mercoledì a Montecitorio un ordine del giorno firmato dalla deputata del pd Patrizia a Prestipino, ex assessora allo sport del comune di Roma, che mette fine alla circolazione delle tradizionali carrozzelle trainate dai cavalli,le botticelle.
L’ordine infatti va a «vietare l’utilizzo di animali per la trazione di veicoli e di mezzi di ogni specie adibiti al servizio di piazza e per i servizi pubblici non di linea finalizzati ai trasporti di persone a fini turistici e ludici, nell’intero territorio nazionale», prevedendo anche «sanzioni amministrative e confisca del mezzo e dell’animale in caso di trasporto non autorizzato».

«Nonostante il “simpatico” sottosegretario leghista, appoggiato dalla Lega e da Fratelli d’Italia (difendono le botticelle anche perché le amava Almirante), abbiano dichiarato di votare contro – ha detto Prestipino – mi sono impuntata chiedendo di metterlo ugualmente ai voti ed è passato con pochi voti di scarto».

Con questo provvedimento non scatta lo stop automatico delle botticelli. Infatti si tratta di un atto che impegna il governo a mobilitarsi affinché arrivi lo stop definitivo. Le licenze degli attuali vetturini saranno convertite in licenze di guida di veicoli elettrici o taxi. Di conseguenza potranno continuare a lavorare solo utilizzando mezzi che non impieghino animali.

È solo di pochi giorni fa infatti l’episodio avvenuto proprio a Roma, in zona Fontana di Trevi, dove un cavallo a causa del caldo torrido mentre trasportava dei turisti, è stramazzato al suolo.
Nonostante i vetturini abbiano dichiarato che il cavallo sia scivolato, le associazioni non credono a questa storia.
Infatti come spesso è capitato tutto ciò è dovuto caldo infernale che gli animali sono costretti a sopportare.

Per il momento ci ha pensato il sindaco Roberto Gualtieri a salvaguardare i cavalli stabilendo un divieto di circolazione delle botticelle dalle 13 alle 17 con temperature superiori ai 35 gradi, ma anche dalle ore 11 alle ore 18 nelle giornate caratterizzate dai livelli di rischio 2 e 3 del bollettino giornaliero del “Sistema di allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute”.

Il Tar ha inoltre convalidato questo provvedimento nonostante le proteste dei vetturini. Arianna Spessotto (gruppo misto) è intervenuta sulla questione affermando che le botticelle, «non hanno nulla di turistico, né di culturale, ma sono puro maltrattamento degli animali. È un sistema che andrebbe assolutamente mandato in pensione, cancellato».

La Riconversione delle Licenze

Per quanto riguarda l’aspetto lavorativo, è prevista la riconversione delle licenze. Quelle per la conduzione delle botticelle saranno convertite in licenze per le guide di carrozze elettriche o taxi.

“L’esecutivo, inoltre, si ripromette di prevedere sanzioni amministrative e confisca del mezzo e dell’animale in caso di trasporto non autorizzato”. È previsto anche che gli animali maltrattati vengano tolti e affidati a chi può prendersene cura.

Lascia un commento