Come eliminare il calcare, rimedi naturali e prevenzione

come eliminare il calcare

Come eliminare il calcare: soluzioni efficaci a costo zero per rimuovere il calcare in bagno, sui rubinetti nelle tubature, negli elettrodomestici. La soluzione naturale contro ogni tipo di incrostazione.

Molto spesso si evidenziano incrostazioni di calcare vicino a tubi, rubinetti ed elettrodomestici! Questo succede perché l’acqua del rubinetto che arriva nelle nostre abitazioni non è del tutto pura: essa contiene spesso minerali disciolti, come il calcio ed il magnesio ad esempio. È proprio la presenza di tali minerali a far si che il calcare si depositi.

Per eliminare il calcare possiamo ricorrere a diversi prodotti in commercio ma spesso contengono sostanze chimiche dannose per l’ambiente. Contro il calcare possiamo attingere a rimedi casalinghi; consentono infatti di ottenere una pulizia ed una brillantezza delle superfici nettamente superiori rispetto a quelle ottenuta con detersivi chimici. A tal proposito vi illustreremo come eliminare il calcare con rimedi naturali facilmente reperibili in casa.

Perché eliminare il calcare?

Il calcare provoca intasamento ed ostruzione dei tubi, riducendo così la loro efficienza e peggio, aumentando i consumi di energia. Inoltre danneggia i macchinari domestici.

Come evitare il formarsi del calcare, la prevenzione

Un’alta concentrazione di calcare può compromettere il funzionamento degli alcuni elettrodomestici e creare incrostazioni sulle superfici della casa. La soluzione ideale per combattere il calcare sarebbe quella di disporre un decalcificatore collegato all’impianto idrico.
Per prevenire il calcare su lavelli di metallo, piastrelle e altre superfici lavanili basta usare un panno inumidito con acqua e aceto periodicamente.

Come eliminare il calcare, rimedi anticalcare fai da te

È fondamentale rimuovere tempestivamente il calcare, non appena si forma. Se pulite in tempo, le macchie possono essere eliminate molto più facilmente anche con una spazzola con setole. Altrimenti, sarà necessario procedere con uno dei metodi alternativi.

È possibile eliminare il calcare sfruttando le proprietà di determinate sostanze comuni. Tra le sostanze più famose per la loro efficacia contro le incrostazioni di calcare possiamo citare l’aceto, il limone, l’acido citrico, il pomodoro, il bicarbonato di sodio. Un anticalcare fatto in casa è un prodotto ecologico pertanto il suo impatto sull’ambiente è zero.

Anticalcare naturale con aceto

  1. Versate in una bacinella 250 ml di aceto bianco con 500 ml di acqua e mescolate il tutto: rispettate le quantità di dosaggio, se esagerate con l’acqua potrebbe smorzarne l’effetto pulente.
  2. Una volta disciolto, applicate l’anticalcare naturale con una spugnetta morbida poi lasciate agire per qualche minuto.
  3. Risciacquate con acqua tiepida usando un’altra spugnetta

NOTA BENE: Se l’odore dell’aceto dovesse risultare troppo pungente e quindi fastidioso, basterà lasciare le finestre aperte per qualche minuto.
Per filtri, griglie del rubinetto e soffioni della doccia con incrostazioni di calcare sarà sufficiente svitarli e immergerli per una notte in una soluzione di acqua e aceto al 50 per cento. Per i casi più estremi basteranno 24 ore in ammollo.

Anticalcare con limone

L’effetto del limone garantisce risultati sorprendenti e per di più questo rilascia un odore molto gradevole. Nel caso in cui l’incrostazione risulti veramente difficile da rimuovere, è anche possibile utilizzare sia il limone che l’aceto.

Anticalcare naturale con bicarbonato di sodio

  1. Diluite circa 100 grammi di bicarbonato in un litro di acqua calda sotto i 60 gradi
  2. Fatto ciò, aggiungere 250 ml di aceto bianco e mescolate per bene
  3. Versate il contenuto dentro un dispenser
  4. Spruzzate sulle aree interessate dal calcare e lasciate agire per almeno 10 minuti
  5. Sciacquate con acqua tiepida

Anticalcare naturale con acido citrico

Si tratta di un prodotto disponibile in polvere naturale da sciogliere nell’acqua. La quantità da utilizzare sarà di circa centottanta-duecento grammi in un litro d’acqua (soluzione al 18-20%).
Una volta disciolto, va applicato con la spugnetta e lasciato agire per qualche minuto. Il risciacquo va fatto sempre con acqua tiepida. Da evitare l’utilizzo dell’acido citrico su superfici delicate come marmo, legno e cotto

Anticalcare con pomodoro

Mettete il pomodoro tagliato a pezzetti sulle superficie interessate dal calcare e lasciate agire per qualche minuto: eliminerà ogni residuo di calcare, soprattutto sui lavandini. L’azione anticalcare del pomodoro è molto potente anche sull’ottone: basta strofinare con un po’ di polpa di pomodoro maturo e poi risciacquare e lucidare con un panno di lana.

Come eliminare il calcare negli elettrodomestici

Se le incrostazioni di calcare hanno attaccato la vostra lavatrice, un metodo efficace è quello di eseguire un normale ciclo di lavaggio, ma a vuoto, senza indumenti all’interno ed aggiungendo soltanto del detersivo liquido.

Come rimuovere il calcare dalla lavatrice

In alternativa potete versare un litro d’aceto diluito con acqua nel cestello vuoto della lavatrice, quindi azionare il programma di lavaggio lungo con una temperatura tra sessanta e massimo novanta gradi: scioglierà il calcare e al contempo disinfettarà la lavatrice. È consigliabile fare questa operazione almeno una volta al mese se si fanno lavaggi frequenti.

Come eliminare il calcare nella caffettiera o in una pentola

Riempite per un quarto il recipiente con dell’aceto o del succo di limone e lasciate che esso riposi per un’ora abbondante. Dopo, lasciando ancora il liquido all’interno, aggiungete dell’acqua e mettete il tutto sul fuoco. Fate arrivare ad ebollizione la miscela, gettate via l’acqua e completate sciacquando bene con dell’acqua fredda per eliminare ogni traccia di succo di aceto o di limone onde evitare un gusto ben poco gradevole per il vostro prossimo caffè!
calcare caffettiera

Come eliminare il calcare nel ferro da stiro

Per scrostare il ferro, versate aceto e acqua nella stessa quantità, lasciate scaldare il tutto e fart uscire un po’ di vapore. Fatto ciò spegnetelo, lasciatelo raffreddare in verticale, svuotatelo infine sciacquatelo internamente con acqua distillata.

Come eliminare il calcare dalla lavatrice

Se trascuriamo la manutenzione alla nostra lavatrice,  è inevitabile che si creino delle fastidiose incrostazioni di calcare,  compromettendone il funzionamento corretto. La lavatrice non pulirà i capi in modo efficace,  rilascerà cattivi odori sui nostri indumenti, fino ad arrivare alla rottura dell’ elettrodomestico. L’ acqua, soprattutto se particolarmente dura, contenendo il carbonato di calcio, va ad incrostare gli elementi della lavatrice. Vediamo allora come rimuovere il calcare dalla lavatrice

L’ aceto è uno dei più efficaci alleati contro il calcare, basta versare 250 ml di aceto nella vaschetta del detersivo dell’ ammorbidente e mezzo litro all’ interno del cestello poi avviare il lavaggio senza indumenti a 60 gradi. A lavaggi alternati potete aggiungere un cucchiaino di bicarbonato di sodio al vostro comune detersivo; la lavatrice sarà igienizzata, soprattutto se avrete la costanza di eseguire questa operazione ogni due mesi.

Come disincrostare il filtro, la resistenza, le guarnizioni e il cestello della lavatrice

Se è vero che gli ingredienti naturali sono molto efficaci, economici e non inquinano, è pur vero che periodicamente il calcare necessita di essere trattato in maniera più decisa con appositi preparati. Ogni sei mesi è consigliabile utilizzare un prodotto specifico per curare la vostra lavatrice in maniera ottimale.

Tra i vari prodotti presenti sul mercato, vi consigliamo l’uso di un decalcificante e sgrassante molto efficace e pratico da usare. Il prodotto in questione si chiama Clean & Care, è adatto a tutte le lavatrici e ne raccomandiamo l’uso non solo per la pulizia del filtro  e per l’igiene della lavatrice, ma anche per salvaguardare la resistenza elettrica del vostro apparecchio. Leggi pure “Come puire il filtro della lavatrice

Il prodotto citato è in bustine monouso, una confezione ne contiene 10 e si compra su Amazon al prezzo di 11,99 euro con spese di spedizione gratuite. Per la pulizia della lavatrice vi basterà usare una delle bustine (da 50 grammi) e avviare un lavaggio a vuoto.

Come premesso, il prodotto è nato per rimuovere il calcare e “sciogliere” residui di sporco. Prevenire e eliminare i cattivi odori dalla lavatrice. Eliminando il calcare riesce a migliorare i consumi dell’apparecchio e, pulendo il filtro, va a migliorare la resa del detersivo.

Anche se il produttore consiglia di usare le bustine almeno una volta al mese, noi vi consigliamo di usarle ogni 6 mesi se siete abituati a fare solo un bucato a settimana. Per tutte le informazioni sul prodotto citato vi rimando a “questa pagina Amazon“.

1 Commento to “Come eliminare il calcare, rimedi naturali e prevenzione”

  1. Marco

    Mar 15. 2018

    Consigli molto utili, ma non avete considerato un prodotto molto soggetto a incrostazioni di calcare, per togliere le quali si fa molta fatica: si tratta degli umidificatori a caldo, nei quali l’elemento riscaldante si incrosta facilmente a causa dell’acqua che bolle per molte ore per umidificare l’ambiente. Quale delle soluzioni indicate nel vostro articolo ritenete più adatte a eliminare o, meglio ancora, a prevenire le incrostazioni? grazie.

    Rispondi a questo commento

Lascia un commento