Fast food vegetariani, presto anche in Italia

vegan

Vi ricordate di Vegetarian Butcher?  Lo abbiamo presentato qualche tempo fa come l’alternativa cruelty free al McDonald’s. Fino a poco tempo fa, Vegetarina Butcher era solo un gruppo di negozi che proponeva prodotti vegetariani… oggi il fenomeno e cresciuto fino a varcare i confini dello stato in cui è nato.

Vegetarian Butcher è stato fondato in Olanda nel 2010 da Niko Koffman. Nel giro del primo anno, sono stati aperti 30 rivenditori autorizzati che proponevano al pubblico cibo etico e soprattutto cruelty free. Dall’apertura del primo Vegetarian Burcher a oggi ne è passata di acqua sotto i ponti: il marchio Vegetarian Butcher spopola con migliaia di rivenditori… è divenuto così famoso da varcare i confini nazionale e invadere altri Stati, a partire dal Belgio, Portogallo, Finlandia e presto perché no, anche in Italia!

energia

Con la crescita di Vegetarian Butcher non sono aumentati solo i punti vendita autorizzati ma sono nati anche veri e propri fast food cruelty free. Non sono pochi i punti ristoro che offrono menu vegetariani grazie alla fitta rete distributiva di vegetarian Butcher. Tali fast food e ristoranti sono disseminati tra Amsterdam, Baarn, Bodegraven, Delft, Leeuwarden… e nelle principali cittadine dell’Olanda. Non si tratta di casi isolati ma di centinaia di punti ristoro che offrono menu cruelty free.

Tutti i punti vendita Vegetarian Butcher offrono alimenti sostenibili e cruelty free, pronti da mangiare oppure da preparare in casa. Secondo una stima, il 75 per cento degli olandesi non consuma carne quotidianamente, anzi, predilige piatti più sostenibili.

vegetarianoVegetarian Butcher anche in Italia?
Non ci sarebbe da meravigliarsi se tale marchio dovesse arrivare anche in Italia. Per ora, alcuni indizi ci fanno ben sperare, la data non dovrebbe essere molto lontana. Il pubblico italiano è pronto a una svolta cruelty free, anzi, Vegetarian Butcher cerca nuovi rivenditori e li cerca proprio su territorio italiano. Nella sezione dedicata ai rivenditori, Vegetarian Butcher espone un banner in tre lingue e tra queste c’è anche l’italiano. Si legge letteralmente “Macellaio Vegetariano”…. proprio così, Vegetarian Butcher cerca rivenditori italiani per proporre polpette vegetariane, spidini di pollo veg, pancette affumicata, hamburger… tutto fatto con seitan, soia, mais e altri ingredienti al 100% cruelty free.

La caccia ai rivenditori è aperta, durante il 2013 Vegetarian Butcher si aspetta di raddoppiare il numero dei partner, magari con un franchising e aprire punti ristoro e fast food vegetariani in ogni nazione in modo che i consumatori di tutto il globo possano godere di carni al 100 per cento vegetali.

loading...

4 Commenti to “Fast food vegetariani, presto anche in Italia”

  1. Luisa Vegman

    Feb 08. 2014

    ok per la dicitura ” fast food vegan”. Ma non chiamiamola macelleria vegana che la cosa crea immediatamente disgusto e voglia di buttarci dentro una granata. Non condivido manco il link tanto è la zepulsione per un nome che richiama alla memoria ammazzamenti e tortura : Per me gli olandesi o cambiamo nome o in Italia falliscono dal primo negozio

    Rispondi a questo commento
  2. letizia bandinelli

    Feb 13. 2014

    Mi piacerebbe lavorarci

    Rispondi a questo commento
  3. Heinrich Strudel

    Mar 10. 2014

    Luisa Vegman, a causa di un nome non favoriresti la diffusione di una catena di esercizi commerciali che sostengono la tua scelta? Fa un bella cosa, non dire in giro che sei vegetariana, il pensiero di essere accomunata ad una come te mi infastidice

    Rispondi a questo commento
  4. Giada

    Mar 12. 2014

    Sono d’accordo con te Luisa!

    Rispondi a questo commento

Lascia un commento