Muffa sui muri e sulle pareti, come eliminarla definitivamente

eliminare muffa sui muri e dalle pareti

Se la muffa sui muri si trova sulla parte bassa delle pareti, si può trattare di un problema di umidità di risalita

Muffa sui muri, tutti i consigli per eliminarla definitivamente. Dai prodotti antimuffa per i muri, alle soluzioni fai da te. Cause e danni per la salute.

Dal bagno, alla camera da letto, dalla cucina alla cantina, la muffa non conosce limiti e può attecchire su qualsiasi parete di casa. In questo articolo non solo ti dirò come togliere la muffa dai muri ma anche come fare per evitare che, dopo breve tempo, possa riformarsi. 

Prima di vedere come eliminare la muffa sui muri e sulle pareti di casa esaminiamo quali sono le cause che provocano la formazione della muffa sui muri e quali sono i possibile effetti sulla salute.

Muffa sui muri, cause

Le muffe sono funghi microscopici che, durante la proliferazione, liberano particelle sferiche di piccole dimensioni (spore della muffa) che si disperdono nell’aria di case. La causa principale della muffa sulle pareti di casa è l’umidità. Se hai muri umidi, sfuggire alla muffa sarà un’impresa difficile.

In genere, le cause della muffa sui muri possono essere così sintetizzate:

  • Scarsa ventilazione
    pochi ricambi d’aria, ambiente spesso chiuso
  • Scarsa esposizione solare
    ambiente buio o poco esposto al sole
  • Elevata umidità

La muffa si sviluppa soprattutto in luoghi poco illuminati, su oggetti o pareti umide e in spazi sottoposti a scarsi ricambi d’aria. Per queste caratteristiche la muffa si può formare anche nei condizionatori d’aria, oltre che negli armadi, sui tessuti e nelle fughe dei pavimenti.

Muffa sui muri, effetti e danni alla salute

Avere la muffa in casa fa male alla salute? Sì. La muffa sulle pareti di casa, infatti, non è solo antiestetica ma anche nociva.

I problemi che può causare la muffa possono essere:

  • effetti sulla salute immediati
  • effetti a lungo termine, in genere cronici

L’impatto sulla salute è legato alla presenza delle spore di muffe nell’aria che respiri in casa. Queste spore, infatti, possono avere effetti sull’apparato respiratorio e causare:

  • Irritazioni del naso, degli occhi e della gola
  • Emicrania

Quindi, possono apparire sintomi quali: difficoltà a concentrarsi, bruciore e lacrimazione oculare, tosse secca, tosse notturna, naso che pizzica o che cola. Se questi effetti sono legati a un’immediata azione irritante delle spore di muffa, ci sono poi effetti a lungo termine che tendono a cronicizzarsi. Questi danni alla salute sono:

  • Asma
    soprattutto nei bambini e soggetti predisposti
  • Rinite allergica
    i più esposti sono quelli che già soffrono di allergie stagionali o allergia agli acari
  • Polmonite da ipersensibilità alle spore della muffa
  • Malattie respiratorie allergiche
  • Sensibilizzazione agli allergeni inalanti
    quindi si diventa più sensibili ai comuni allergeni contneuti nei saponi, detersivi per il bucato, profumi…

Il Ministero della Salute fa sapere che l’esposizione a muffa può causare anche danni funzionali e che, i più esposti, sono i bambini con un’età compresa tra i 6 e i 12 anni. La muffa sui muri è ancora più pericolosa in camera da letto, in quanto, durante il sonno, la respirazione tende a farsi più profonda e aumenta l’inalazione delle spore.

Muffa sui muri, rimedi

Per eliminare la muffa definitivamente bisogna eseguire operazioni a step. Dovrai quindi, risanare la parete impiegando un antimuffa per muri (fai da te o già pronto all’uso) e poi eliminare i presupposti che hanno permesso la formazione della muffa sulle pareti di casa. Ecco le linee guida di tecnologia-ambiente.it per evitare la comparsa della muffa.

  1. Assicura, a ogni stanza della casa, il giusto ricambio d’aria da eseguire almeno due volte al giorno. Un ambiente ben ventilato è meno incline alla formazione della muffa.
  2. Controlla i livelli di umidità con un igrometro (costa meno di 10 euro) e cerca sempre di tenerli sotto al 40%, se occorre, usa un deumidificatore. Per sapere come fare, leggi la guida “come misurare l’umidità in casa.
  3. Non usare tappeti o moquette nelle zone dove c’è molta umidità. Se hai muffa sui muri nel bagno o in camera da letto, elimina provvisoriamente il tappeto da questi ambienti. Lo inserirai poi quando sarai riuscito a eliminare la muffa dalle pareti.
  4. Non far asciugare la biancheria in casa, oppure, se proprio devi, poni lo stendi-biancheria in un ambiente con la finestra aperta, così da consentire un continuo ricambio d’aria.
  5. Se noti condensa sui muri, sulle piastrelle del bagno o sui vetri, corri ai ripari. La presenza della condensa è un indicatore importante, significa che c’è troppa umidità in casa. In presenza di condensa, cerca di areare frequentemente la stanza.

Muffa sui muri, altri rimedi

  1. I condizionatori sono il covo preferito della muffa. Assicurati di praticare una buona manutenzione ai condizionatori di casa. Pulisci i filtri.
  2. Se hai piante in casa, assicurati di irrigarle solo lo stretto necessario. Le piante eliminano gli inquinanti ma le irrigazioni possono causare un eccesso di umidità in casa, quindi irriga con parsimonia e non lasciare acqua nel sottovaso.
  3. Se hai problemi di muffa sui muri della cucina, assicurati di usare la kappa aspira fumi ogni qual volta che cucini.
  4. Controlla i muri esterni della casa. Se noti che in alcuni punti la parete entra in diretto contatto con il terreno, assicurati che la muratura sia realizzata con materiale idoneo.
  5. Muri esterni, fondamenta, sottotetti e attico possono essere fonti di umidità. Una casa ben isolata non avrà problemi di muffa sui muri. So che gli interventi di isolamento dei muri possono essere costosi ma valutali, ne va della tua salute. Se proprio non vuoi ristrutturare i muri di casa, sappi che esistono dei panelli isolanti facili da installare con il fai da te, può essere la soluzione definitiva se la muffa sui muri ricompare sempre, anche dopo pochi mesi.

Altre soluzioni possono essere più specifiche in base al luogo in cui si ha la formazione di muffa in casa. Per scoprire altri rimedi per prevenire la formazione della muffa puoi leggere: umidità in casa rimedi.

Dove si forma la muffa sulla parete?

Se la muffa sui muri è presente sulla parte bassa della parete, in prossimità del pavimento, tra le fughe del pavimento, in prossimità del battiscopa o nel primo metro a partire dal piano della pavimentazione, il problema potrebbe essere legato all’umidità di risalita. In casi estremi, oltre alla presenza di muffa sui muri potresti avere anche pareti gonfie o strati di intonaco o pittura che si staccano. In questo contesto puoi leggere la mia guida su Come eliminare l’umidità di risalita dai muri.

Se la muffa sui muri si forma nella parte più alta delle pareti di casa o sul soffitto (la muffa sul soffitto è un classico!), il problema potrebbe essere legato principalmente alla presenza di inflitrazioni. Controlla il tetto, da quanto tempo non sostituisci la guaina bituminosa o non passi quel materiale protettivo (in genere verde o rosso)? Non è necessario spendere molti soldi per rifare la guaina ma magari puoi fare degli appezzamenti in prossimità di fessurazioni o crepe. Controlla il tetto che se la muffa sui muri è presente nelle parti più alte delle pareti, oppure hai notato umidità e muffa sul soffitto, il problema è quasi certamente quello.

come togliere la muffa sui muri

Nel rimuovere la muffa sui muri non bisogna strofinare la spugna ma tamponare

Se la muffa si forma negli angoli dei muri più bui o in zone intermedie, il problema potrebbe essere più banale: una cattiva gestione dell’aria domestica. Questa sarebbe la condizione ideale perché vuol dire che, una volta eliminata la muffa, se applicherai i rimedi per eliminare la muffa visti in precedenza, te la caverai senza grossi accorgimenti.

Come togliere la muffa sui muri

Messe da parte le cause, ecco in termini pratici come puoi fare per eliminare la muffa sui muri. Per togliere la muffa dai muri definitivamente, dovrai però agire anche sulle cause. Un approccio combinato è sempre la soluzione migliore, per questo motivo ti consiglierò di usare prodotti impermeabilizzanti in grado di isolare perfettamente le pareti. Puoi farlo anche con il fai da te. Vediamo come togliere la muffa sui muri.

Muffa sui muri e aceto

L’aceto, meglio se usato puro, è un buon alleato contro le spore della muffa. Tra i rimedi naturali più veloci, puoi spruzzare sulla macchia di muffa sul muro dell’aceto bianco e lasciarlo agire finché non si asciuga naturalmente. In questa fase dovrai avere le finestre della stanza spalancate. Come fare a togliere la macchia di muffa dal muro?

  • Spruzza, lascia asciugare.
  • Spruzza ancora aceto e tampona con una spugna.
  • Attento a tamponare e non a spalmare.
  • Continua fino a eliminare la macchia di muffa dal muro.

Per un’azione antisettica e disinfettante, puoi aggiungere all’aceto molte gocce di olio essenziale di tea tree. Il tea tree oil (olio essenziale dell’albero del tè) è un potente antisettico naturale, è in grado di disattivare le spore della muffa.

Muffa sui muri, rimedi naturali con la salvia

Tra i rimedi naturali per eliminare la muffa in casa, poco conosciuto ma molto efficace, è la salvia bianca. I fumi della salvia bianca svolgono una potente azione antimuffafungicida e, più ad ampio spettro, biocida. A confermare le proprietà antimuffa della salvia bianca è anche il Department of Pharmacy and Pharmacologyall’Università di Witwatersrand che ha evidenziato una riduzione del 94% dei batteri e microrganismi (muffa e spore comprese) quando l’ambiente è sottoposto a “smudging” con salvia bianca. Il termine “smudging” fa riferimento alla pratica di bruciare erbe aromatiche essiccate. Uno studio condotto dall’Università dell’Arizona, ha confermato che la salvia bianca e i principi attivi liberati nell’aria mediante la sua combustione, possono eliminare batteri e funghi presenti nell’aria.

Dove comprare salvia bianca? Nelle erboristerie più fornite, nei cosiddetti magic shop o su Amazon, dove due mazzetti di foglie essiccate da usare nel smudging, si comprano con 9,78 euro e spese di spedizione gratuite. Per tutte le informazioni ti rimando a questa pagina Amazon“.

Muffa sui muri, biacarbonato e acqua ossigenata

Il bicarbonato è annoverato tra i rimedi della nonna per eliminare la muffa dalle pareti di casa. Come usarlo? Prepara un antimuffa fai da te unendo:

  • Un bicchiere di acqua
  • Un bicchiere di perossido d’idrogeno (acqua ossigenata)
  • Un cucchiaio raso di sale grosso
  • Un cucchiaio raso di bicarbonato di sodio

Spruzza questo antimuffa naturale fai da te sulle macchie di muffa che vuoi eliminare. Tampona subito con una spugnetta e ripeti più volte il trattamento antimuffa fino a eliminare la macchia.

Muffa sui muri e candeggina

La candeggina può essere un buon rimedio per eliminare la muffa sui muri. Ti basterà impregnare una spugnetta con la candeggina e tamponare sulla parete. Questo rimedio non eliminerà le spore libere nell’aria.

Antimuffa per i muri interni o esterni

Oltre ai rimedi e agli antimuffa fai da te elencati in precedenza, per eliminare la muffa dai muri interni o esterni dell’abitazione, puoi usare dei prodotti specifici.

In commercio trovi un buon numero di spray antimuffa, dal classico Smuffer all’antimuffa spray di Saratoga. La scelta è molto vasta e i prezzi sono più o meno omogenei, i migliori sono a base di ammonio quaternario o sali di ammonio.

antimuffa per muffa sui muri interni

Applicazione di antimuffa spray per eliminare muffa dai muri e dal soffitto

Tra i vari prodotti a base di ammonio presenti sul mercato posso consigliarti l’antimuffa Rubson che, in realtà è un agente per risanare le pareti perché non solo elimina muffe, spore, funghi e alghe ma, in più, blocca l’umidità e impedisce la futura formazione della muffa.

Come eliminare la muffa sui muri con l’antimuffa spray

Ogni antimuffa spray ha il suo modo d’impiego, quindi, in base al prodotto scelto, leggi le istruzioni fornite dal produttore. In linea di massima, per eliminare la muffa dai muri interni ed esterni della casa puoi seguire le mie istruzioni.

Innanzitutto, usa uno dei rimedi visti prima per eliminare la macchia di muffa sui muri. In questo modo risparmi un bel po’ di antimuffa spray! Quindi:

  • Elimina la macchia di muffa sulla parete con candeggina, bicarbonato e acqua ossigenata oppure aceto.
  • Spruzza l’antimuffa oppure applicano con un pennello o con un rullo se vuoi fare un lavoro più mirato.
  • Lascia agire il prodotto per 24 ore, la muffa residua tenderà a scomparire progressivamente.

Dove comprare un buon antimuffa per muri? Nei negozi di edilizia o nelle ferramenta più fornite. Puoi anche sfruttare la compravendita online: su Amazon il Rubson si compra con 12 euro e lo trovi a “questo indirizzo” mentre una valida alternativa è più anonima (anche più economica), “Maurer plus”. Si compra con 11,78 euro ma questa volta il flacone è da 1 litro e non 500 ml come l’altro. Per tutte le info ti rimando a questa pagina Amazon.

Antimuffa per Muffa sui muri interni

Attenzione! L’ammonio quaternario e le altre sostanze antimuffa che trovi in commercio (compresa la candeggina) non sono affatto innocue per la salute. Prima di usarle, indossa guanti e, se ti è possibile, anche una mascherina.

Ricorda di arieggiare bene i locali così da consentire un buon ricambio d’aria che fa bene sia alle pareti di casa tua sia alla tua salute.

 

Nessun commento.

Lascia un commento