Acari nel materasso

eliminare gli acari nel materasso
Le luci uv sembrano essere molto efficaci per eliminare gli acari nel materasso, per questo che consigliamo di esporre periodicamente il materasso al sole o usare appositi apparecchi.

Gli acari nel materasso sono microscopici organismi che non possiamo vedere. Purtroppo però la loro presenza si fa sentire, sono infatti la causa di diverse complicanze della salute che interessano soprattutto le vie respiratorie. Gli acari nel materasso non sono altro che gli acari della polvere che si moltiplicano quando trovano un habitat ideale, in questo caso la camera da letto.

Prima di vedere come eliminare gli acari nel materasso vediamo di conoscere un po’ meglio il nemico. L’acaro di nutre principalmente delle cellule morte della pelle umana. Ogni notte ne perdiamo più di un grammo sul materasso e loro, gli acari, si fanno trovare lì, pronti a nutrirsi. Non è solo per questo motivo però che amano stare nella camera da letto. E’ qui che trovano il microclima ideale, dove possono proliferare grazie alla maggiore umidità.

Così come l’ambiente ideale dell’acaro del materasso è umido, teme quello secco. In inverno il riscaldamento secca l’aria e l’acaro muore. In estate invece si moltiplica e cresce velocemente. Una sola femmina può produrre 300 uova.

Acari del materasso, cosa sono

Gli acari della polvere, se vogliamo essere precisi, non sono altro che un prodotto enzimatico dato dalla digestione della polvere. Sono aracnidi, perciò fanno parte della stessa famiglia di zecche e ragni. Per proliferare devono mangiare i residui organici e per mettere in atto tale processo per loro vitale producono delle sostanze enzimatiche che provocano in tantissimi individui reazioni allergiche.

Lunghi non più di 0,3 mm si raggruppano ed è possibile trovare in un solo grammo di polvere tra i 100 e i 500 esemplari. Da quando l’uovo si schiude passano dalle 2 alle 3 settimane prima che l’acaro diventi adulto e capace di riprodursi. Il maschio vive circa 80 giorni, la femmina praticamente il doppio.

Se vi state chiedendo se esistono le punture degli acari del materasso, la risposta è no. Non si vedono, non si sentono e non pungono. Il motivo per cui dovete eliminarli non è solo perché il pensiero che proliferano nel vostro materasso vi fa accapponare la pelle, ma soprattutto perché sono causa di allergie.

Di cosa si nutre l’acaro del materasso? Non so di epidermide morta ma anche di funghi, muffe, frammenti di insetti, batteri ma anche di forfora umana.

Allergie acari del materasso, quali problemi di salute provocano?

L’allergia agli acari della polvere è comune qui in occidente. Si presenta come rinite, asma o eczema della pelle. L’acaro del materasso è innocuo per l’uomo e a scatenare l’allergia è l’organismo umano che in alcuni è predisposto a riconoscere come dannose sostanze che in realtà sono innocue.

I sintomi dell’allergia agli acari presenti nei materassi sono diversi anche se non sempre riconducibili a loro. Si presenta con tosse, starnuti ricorrenti, naso che cola, prurito alla bocca, asma, naso congestionato e in alcuni prurito diffuso e arrossamento cutaneo. Per ridurre i sintomi occorre una buona gestione dell’ambiente. Alla base vi è la corretta pulizia del materasso ma non è l’unica cosa da fare.

acari nel materasso
Nella foto, la Ultra Vortex di Hoover con aspirazione potente e trattamento a base di luci UV. L’aspirapolvere è studiata per pulire e disinfettare il materasso, si compra su Amazon al prezzo di 86,99 euro con spese di spedizione gratuita. Per tutte le info: Hoover MBC 500 UV.

Una buona pulizia del materasso può essere fatta con una potente aspirapolvere, munita di un beccuccio idoneo ai tessuti. Gli acari si nutrono delle cellule morte della nostra pelle che stratificano nella trama dei tessuti del materasso, aspirando periodicamente i residui organici, gli acari andranno progressivamente a sparire. Vediamo ora dei rimedi mirati.

Come eliminare gli acari nel materasso

Alcuni rimedi naturali contro gli acari nel materasso e varie accortezze che vi permettono di tenerli lontani da voi, riducendo il rischio di veder comparire reazioni allergiche.

1. Macchina a vapore

C’è stato un tempo in cui le macchine a vapore avevano letteralmente invaso il mercato. Fecero per così dire il boom e tutti le acquistavano senza pensarci due volte! Non solo perché erano una novità ma per la loro effettiva utilità. Proprio per questo motivo oggi è piuttosto comune avere in casa questo tipo di elettrodomestici. Dovete sapere che tra i molti utilizzi che possono offrire, sono suggerite anche per eliminare gli acari della polvere nel materasso! Si rivelano comunque efficaci anche contro i batteri. Dopo aver utilizzato il vapore a secco sul materasso potete ritenervi soddisfatti oppure impiegare un po’ di bicarbonato di sodio per disinfettare, per rimuoverlo dovete successivamente intervenire con l’aiuto del comunissimo aspirapolvere.

2. Aprite le finestre ogni giorno

Dovete contrastare l’umidità perché, come abbiamo visto, rappresenta un microclima ideale per germi, batteri e acari. Arieggiando la camera da letto potete rendere la vita più difficile a questi numerosi nemici dell’uomo. È un po’ come quando avete la febbre, cosa fate la mattina appena svegli? Aprite le finestre per cambiare l’aria. Questo è un rimedio che dovete sfruttare tutti i giorni, anche a livello preventivo.

3. Materasso al sole

Questo consiglio vale anche per i cuscini oltre che per il materasso. In pratica non dovete fare altro che prendere il materasso e posizionarlo in un punto soleggiato. Il sole infatti è nemico degli acari. Ricordatevi di usare il battipanni prima, così da rimuovere gran parte degli acari dal letto. È meglio se questa operazione la eseguite fuori all’aria aperta. Altrimenti gli acari invaderanno la camera. Per combatterli con la luce solare, dovete esporre il materasso per tre ore consecutive al sole diretto.

4. Usare i deumidificatori

Questi oggetti sono molto utili per migliorare la qualità dell’ambiente. Come detto precedentemente l’umidità è alleata degli acari e dei batteri. Ma voi potete appunto ridurla con l’uso dei deumidificatori. Sono reperibili in commercio e ormai li potete trovare un po’ da tutti i prezzi. Dovete tenere l’umidità sotto il 45% e la temperatura a 22° o inferiore.

5. Aceto bianco

L’aceto bianco è un alleato per le pulizie della casa e questo vale anche quando si parla di acari nel materasso. Può infatti rivelarsi utilissimo e aiutarvi così a stare meglio sia mentalmente che fisicamente. Si perché gli acari sono dannosi, inoltre il solo pensiero che la vostra camera ne è invasa può farvi stressare un po’.

Vediamo come mettere in atto questo rimedio naturale contro gli acari nel materasso.

Non dovete fare altro che mischiare l’acqua con l’aceto tutto in parti uguali. Vi serve anche uno spray per poter utilizzare la soluzione. Cospargetela per bene su tutto il materasso e dopo spostatelo al sole fino a quando non è completamente asciutto. Gli acari muoiono con le sostanze liquide.

6. Bicarbonato di sodio e tea tree

Un altro rimedio utile è il bicarbonato unito all’olio essenziale tea tree. Secondo gli esperti agisce in maniera ottima contro gli acari e i germi. Tale soluzione la potete utilizzare anche sui cuscini. Vi occorre 100 grammi di bicarbonato di sodio e 7 gocce di olio essenziale. Non avete bisogno dell’acqua!

pulire il materasso dagli acari

Quindi unite gli ingredienti e dopo che li avete emulsionati bene procedete pure all’utilizzo. Vi suggerisco uno spray per sfruttarlo al meglio. Fate passare alcuni minuti e successivamente aspirate il tutto. Il rimedio indicato è utile anche per combattere il cattivo odore nelle stanze.

Altri consigli contro gli acari nei materassi

Una volta a settimana lavate le lenzuola e le coperte ad almeno 60°C. In questo modo uccidete gli acari della polvere. Quando spolverate in camera da letto usate un panno umido così da non sollevare gli acari ma catturarli e infine ricordatevi di non installare nelle camere moquette e fodere per i mobili.

Categorie Guide

Lascia un commento