Agricoltura e allevamento a rischio a causa del cambiamento climatico

cambiamento climatico

Il cambiamento climatico si sta dimostrando un problema serio in tutto il mondo. Il riscaldamento globale infatti sta causando sempre più frequenti condizioni meteo estreme in varie zone del Pianeta.

Nel Regno Unito un recente studio ha evidenziato questo stia causando problemi seri a tutti coloro che lavorano a contatto con la natura. I lavoratori dell’agricoltura e dell’allevamento stanno quindi riscontrando dei problemi sempre più evidenti.

Cambiamento climatico e condizioni meteo estreme nel Regno Unito

condizioni meteo

Le condizioni meteo estreme risultano essere una realtà molto seria nel Regno Unito. Qui le piogge abbondanti e i periodi di siccità sono molto frequenti e causano disagi notevoli a coloro che lavorano a contatto con la natura. Nel corso dell’anno si alternano periodi estremi dal punto di vista climatico e l’intensità degli eventi aumenta sempre di più.

Chiaramente il cambiamento climatico è un problema che riguarda tutti quanti perché condizionerà il futuro dell’intera umanità. Ad oggi però coloro che ci stanno rimettendo di più sono agricoltori e allevatori. Questi due lavori dipendono infatti molto dalle condizioni metereologiche e quindi se le cose non vanno per il verso giusto, loro faticano ad avere risultati.

Nel presente ci sono molti agricoltori che lamentano un’eccessiva calura e periodi di scarse piogge durante l’estate. Queste condizioni legate al riscaldamento globale causano danni seri all’erba e alla colture che gli agricoltori piantano. Tutto ciò si ripercuote chiaramente anche sul bestiame e quindi sugli allevatori.

Oltre alle temperature eccessivamente alte, un altro problema sempre più attuale riguarda le inondazioni. Queste minano infatti la tenuta del terreno rendendo in tal modo complesso coltivare qualcosa.

I danni per l’agricoltura

danni

Di recente uno studio ha esaminato come le condizioni meteo estreme condizionino il lavoro degli agricoltori. I ricercatori hanno realizzato 31 interviste molto approfondite in cui venivano poste domande specifiche. Durante l’intervista sono stati richiesti i pareri di 15 agricoltori e di 16 addetti ai lavori.

Dalle risposte degli interessati si è compreso che il cambiamento climatico è attualmente vissuto come un problema secondario. Secondo i lavoratori infatti il problema vero sono i guadagni e la sopravvivenza della loro impresa. Gli intervistati hanno spiegato che alle condizioni attuali è impossibile fare dei progetti a lungo termine.

Per risollevare la propria azienda agricola, alcuni stanno cercando di migliorare le condizioni del suolo. Questo viene fatto allo scopo di reagire alle condizioni metereologiche avverse.

Necessario rendere meno dannosi gli effetti delle condizioni climatiche estreme

cosa fare

Molti degli intervistati hanno detto di non sentirsi in grado di svolgere azioni utili a risolvere il problema. In realtà ci sono deversi modi per intervenire allo scopo di rendere meno danno si gli effetti delle condizioni climatiche avverse. È necessario procedere con una pianificazione a lungo termine in cui anche il Governo deve impegnarsi. Solo quest’ultimo infatti può promuovere dei programmi di formazione e collaborazione tra parti diverse della filiera agricola.

Lascia un commento