Allevamento: ecco il mangime a zero emissioni

Allevamento

Royal DSM, multinazionale olandese attiva nei settori della vita e delle scienze materiali, annuncia che il confronto con l’Agenzia Europea per la sicurezza alimentare – la EFSA – ha avuto risvolti positivi. L’utilizzo del nuovo additivo sembra aver superato tutti i test: il mangime per ruminanti Bovaer ridurrà considerevolmente le emissioni di metano.

Bovaer: ecco il nuovo prodotto olandese anti-metano

L’EFSA ha dichiarato senza alcun dubbio che il nuovo additivo per la conservazione e la consumazione del mangime ridurrà notevolmente le emissioni di metano enterico. Il metano enterico identifica gli animali se hanno alta o bassa capacità di emettere metano, in base alle condizioni poste dalle diverse diete fornite agli animali durante l’allevamento. L’attività ruminale cambia i suoi valori di sviluppo.

In questo caso, l‘attività ruminale delle mucche da latte sarà molto più efficace e sicura per l’animale. Si restituirà un prodotto più genuino al consumatore finale. Questo parere dell’EFSA favorisce in via definitiva l’approvazione della domanda fatta dalla multinazionale olandese al Comitato permanente della Commissione europea su piante, animali, alimenti e mangimi.

Anni di ricerca e sviluppo: la trattativa che cambierà l’allevamento di massa

Bovaer è figlio di anni e anni di ricerca da parte degli scienziati, comprendendo più di 50 studi peer-reviewed pubblicati su numerosi riviste scientifiche indipendenti. Il prodotto è stato provato da 45 trial aziendali in 13 paesi di 4 continenti diversi. Le approvazioni normative da parte di Brasile e Cile per il Bovaer (settembre 2021) hanno fatto partire l’accordo di sviluppo tra DSM E e JBS S.A. Quest’ultimo è uno dei maggiori e più importanti produttori alimentari del mondo.

La Commissione europea ha dato il permesso a DSM per sviluppare il prodotto per il mercato europeo dalla prima metà del 2022. DSM ha già messo a punto il nuovo impiando ingegneristico per la produzione industriale del prodotto su larga scala.

Lascia un commento