Antiparassitari naturali fai da te per piante ornamentali e da frutto

Antiparassitari naturali fai da te

Antiparassitari naturali per piante ornamentali e da frutto: consigli utili per formularli in casa con ingredienti facili da reperire. Ricette efficaci contro ogni tipo di parassita.

Gli antiparassitari biologici sono quelle sostanze capaci di compiere una forte azione deterrente nei confronti dei parassiti delle piante. Non arrecano danno all’ambiente e all’uomo come in genere avviene con i veleni chimici o di sintesi utilizzati dall’agricoltura convenzionale.

Per individuare i principali parassiti che attaccano le piante. Caratteristiche di questi insetti, le parti della pianta da loro colpite. Sintomi che essa manifesta dopo esserne stata infestata,  ti consiglio la lettura dell’articolo “Parassiti delle piante, come riconoscerli, sintomi” 

Parassiti delle piante rimedi naturali con ingredienti facilmente reperibili in casa

Le tue piante da frutto o quelle ornamentali sono invase dai parassiti? Non sai come salvaguardare il tuo orto in casa dalle infestazioni degli afidi, delle cocciniglie…. In questa pagina trovi soluzioni efficaci e definitive per eliminare i parassiti delle piante fiorifere, parassiti delle piante da frutto e parassiti delle piante grasse.

Tra gli antiparassitari naturali fai da te ci vengono in aiuto alcune piante! Quelle maggiormente impiegate sono l’ortica, l’aglio, l’equiseto, il peperoncino, il tanaceto, ecc. Sono solo alcuni esempi di antiparassitari biologici che possono essere realizzati facilmente in casa con il fai da te.

NOTA BENE: l’impiego di questi ingredienti varia in base al tipo di parassita. Per realizzare ottimi antiparassitari naturali con l’aiuto di queste erbe abbiamo il macerato, il decotto e l’infuso.

Antiparassitari naturali: macerato e infuso delle piante

L’equiseto

Il macerato di equiseto si rivela molto efficace sia contro parassiti che malattie fungine.  Inoltre è particolarmente indicato nel rafforzare le difese immunitarie della pianta e stimolarne la crescita.

L’equiseto può essere impiegato sia macerato per infuso. Per avere un rimedio molto potente soprattutto contro le infestazioni micotiche, l’equiseto può essere macerato insieme all’ortica. In questo modo ne potenzia notevolmente l’azione antifungina.

L’assenzio

Contro la ruggine si rivela molto efficace l’assenzio, da adottare sotto forma di infuso o decotto. Le sue proprietà antiparassitarie sono da ricondurre alle sostanze presenti nella pianta. Tra i principi attivi annoveriamo:  absintina, flavoni, tujone, acido ascorbico, tannini.

Per beneficiare di tale effetto vengono impiegate tutte le parti della pianta, fusto, foglie e fiori, raccolte nel periodo che va da giugno a settembre.

Come utilizzare l’assenzio?

L’assenzio può essere impiegato sia come infuso che come macerato. Le dosi consigliate sono: 300 grammi di pianta fresca (o 30 grammi di pianta essiccata) ogni 10 litri di acqua. Utilizzare l’infuso puro contro la cavolaia durante il suo sfarfallamento o spruzzare direttamente sulle piante per combattere afidi e altri bruchi.

Stesso impiego non diluito per il macerato: spruzzare direttamente sulle piante contro gli afidi nel periodo che va dalla primavera alla fine dell’estate.

antiparassitari fai da te
I macerati antiparassitari si possono preparare anche unendo più piante come l’ortica e l’assenzio.

Sia l’infuso che il macerato di assenzio sono anche efficaci repellenti naturali contro le formiche. Sono insetti che non danneggiano direttamente le piante tuttavia poiché sono ghiotte delle sostanze zuccherine secrete dagli afidi, finiscono inevitabilmente di attirare fastidiosi parassiti accudendoli e trasportandoli di conseguenza sulle piante contigue così da aumentarne l’invasione.

L’ortica

L’ortica è tra le piante maggiormente impiegate per la preparazione di antiparassitari naturali grazie all’elevata presenza di acido salicilico e di acido formico. Ne abbiamo parlato ampiamente nell’articolo ” Macerato d’ortica come antiparassitario naturale”. Anche le ortiche che nascono spontaneamente nel giardino o nell’orto è preferibile che non vengano estirpate in quanto capaci di tenere lontani molti parassiti.

L’aglio

Questo vegetale non possiede solo importanti qualità organolettiche e fitoterapeutiche ma anche proprietà specifiche efficaci nella lotta contro i parassiti. È il caso dell’allicina, un potente antibiotico e antifungino che ha un’azione repellente nei confronti di acari, afidi e tignole.

L’aglio inoltre si rivela efficace nel rallentare malattie come la peronospora e nel combattere, se distribuito nel terreno, alcuni tipi di nematodi.

Come utilizzare l’aglio?

Per il suo impiego basta tritare il più finemente possibile 100 grammi di bulbi di aglio in 10 litri d’acqua e lasciarli a macerare per almeno 12/24 ore. Una volta pronto, può essere impiegato direttamente sulla pianta sulle parti attaccate. Una volta filtrato può essere applicato molto più comodamente con l’impiego di un vaporizzatore.

antiparassitario fatto in casa

E’ bene sottolineare che è fondamentale intervenire sempre in maniera tempestiva! Prima ti accorgi del focolaio e maggiore sarà la probabilità di successo. La soluzione va applicata la sera o al mattino presto. Le gocce di acqua sulle piante, se attraversate dalla forte luce solare, possono avere un effetto lente e danneggiare così la vegetazione.

Pomodoro

Le foglie di pomodoro contengono un’elevata quantità di alcaloidi. Si tratta di una sostanza che fa da ottimo repellente per molti afidi, vermi e tarme. Per la preparazione ecco come procedere:

  1. Versa in un contenitore un litro di acqua poi aggiungi 50 grammi di foglie di pomodoro tritate
  2. Lascia riposare per almeno una notte
  3. Fatto ciò, diluisci il composto ottenuto aggiungendo 500 ml di acqua

L’antiparassitario è pronto! Non ti resta che vaporizzare direttamente sulle piante infestate.

Tabacco

Il tabacco è un ottimo repellente naturale per molti insetti e larve. Ecco come preparare la nostra macerata di tabacco:

  1. procurati il quantitativo di tabacco contenuto in 5 sigarette
  2. Versalo in un contenitore e lascialo macerare in mezzo litro di acqua per un paio di giorni
  3. Trascorso il tempo necessario, filtra il composto
  4. Una volta pronto, versa il liquido in un nebulizzatore e spruzza sulle piante.

NOTA BENE: è efficace contro i più comuni parassiti come afidi, cocciniglia e ragnetto rosso.

Peperoncino

Per ottenere l’antiparassitario al peperoncino occorre la polvere che si ottiene da semi e bacche. Per la preparazione basta sciogliere 3 grammi di polvere di peperoncino per ogni centilitro d’acqua. Va spruzzato una volta alla settimana direttamente sui parassiti presenti sulle piante.

antiparassitari naturali

Se l’infestazione non è grave può bastare un’applicazione alla settimana da fare nelle ore più fresche della giornata. Se invece i parassiti sono particolarmente numerosi sarà necessario raddoppiare gli interventi. In caso di pioggia si dovrà ripetere l’applicazione. Tutte le info su come coltivare il peperoncino le trovi nell’articolo “Coltivazione peperoncino, la guida completa”

Antiparassitari naturali, rimedi casalinghi

Oltre alle piante, esistono rimedi alternativi casalinghi che si rivelano efficaci nella lotta contro i parassiti. E’ il caso del bicarbonato, del sapone di Marsiglia, dei gusci d’uovo, ecc.

Antiparassitari naturali con il bicarbonato di sodio

Per prevenire o bloccare le malattie fungine già in corso, il bicarbonato di sodio si rivela un insetticida naturale molto efficace. In questo caso basterà diluirne un cucchiaino in un litro d’acqua. Fatto ciò,  applicare il composto ottenuto sulle piante.

Antiparassitari naturali con la lecitina granulare

Contro le malattie fungine, è molto potente l’azione inibente della lecitina di soia. Basta mettere un cucchiaio di lecitina granulare in un litro d’acqua e lasciare riposare per qualche ora.

La lecitina è facilmente reperibile in erboristeria. Puoi anche acquistare il prodotto su Amazon. Per info ti rimando alla pagina ufficiale di Amazon: Lecitina di Soia

Antiparassitari naturali con il sapone di Castiglia

Il sapone di Castiglia è un sapone naturale a base di olio di oliva. Può essere impiegato per realizzare un efficace insetticida spray naturale. Per la preparazione basta riempire un contenitore spray con acqua e aggiungere:

  • un cucchiaio di sapone di Castiglia
  • un pizzico di pepe e aglio in polvere
  • qualche foglia di menta piperita.

NOTA BENE: agitare bene prima dell’uso. E’ efficace contro afidi e cocciniglie.

Antiparassitari biologici con il sapone di Marsiglia

Anche con il sapone di Marsiglia è possibile realizzare un potente insetticida naturale. Ecco come procedere.

  1. Versare 30 grammi di sapone di Marsiglia “grattugiato” o in scaglie in una pentola.
  2. Aggiungere mezzo litro di acqua e portare a ebollizione.
  3. Una volta raffreddato il composto, potrà essere utilizzato sulle piantine.

Variante sapone di Marsiglia

Ecco una ricetta molto diffusa che prevede l’impiego del sapone di Marsiglia.

  1. Fai bollire una soluzione composta da: 100 grammi di sapone di Marsiglia, un bicchiere di olio di semi di arachide e un litro d’acqua
  2.  Mescola spesso così da realizzare una soluzione omogenea.
  3. Una volta pronto, diluisci un cucchiaio di composto in un litro d’acqua
  4. Spruzzalo sulle piantine infestate.

Usare i Gusci d’uovo come antiparassitario naturale

I gusci d’uovo possono rappresentare un ottimo concime. E’ inoltre un magnifico repellente naturale contro i parassiti. Possono essere impiegati sia in pezzi che finemente tritati. Se tritato, basta spolverare la base delle  piante con la polvere ottenuta.

Se a pezzi, crea una sorta di anello alla base dei vegetali. Questa barriera può dissuadere sia le lumache che alcuni bruchi.

Antiparassitari naturali fai da te, prevenzione

Contro i parassiti possiamo effettuare un’azione preventiva seguendo alcune semplici mosse.

  • Favorisci la proliferazione di insetti utili come coccinelle, lombrichi, api e libellule. Sono efficaci nel contrastare l’invasione di insetti nocivi nei confronti di orto e giardino.
  • Controlla con una certa frequenza foglie e rami per verificare l’eventuale presenza di muffe e parassiti. Gli elementi che si rivelano infestati dovranno essere subito eliminati.
  • Proteggi piante e prati con teli in tessuto non tessuto. Lasciano filtrare l’aria e la luce creando allo stesso tempo una barriera nei confronto di insetti dannosi.
  • Lava le piante di tanto in tanto con un getto di acqua e latte. A quanto pare sembra efficace nel prevenire le infestazioni parassitarie.

Il tessuto non tessuto puoi trovarlo in un qualsiasi negozio specializzato. Diversi modelli sono reperibili anche online.

Un telo protettivo che consiglio lo trovi su Amazon. Questo prodotto è disponibile in varie larghezze e lunghezze, quindi puoi scegliere la misura in base alle tue esigenze. Per maggiori informazioni ti rimando alla pagina ufficiale di Amazon: Telo protettivo per le piante

Antiparassitari naturali fai da te contro le piante da frutto: prevenzione contro parassiti

  • Al termine della stagione invernale, ripulisci il terreno dal fogliame eventualmente presente. Molti parassiti, in particolar modo quelli fungini, trovano nel fogliame umido il loro habitat ideale.
  • Leva dal terreno anche i rami rovinati.
  • Rimuovi dalla pianta i rami che presentano rotture piuttosto profonde e quelli colpiti da cancro.
  • Brucia o comunque porta a debita distanza dal frutteto i materiali infetti.
  • Su tagli e ferite presenti sui rami, applica una pasta cicatrizzante a base di di solfato di ferro. 50 g ogni litro di acqua.
  • Pulisci con cura il colletto della pianta, il fusto e rami principali con una spazzola di fibra. Fai attenzione a non intaccare la parte viva dell’albero.

Sul sito del Ministero delle politiche agricole trovate informazioni approfondite sui prodotti fitosanitari

Lascia un commento