Antiparassitari per gatto: collari, spray, shampoo e tanto altro!

Antiparassitari gatto
Come scegliere i migliori antiparassitari per i nostri amici a quattro zampe!

Gli antiparassitari per gatto sono degli utili strumenti per poter difendere il nostro amico peloso contro gli attacchi dei parassiti.

D’altronde, purtroppo, pulci e zecche sono piuttosto diffuse a tutte le latitudini, e con l’arrivo della bella stagione è abbastanza probabile che vi siano delle occasioni di potenziale contatto tra il gatto e questi sgraditi ospiti.

Niente di meglio, insomma, che cercare di proteggere al meglio il nostro gatto contro simili pericoli. Ma come fare?

Effettivamente, i prodotti antipulci e antizecche sul mercato sono davvero numerosi, e trovare l’antiparassitario per gatto che possa andare bene al tuo esemplare potrebbe essere più arduo del previsto.

Scopriamo insieme alcuni consigli di pratico utilizzo!

Antiparassitari per gatto spot on

Iniziamo con gli antiparassitari per gatto spot on, che probabilmente sono il metodo più diffuso per poter proteggere i mici dalle pulci e dalle zecche.

Il motivo è abbastanza semplice. Applicare questo prodotto, grazie all’apposita pipetta in dotazione, è davvero semplicissimo. Basterà dunque dirigere questo strumento sulla nuca del micio, dopo aver allargato il pelo, e applicare il liquido antipulci. L’unica tua accortezza dovrà essere quella di evitare che un micio vada a leccare l’antipulci di un altro micio: meglio pertanto tenere separati i gatti per un po’, dopo l’applicazione dello spot on.

Antiparassitari per gatto spray

Di altrettanto semplice applicazione – a patto di non avere un micio troppo ribelle! – è l’antiparassitario per gatto spray.

In questo caso, infatti, non dovrai far altro che spruzzare l’antipulci sul corpo del micio, evitando le zone sensibili come gli occhi, per poter ottenere fin da subito una buona protezione.

Per la tua salvaguardia, ti consigliamo di inossare dei guanti. Spruzza quindi il prodotto sulle mani e poi massaggia delicatamente il corpo del tuo amico a quattro zampe per poterti assicurare che la protezione inizia a fare il suo effetto.

Di norma gli antiparassitari per gatti spray hanno una buona durata in termini di prestazioni, e puoi dunque attenderti almeno 1-2 mesi di protezione discreta.

Antiparassitari per gatti shampoo

Se hai un gatto che ama l’acqua, o per lo meno non la rifugge come il proprio peggior nemico, allora uno shampoo antipulci potrebbe fare al caso tuo.

Gli shampoo antiparassitari per gatti sono infatti mediamente efficaci rispetto alle altre alternative di cui stiamo parlando in questo approfondimento odierno, e potrebbero rappresentare una ottima mano d’aiuto nel caso in cui tu abbia a che fare con dei gattini che devono essere abituati al contatto con l’acqua.

L’efficacia in termini temporali di questo antidoto per le pulci e per le zecche è generalmente un po’ più limitata. Dovrai insomma cercare di ripetere l’applicazione di tale shampoo almeno una volta al mese, prestando attenzione alle modalità di uso che sono indicate sulla confezione.

Al fine di non dotarti di un prodotto troppo aggressivo, preoccupati altresì di individuarlo insieme al tuo veterinario di maggiore fiducia!

Antiparassitari gatto
Tanti antiparassitari in commercio: quale sarà il migliore per il proprio gatto?

Antiparassitari per gatti per via orale

Passiamo dunque agli antiparassitari per gatti per via orale. In questo caso, parliamo di un prodotto che – contrariamente a quelli che abbiamo sopra anticipato per voi – non deve essere assunto per via topica, bensì attraverso una soluzione liquida o una compressa che il gatto dovrebbe ingerire.

Molti proprietari temono che questa sia la soluzione più difficile, poiché ritengono che non sia possibile convincere il proprio gatto a ingerire l’antiparassitario. In realtà non è poi impresa così ardua come qualcuno ritiene: è invece molto più importante ottenere il parere del veterinario, poiché bisognerà calibrare l’antipulci orale in maniera attenta.

Generalmente la protezione di un antiparassitario per gatti per via orale è di circa 30 giorni dal momento della somministrazione.

Antiparassitario per gatti piccoli

Le regole che sopra abbiamo condiviso in merito al corretto utilizzo di un buon antiparassitario per gatti sono estendibili anche ai gatti più piccoli.

Tuttavia, per i gattini e per i mici più piccoli val la pena rammentare la necessità di consultare il proprio veterinario per poter avere le informazioni e le indicazioni più precise sulla corretta somministrazione del “giusto” antipulci e antizecche, evitando quindi di acquistare un prodotto che potrebbe risultare troppo aggressivo.

Il veterinario, sulla base dell’età, del peso e di altre caratteristiche specifiche del proprio cucciolo, potrà certamente indirizzarci nella scelta del miglior antiparassitario.

Collare antiparassitario per gatti

Il collare antiparassitario per gatti è certamente uno dei dispositivi preferiti da tutti i proprietari di animali domestici. Il motivo non è certo difficile da individuare: si tratta di uno degli strumenti più facili da applicare al proprio pet e, di solito, assicura una buona protezione, comparabile con quella che si potrebbe ottenere con altre alternative.

Certo è che non tutti i gatti sono a loro agio nell’avere un collare antipulci intorno al collo, e che dunque bisognerà avere pazienza nell’allacciarlo correttamente. Assicurati inoltre di averlo chiuso correttamente in modo tale che non si slacci, e che ovviamente non sia troppo stretto intorno al collo del tuo micio.

Di norma i collari antizecche e antipulci sono inodore e resistono all’acqua. La loro durata è di diversi mesi, ma ti richiederà un po’ di attenzione nel “monitoraggio” dei comportamenti del tuo gatto. Fai in particolar modo attenzione all’eventualità che il gatto lo mastichi: potrebbe infatti andare incontro a problemi di natura gastrointestinali.

Per il resto, si tratta di una buona soluzione che ti consigliamo di condividere con il tuo veterinario!

Categorie Animali

Lascia un commento