Auckland (Nuova Zelanda): in arrivo tassa contro l’inquinamento

Auckland

Gli abitanti di Auckland, la città più grande della Nuova Zelanda, saranno costretti a versare una nuova tassa a causa dell’inquinamento. Quella che entrerà in vigore nel corso del 2022 sarà una vera e propria tassa climatica che porterà i cittadini a pagare 1.10 dollari alla settimana. L’obiettivo di questa nuova tassa è quello di contrastare le emissioni di CO2 che ormai ha raggiuto dei livelli record. I soldi raccolti saranno utilizzati allo scopo di migliorare i trasporti pubblici e di piantare nuove foreste urbane.

Tassa contro l’inquinamento a Auckland dal 2022

Auckland è la citta più popolosa e trafficata della Nuova Zelanda e per questo l’inquinamento qui è molto importante. Per contrastare tale problema, il sindaco Phil Goff ha deciso di realizzare alcune azioni allo scopo di migliorare le cose. Per contrastare l’inquinamento e migliorare la qualità dell’aria, il primo cittadino ha introdotto una tassa climatica dal 2022. Questa avrà lo scopo di coprire una parte delle spese della città per realizzare opere per l’ambiente.

A pagarla saranno i proprietari delle case di Auckland che dovranno pagare 1.10 dollari neozelandesi alla settimana. Il denaro raccolto servirà per coprire i costi che si avranno per piantare circa 15.000 piante autoctone nell’area urbana. Oltre a questi, saranno piantati anche 4.000 alberi per realizzare nuove foreste. Si proverà poi anche a favorire la decarbonizzazione dei mezzi di trasporto pubblici e dei traghetti allo scopo di ridurre il loro impatto. Anche la rete di piste ciclabili e i percorsi pedonali verranno migliorati.

Il sindaco Goff ha spiegato che le emissioni attuali della città neo zelandese sono davvero elevate. Esse non sono assolutamente in linea con la volontà di ridurle del 50% entro il 2030. Proprio per questo, come riporta il quotidiano Guardian, la città dovrà affrontare  una grande minaccia. La crisi causata dal cambiamento climatico renderà la situazione molto complessa e per questo è bene agire ora.

Il Climate Action Plan

Il sindaco e l’amministrazione della città hanno stimato che si potrà attuare un ambizioso piano di azioni ambientali grazie alla tassa. Il Climate Action Plan da circa  1 miliardo di dollari permetterà di avvicinarsi il più possibile agli obiettivi fissati dall’Agenda 2030. La tassa climatica dovrebbe aiutare a raccogliere una somma vicina a  574 milioni di dollari in 10 anni. Questa sarà sfruttata come leva per sbloccare altri 471 milioni di dollari dal governo centrale e da altre fonti.

Le misure per ora non sono ancora del tutto certe. La conferma definitiva arriverà solo dopo una consultazione ad inizio 2022. Per ora si pensa di far partire questa tassa dal luglio del prossimo anno.

Lascia un commento