Bambino visita un rifugio per animali e decide di adottare il cane più anziano

bambino rifugio cane anziano

Gli ospiti più anziani di un rifugio per animali molto spesso hanno difficoltà a essere adottati.

La maggior parte delle persone, infatti, è più interessata ai cani giovani e ai cuccioli e, di conseguenza, quelli più anziani, nonostante siano incredibilmente affettuosi e simpatici, vengono trascurati.

Tra questi c’è Shey, una barboncina nana di 14 anni, con problemi all’udito e alla vista. La famiglia precedente aveva deciso di affidarla alle amorevoli cure della Animal Rescue League of Iowa non potendo prendersi cura di lei durante un trasloco in un’altra città.

La barboncina ha aspettato e aspettato che una nuova famiglia la adottasse, ma nessuno sembrava volerle dare una possibilità. Nel frattempo le sue condizioni di salute iniziavano a peggiorare: oltre a essere sorda e quasi cieca, Shey soffriva di una malattia dentale che non veniva curata da troppo tempo.
Tutti i suoi denti, tranne uno, erano completamente marci e sono stati rimossi.

Anziana, disabile e ora anche senza denti, le possibilità di Shay di essere adottata sembravano veramente poche. La barboncina per quasi quattro mesi ha visto cucciolo dopo cucciolo lasciare il rifugio dopo aver trovato una nuova famiglia, mentre lei continuava a essere ignorata.

Finché un giorno qualcuno non ha voluto darle una possibilità: qualche mese fa, un ragazzino di nome Tristan ha fatto visita al rifugio insieme a sua madre, alla ricerca di un piccolo cane da adottare e amare.

Shey e Tristan, amore a prima vista

Non appena lo sguardo di Shey e Tristan si è incrociato, è stato chiaro a tutti che dovevano diventare una famiglia.

“Shey si è sentita molto a suo agio con Tristan, fin dall’inizio”, ha raccontato a The Dodo un volontario del rifugio.

La barboncina ha immediatamente lasciato che Tristan l’accarezzasse, fidandosi completamente di lui. Dal canto suo, quando i responsabili del rifugio gli hanno elencato i bisogni speciali di Shey, Tristan non si è affatto scoraggiato.

Con molta maturità ha ascoltato tutto ciò di cui Shey aveva bisogno e ha accettato con molto entusiasmo di renderla felice. Tristan ha quindi deciso di porre quante più domande possibili ai volontari del rifugio, in modo da prendersi cura di Shey nel modo migliore.

La maggior parte dei visitatori del rifugio ha considerato Shey come una “merce troppo danneggiata” e ha deciso di ignorarla. Tristan invece ha ascoltato il suo bisogno di amore e ha deciso di prendersi cura di lei.
Ora, Shey ha una famiglia che la ama e non dovrà mai più preoccuparsi di rimanere da sola: il suo amichetto umano la sta inondando di amore e lei, dall’alto dei suoi anni, ricambia a modo suo.

La maturità e la compassione di questo adolescente sia di ispirazione per tutti noi.

LEGGI ANCHE: Amore senza età: a 96 anni adotta un cane di 17 anni rimasto senza proprietario

Lascia un commento