Burger King propone patatine fritte a basso impatto…. di Grassi!

burgerking-2.n

Conosciamo tutti i danni del cibo spazzatura ma continuiamo a mangiarlo! Sappiamo che lede alla nostra salute e danneggia anche l’ambiente (sì, tra packaging e processi di produzione insalubri, il cibo spazzatura incrementa i tassi d’inquinamento e favorisce i cambiamenti climatici almeno quanto il settore dei trasporti!).

Nonostante tutte queste demonizzazioni connesse al cibo spazzatura, c’è solo una cosa che può davvero allontanarci da una porzione di patatine fritte fritte… l’idea che queste ci facciano ingrassare e imbruttire!

Già… sapere che stiamo distruggendo il mondo e le nostre arterie non basta, ma sapere che ci farà ingrassare e non ci consentirà di indossare il vestito per la prossima serata… questo sì che ci farà riflettere!

Burger King ha centrato la questione, così non propone piatti sostenibili o a basso impatto ambientale… piùttosto propone patatine fritte a basso impatto calorico! Ebbene sì…. qualcuno di voi ha mai visto la pubblicità della Burger King in cui una giovanissima Sarah Michelle Gellar (Buffy!) affermava che le patatine di Burger King erano migliori di quelle servite al McDonald? Beh, la nuova campagna pubblicitaria di Burger King si sofferma su un paragone ma questa volta i termini sono differenti:

le nuove patatine di Burger King contengono il 30% di calorie in meno e ben il 40% di grassi in meno rispetto a una porzione analoga di patatine servite al McDonald.

Le patatine “SatisFries” di Burger King contengono “solo” 190 calorie e 8 grammi di grassi. Come mai una porzione di patatine fritte contiene poche calorie? Durante la cottura, Burger King sta applicando un processo atto a bloccare l’assorbimento di olio così il consumatore ingerirà più patata e meno olio di frittura!

Lascia un commento