Come consumare meno energia elettrica

consumare meno energia elettrica

Come consumare meno energia elettrica? Quali sono le accortezze da prendere per evitare bollette troppo salate? Scopriamo come utilizzare al meglio gli elettrodomestici e abbassare il costo della luce.

Preservare l’ambiente e riuscire a risparmiare sono obbiettivi, che ormai un po’ tutti cercano di raggiungere cercando di svolgere piccole azioni di economia domestica.

Principalmente si cerca di adottare dei comportamenti appropriati per risparmiare energia elettrica, in quanto oltre ad essere una delle spese più onerose nella propria casa è anche uno dei modi più semplici, nel proprio piccolo, per ridurre l’inquinamento ambientale.

Ci sono diversi accorgimenti domestici che si possono fare per riuscire a risparmiare sul costo dell’illuminazione, ma anche sul consumo degli elettrodomestici e su tutti i complementi che funzionano grazie all’energia elettrica. Ecco alcuni consigli, su come riuscire a consumare meno energia elettrica e abbassare il costo della bolletta.

Come consumare meno energia elettrica: frigoriferi e congelatori

Alcuni degli elettrodomestici che consumano più energia elettrica in cucina sono i frigoriferi e i congelatori. Questi vengono utilizzati tutti i giorni e non si possono spegnere a intermittenza per risparmiare sul loro utilizzo. Allora come riuscire a risparmiare? Basta qualche piccolo accorgimento:

Colloca il frigo in una zona ventilata all’interno della cucina cercando di lasciare uno spazio dal muro sino a un massimo di venti centimetri. In questo modo il motore respira meglio, lavora più facilmente e di conseguenza riesce a consumare meno.

Un vizio che abbiamo un po’ tutti, e di aprire e chiudere spesso il frigo o il congelatora lasciando lo sportello aperto anche per alcuni minuti. Quest’abitudine comporterà un forte dispendio di energia elettrica e quindi porterà il frigo a consumare di più.

Se non avete un frigo o un congelatore che non presenta uno sbrinatore automatico, e dunque non ha una funzione No Frost, allora dovrete provvedere a sbrinare entrambi manualmente permettendo al frigo e al congelatore di raggiungere prima la temperatura, senza consumare troppa energia elettrica.

Le temperature degli elettrodomestici sono molto importanti, in quanto se riesce ad essere mantenuta in modo stabile, potrai risparmiare circa il 5% del consumo per ogni grado al di fuori delle temperature medie.

Il frigo dovrebbe conservare sempre una temperatura tra l’1 e i 4 gradi, mentre il congelatore dovrebbe essere impostato al massimo a -18 gradi.

Infine, per riuscire a risparmiare dovrete semplicemente non riempire eccessivamente il frigo, ed evitare di mettere alimenti che non hanno bisogno di una conservazione a basse temperature.

Come risparmiare meno energia elettrica in casa: Lavatrice e Lavastoviglie

come consumare meno energia elettrica

La lavatrice e la lavastoviglie, oltre a comportare un forte dispendio di energia elettrica, entrambi consumano anche molta acqua, per questo motivo bisogna porre molta attenzione quando si utilizzano.

Per risparmiare sul dispendio energetico della lavatrice basterà impiegare sempre programmi adatti ai capi che si lavano, e cercare d’impiegare sempre programmi a basse temperature. Non utilizzare mai la lavatrice per carichi mezzi vuoti o eccessivamente pieni. Un carico adeguato può comportare un risparmio energetico del 40%.

Infine, si dovrebbe sempre pulire il filtro ed evitare di impiegare la centrifuga, nelle giornate soleggiate e durante il periodo estivo.

La lavastoviglie è un elettrodomestico utile, ma da utilizzare con criterio. Spesso si utilizza anche se non è piena e si devono lavare solo pochi piatti. In questo caso sarebbe meglio evitare d’impiegarla e lavare i piatti manualmente, o attendere che si riempa prima di attivare il lavaggio. Infine, per risparmiare energia elettrica si può evitare di utilizzare il programma di asciugatura. Infatti, basta aprire semplicemente lo sportello a fine ciclo e aspettare che le stoviglie si asciughino con l’aria.

Scaldabagno elettrico: come risparmiare sulla bolletta?

Per consumare meno energia elettrica bisogna porre la massima attenzione all’impiego di elettrodomestici come lo scaldabagno elettrico e il condizionatore.

Lo scaldabagno elettrico è installato spesso in casa, per evitare d’impiegare il gas anche durante l’estate oppure d’inverno per ottenere una migliore miscelazione dell’acqua.

Lo scaldabagno, per risparmiare sul consumo energetico, deve essere installato sempre vicino al lavandino del bagno o della doccia. Impostando la temperatura dell’acqua e si deve impostare sempre al di sotto dei 60°.

In questo modo non dovrà impiegare troppa energia elettrica per riuscire a riscaldare l’acqua. Inoltre non c’è bisogno di accendere lo scaldabagno tutto il giorno, basterà accenderlo quaranta minuti prima di fare la doccia o il bagno.

Per risparmiare sul consumo dello scaldabagno si consiglia di applicare delle bocche rompigetto ai rubinetti. In questo modo si riesce a ridurre anche il consumo di acqua.

Risparmiare sulle apparecchiature elettroniche

I consumi più elevati di energia elettrica derivano spesso dalla televisione e dalle altre apparecchiature elettroniche, come PC e Consolle, che spesso vengono lasciate accese anche tutto il giorno o lasciati in stand-by.

Un primo passo per riuscire a risparmiare quasi il 30% sulla bolletta e scegliere di non lasciare mai in stand by nessun componente elettronico. Quando si finisce di utilizzarlo bisognerebbe semplicemente spegnere il tutto, disattivando il sistema, senza lasciarlo mai in pausa.

Tutte le apparecchiature elettroniche che non vengono utilizzate spesso, dovrebberò essere accese e spente solo nel momento in cui se ne ha bisogno.

Il PC anche se collegato alla corrente, se impostato in modalità risparmio energetico, vi permetterà di risparmiare energia elettrica. Inoltre, utilizzando un portatile, anziché il computer fisso, potrete evitare di avere il PC tutto il giorno attaccato alla corrente e basterà collegarlo solo nel momento in cui la batteria risulta scarica.

Le Playstation o Xbox, e le altre consolle, non vengono utilizzate tutti i giorni, per questo motivo si dovrebberò accendere e spegnere solo quando ci si gioca. Inoltre, per evitare che rimangano in Stand by, si può procedere al distacco della spina di corrente, nel momento in cui non la si deve utilizzare più.

Come risparmiare sull’illuminazione e sulla bolletta dell’elettricità

Infine, per riuscire a risparmiare sulla corrente e al contempo limitare i consumi al fine di preservare l’ambiente, basterà prendere dei piccoli accorgimenti sull’illuminazione casalinga. Ad esempio:

  • Spegnere le luci ogni qual volta non servono
  • Impiegare sempre i lampadari ed evitare le lampade
  • Utilizzare lampade Led a basso consumo di energia elettrica
  • Non accendere mai le luci quando è possibile godere della luce naturale del sole

Per risparmiare sulla bolletta, basterà contattare le varie società di distribuzione di energia sul territorio. Ognuna applica tariffe differenti e propone orari agevolati che possono coincidere con le ore in cui siete in casa. Contattando le varie società basterà scegliere quella che propone il miglior contratto di energia elettrica.

Infine, si potrebbe sempre considerare l’idea di affidarsi a fonti di energia rinnovabile, come quella solare, per generare un risparmio continuo nel tempo e avere un impatto minore sull’ambiente circostante.

Lascia un commento