Come lavare il tappeto con la cenere del camino

lavare tappeto con cenere

Quando si tratta di riciclare la cenere del camino vi abbiamo già mostrato, nell’articolo “come usare la cenere del camino“, una decina di strategie efficaci. Oggi vedremo come riciclare la cenere del camino per smacchiare e lavare i tappeti

Grandi, piccoli, medi, poco importa. Ogni tappeto ha il suo perché e riesce a regalare ai nostri ambienti quel tocco in più che tanto piace.

Purtroppo però i tappeti tendono a sporcarsi più di qualsiasi altra cosa, sono posti sul pavimento, una posizione delicata, così tendono a macchiarsi e a riempirsi di polvere. Chi vuole lavare i tappeti settimanalmente o con cadenze più frequenti, invece dei classici detergenti chimici che lasciano residui tossici per la salute, può sfruttare -almeno nel periodo invernale- la cenere del camino.

Per lavare i tappeti potete usare la cenere del caminetto, setacciandola per rimuovere eventuali residui. Una volta terminato questo primo passaggio, prendete il vostro tappeto e mettetelo in una bacinella abbastanza capiente. Versate sul tappeto diverse tazze colme di cenere, e, infine, aggiungete dell’acqua molto calda. Lasciate in ammollo per circa un’ora cercando di girare di tanto in tanto il tappeto con le mani.

Una volta passati i 60 minuti, scaricate la soluzione usata per il primo ammollo, poi prendete una spazzola ovale in trebbia naturale e ripassatela su tutta la superficie del tappeto.

Ripetete l’operazione del lavaggio per un altro paio di volte. Nell’ultima però si consiglia di tenere in ammollo il tappeto per almeno sette ore. Alla fine sciacquatelo a asciugatelo all’aria aperta.

E’ sicuramente un procedimento più lungo ma risparmierete qualche soldino e soprattutto risparmierete di immettere nell’ambiente domestico degli elementi tossici per la salute: lavare il tappeto con la cenere è ancora più importante quando si ha l’abitudine di sedersi sul tappeto o se in casa vi sono bambini piccoli.

Formaldeide, tricloroetilene e benzene sono tra sostanze tossiche che inquinano l’aria di casa immettendosi in atmosfera mediante i detergenti di uso comune. Per neutralizzare queste sostanze, oltre all’impiego di rimedi naturali per l’igiene, è possibile prendere una pianta dalle proprietà purificanti.

Potete lavare il tappeto anche con un detersivo naturale prodotto proprio a partire con la cenere di stufa a pellet o a legna, per tutte le istruzioni vi invitiamo a leggere: come riciclare la cenere del camino.

Lascia un commento