Come pulire la lavatrice

Come pulire la lavatrice

Tutte le migliori indicazioni per poter pulire correttamente la lavatrice

La lavatrice è uno degli elettrodomestici più importanti della nostra casa. E, in buon sostanza è anche uno dei più costosi! Dunque, imparare come pulire la lavatrice non solamente è una buona abitudine per poter mantenere sempre un sufficiente livello di efficacia nelle operazioni di pulizia, quanto anche per poter evitare manutenzioni straordinarie che potrebbero gravare sul tuo bilancio familiare.

È proprio per questo motivo che abbiamo voluto riassumere di seguito un approfondimento dedicato a come pulire la lavatrice, utile quando ad esempio hai una lavatrice che puzza, e intraprendere quelle giuste precauzioni che possono allungare la vita di questo importante elettrodomestico.

Come pulire l’esterno della lavatrice

Come ogni elettrodomestico complesso – e la lavatrice lo è! – è bene procedere per gradi.

Per prima cosa, dovrai occuparti della pulizia esterna e dell’oblò della lavatrice. In commercio, per questo proposito, esistono tantissime soluzioni, ma puoi ben crearne una domestica super economica!

Per farla, procurati 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia liquido, 100 ml di aceto bianco, 500 ml di acqua, 4 gocce di olio essenziale di limone e 1 cucchiaino di bicarbonato.

Prendi tutti questi ingredienti, amalgamali e versali in uno spruzzatore spray, agita bene e spruzza sulle superfici dell’elettrodomestico. A questo punto, prendi una spugnetta umida, delicata, e inizia a pulire con delicatezza, procedendo poi al risciacquo e all’asciugatura.

Come pulire il filtro della lavatrice

Ora che hai compreso come poter pulire adeguatamente l’esterno della lavatrice, puoi concentrarti sull’apprendere come lavarne le componenti fondamentali.

Tra di essi, uno dei più importanti è certamente rappresentato dai filtri di carico e scarico dell’acqua, che dovrebbero sempre essere oggetto di periodica manutenzione, al fine di conservarli puliti.

Questi filtri sono generalmente strutturati come una sorta di “rete” più o meno fitta, e necessitano di una manutenzione periodica che, in linea di massima, dovrebbe seguire le indicazioni del produttore della lavatrice.

Pertanto, la prima cosa che dovresti fare è quella di dare uno sguardo al manuale d’uso della lavatrice e cercare di capire ogni quanto è consigliato procedere con il controllo e la pulizia. In questo ambito, il minimo sindacale sarà rappresentato da una o due volte l’anno.

Come pulire la lavatrice

Come pulire i singoli componenti della tua lavatrice

Ma dove trovare i filtri della lavatrice? E come pulirli?

Individuarli è facile, anche se magari a portata di mano non hai il manuale d’uso del produttore. Generalmente sono infatti facilmente accessibili nel punto in cui i tubi di carico dell’acqua entrano nella lavatrice. Per individuare il filtro dell’acqua di scarico, puoi invece fare riferimento alla parte anteriore (davanti) della lavatrice: è di norma riparato da uno sportellino che ne garantisce un facile accesso, proprio finalizzato alla manutenzione di cui ti abbiamo detto negli scorsi paragrafi.

Per quanto intuibile, l’operazione di smontaggio dei filtri dovrà essere fatta con la lavatrice a riposo. Assicurati altresì di mettere in chiusura i rubinetti dell’acqua, e di posizionare un secchio sotto il punto in cui si sta smontando il filtro.

Come pulire le guarnizioni della lavatrice

Ora che sai come trovare e pulire i filtri, procediamo con e guarnizioni della lavatrice. Si tratta di un’altra componente molto importante, la cui giusta cura ti permetterà di evitare la formazione di muffe che, a lungo andare, non solo andrebbero a pregiudicare il buon esito delle operazioni di lavaggio, ma finiranno anche con il pregiudicare la bontà della lavatrice stessa.

Individua le guarnizioni: si tratta delle gomme che ti permetteranno di chiudere in maniera ermetica il cestello, le vaschette per il detersivo e quelle per l’ammorbidente.

Per tua fortuna, la pulizia di queste guarnizioni è piuttosto semplice. Prendi un po’ di detersivo delicato (quello che usi per lavare i panni in acqua calda), una spugna o un panno in microfibra, e passare tale composto in tutte le parti interessate. Infine, effettua un lavaggio a vuoto, con poco detersivo.

Come pulire il cestello della lavatrice

Il cestello della lavatrice è quel componente nel quale vengono riposti i capi di abbigliamento da pulire. Al fine di garantirgli la giusta igiene, prendi un bicchiere di aceto e versalo nel cestello. Prendi poi anche un altro bicchiere di aceto e riponi il contenuto nella vaschetta dove di solito versi il detersivo e l’ammorbidente.

A questo punto, avvia la lavatrice per un ciclo di lavaggio a vuoto: l’aceto farà il resto, andando a pulire il cestello della lavatrice e gli altri componenti con cui entrerà in contatto.

Ricordato ciò, condividiamo con te come queste piccole e semplici istruzioni dovrebbero essere sufficienti per poter garantire alla tua lavatrice una vita più longeva, e per poter assicurare l’eliminazione di tutti i principali cattivi odori.

Se tuttavia nonostante queste pulizie continui a notare dei malfunzionamenti (come ad esempio quelli alla difficoltà di scarico dell’acqua) o ancora la presenza di cattivi odori che potrebbero poi estendersi anche nel bucato, è bene chiamare un esperto manutentore. Insieme a te effettuerà un’analisi approfondita della lavatrice, individuando eventuali presenze di calcare e di altri elementi di sporcizia che stanno pregiudicando il buon funzionamento di tale elettrodomestico.

Nessun commento.

Lascia un commento