Come riciclare il vino avanzato

vino avanzato

Ti è mai capitato di ricordarti di aver lasciato il vino in dispensa dopo che nel frattempo, non sarà più buono da bere? D’istinto ci verrebbe da buttarlo via, ma sarebbe un grosso errore. Perché non riciclarlo? Ci sono diversi modi per riciclare il vino vecchio e quindi risparmiare.

Come riciclare il vino avanzato. Le pulizie
Non tutti sanno che il vino bianco possiede una forte azione sgrassante e può eliminare diversi tipi di macchie, anche particolarmente ostinate. Se l’auto ha lasciato delle macchie d’olio a terra nel garage, provate a strofinarci sopra del vino bianco con l’aiuto di una spugna e vedrete che non avrete bisogno di usare prodotti chimici. Allo stesso modo potete utilizzarlo per rimuovere le macchie ostinate dalle superfici della cucina.

Inoltre il vino bianco può diventare un ottimo detergente per i vetri, basta diluirlo in un po’ d’acqua, metterlo all’interno di uno spruzzino, passarlo sui vetri e asciugare con dei fogli di carta di giornale: vedrete che i vostri vetri saranno splendenti.
Il vino vecchio può essere utilizzato anche come disinfettante per lavare frutta e verdura, dato che la presenza dell’alcool fa sciogliere le impurità ed elimina i batteri.

Come riciclare il vino avanzato in cucina
Il vino vecchio può essere usato per cucinare pietanze a base di carne, funghi e cacciagione, soprattutto quello rosso. Può diventare aceto domestico: con il passare del tempo, il vino vecchio si trasforma in aceto naturalmente. Basta solo lasciarlo in una bottiglia chiusa e fatto riposare in un luogo fresco e asciutto per circa un mese.

Come riciclare il vino avanzato. Trattamento di bellezza
Il vino vecchio può diventare anche un ottimo trattamento di bellezza: grazie alle sue proprietà antiossidanti, se passato sul viso come se fosse un tonico, assicurerà luminosità e morbidezza alla pelle.

Lascia un commento