Come togliere una zecca in piena sicurezza

come togliere una zecca dall uomo

Vediamo come togliere una zecca dal cane, dal gatto o dall’uomo. I pericoli per l’uomo e per il cane in caso di puntura di zecca.

La zecca è un parassita dalle dimensioni di diversi millimetri, appartiene alla classe degli Aracnidi e non è un insetto. Le zecche appartengono alla stessa classe dei ragni (sono aracnidi e non insetti), in Italia sono diffuse circa 40 specie e possono attaccare un buon numero di animali, non sono mammiferi ma anche rettili e uccelli.

Gli animali più attaccati dalle zecche sono i cani e i gatti, tuttavia queste possono insediarsi anche sul criceto, sul coniglio e ahimè, possono attaccare anche l’uomo.

Come succhiano il sangue le zecche?

Lacerano la pelle dell’ospite grazie a una struttura munita di denticoli che penetra nella ferita per succhiare il sangue. il sangue viene succhiato mediante particolari strutture canalicolari che si aprono all’esterno.

Se una zecca al digiuno misura pochi mm, dopo aver succhiato il sangue la zecca può gonfiarsi e raggiungere dimensioni consistenti.

Il pasto della zecca può durare anche alcuni giorni, solo dopo aver terminato il pasto si lascia cadere al suolo. Ecco perché talvolta è possibile vedere zecche in casa libere e non attaccate sul cane o sul gatto. Le zecche possono sopravvivere al digiuno anche sette anni.

Dove si prendono le zecche?

I cani possono essere attaccati sia da zecche dure che da zecche molli. Le zecche dure (Izodidae, attive durante il giorno) e le zecche molli (Argasidae, attive durante la notte) trascorrono l’inverno in letargo, preferibilmente in campagna, sotto le pietre, tra la vegetazione… Nei centri urbani, dove c’è più calore, le zecche possono attaccare anche in inverno.

Le zecche si possono prendere ovunque. Questi animali possono camminare su marciapiedi, ai margini delle strade, sui muri o nel prato dei giardinetti pubblici. E’ sufficiente che il cane sfiori la zecca e questa resta ancorata. Stessa cosa anche per l’uomo: la superficie della zecca è ricoperta da una sorta di ventose adesive, e può attaccarsi ai vestiti.

Dove vivono le zecche?

Le zecche non hanno ali, non volano. Non vivono sugli alberi ma possono nascondersi tra l’erba del giardino, nella lettiera dei boschi e a terra. Sono in attesa di un ospite. Preferiscono il cane

La zecca può attaccare l’uomo?

Purtroppo sì, le zecche possono attaccare l’uomo creando seri problemi. La puntura di zecca sull’uomo dà vita a evidenti manifestazioni cutanee. Quando la zecca immette i suoi denticoli inocula delle tossine e della saliva che causano gonfiore e rossore.

Il morso di zecca è indolore quindi non sempre è facile notare di averla addosso. Nell’uomo, le zone preferite dalla zecca sono le ascelle, il torace, la testa e l’inguine.

Come togliere una zecca al cane o al gatto

Come togliere le zecche? Purtroppo la risposta non è ovvia come sembra, non basta tirare via l’animale! Il motivo? Quando succhiano il sangue le zecche introducono un’appendice della testa (il rostro) nella cute dell’ospite. Staccando la zecca senza prestare attenzione, si rischia di lasciare il rostro nella pelle.

Come togliere una zecca:

  1. Indossare i guanti.
  2. Individuare la zecca ed eseguire il distacco in modo meccanico utilizzando una pinza.
  3. La zecca va afferrata verso l’apice del rostro, vicino al punto di ancoraggio sulla cute.
  4. Staccare la zecca con movimenti delicati evitando di schiacciarla.
  5. Usando una pinzetta dal becco ricurvo, è possibile fare pressione sulla cute così da afferrare la zecca proprio in prossimità del rostro.
  6. Tirare la zecca in modo delicato senza eseguire alcuna torsione o rotazione.

Nel togliere una zecca dal cane o peggio, dall’uomo, è importante non spezzare il rostro che potrebbe rimanere infisso nella cute. Cosa succede se non si toglie il rostro? Questo può causare cisti e infezioni.

come togliere una zecca

In commercio non mancano pinzette per togliere le zecche. Consigliamo l’acquisto di una pinza dalle punte strette e ricurve che consentono un movimento più agevole. Su Amazon dei kit si comprano a prezzi di circa 10 euro. Per tutte le info sulle pinze mostrate in foto, ti rimando alla pagina “Set di 2 Pinzette in acciaio inox“.

Come togliere le zecche dalle persone

Le istruzioni viste sono utili sia per capire come togliere le zecche dalle persone, sia per capire come togliere le zecche al gatto o al cane. Il procedimento non cambia, ciò che cambiano sono i controlli da eseguire.

Una volta tolta la zecca, disinfettare la parte interessata con dell’acqua ossigenata. Mai usare acqua ossigenata o altri disinfettanti prima della rimozione della zecca sull’uomo.

Le zecche sono pericolose per l’uomo perché possono trasmettere diverse malattie. La zecca più pericolosa per l’uomo, qui in Italia, è la “zecca dei boschi” o Ixodes ricinus. Può causare la malattia di Lyme, e la TBE (encefalite da zecca).

come togliere le zecche
La zecca va tolta sollevandola per il capo ed eseguendo un leggero movimento lineare. La torsione potrebbe facilitare il distacco delle strutture canalicolari.

Non tutte le zecche trasmettono patogeni. Dopo aver rimosso la zecca dalla persona, non bisogna gettarla via. Conserva la zecca staccata perché potrebbe essere utile da analizzare così da identificare la specie.

Per evitare complicazioni, dopo aver rimosso la zecca, è consigliato rivolgersi alla guardia medica più vicina e segnalare al proprio medico di famiglia l’avvenuta puntura della zecca.

Il cane ha una zecca: cosa fare?

Se il cane ha una singola zecca, basterà rimuoverla come spiegato in precedenza ed eseguire un trattamento protettivo applicando uno dei tanti repellenti in commercio. Dopo aver visto come togliere una zecca, vediamo cosa non va fatto in caso di zecche su cane, gatto o uomo. Spesso, quando si nota una zecca attaccata, si potrebbe essere tentati di ucciderla.

Non bisogna mai uccidere una zecca attaccata, la zecca sta consumando il suo pasto e può produrre e immettere nel circolo sanguigno dell’ospite tossine e agenti patogeni. Movimenti eccessivamente bruschi nel tentativo di togliere la zecca o l’uso di olio, alcool, ammoniaca o altro, potrebbero provocare un rigurgito salviare. In pratica la zecca immette in circolo la sua saliva, con tossine e possibili patogeni aumentando il rischio di contrarre infezioni.

In caso di infestazioni di zecche in casa, sarà necessario eseguire opportuni trattamenti. Il cane o il gatto, dovrà essere trattato con antiparassitari in spray, shampoo o collari repellenti.

Pulci o zecche?

Riconoscere le zecche e distinguerle dalle pulci è semplicissimo. Chi ha dubbi su pulci e zecche, può leggere l’approfondimento dedicato alle Pulci sull’uomoPurtroppo le zecche non sono le uniche ad attaccare l’uomo e il cane, anche le pulci possono nutrirsi del sangue umano.

Categorie Guide

Lascia un commento