Cosa piantare a gennaio

Gennaio è un mese invernale tradizionalmente molto freddo, anche in un Paese dal clima tipicamente mediterraneo come l’Italia. Proprio per questo motivo si suole preferire un’attività prevalente in semineria e in indoor, mentre si rinviano a tempi più propizi altre attività (come ad esempio i trapianti).

Cosa piantare a gennaio, elenco fiori

Ad ogni modo, quanto sopra non dovrebbe scoraggiare i giardinieri in erba nella migliore cura dell’orto in inverno. Soprattutto nelle zone del Paese del Centro e del Sud, è infatti possibile piantare dei fiori proprio durante il mese di gennaio, nella speranza che possano giungere a regolare fioritura in primavera. Vediamo insieme i principali, e qualche consiglio per poter avere un orto, un terrazzo o un balcone sempre fiorito!

Ciclamino

Il ciclamino è una delle piante invernali per eccellenza, e grazie alla sua particolare resistenza anche nel mese di gennaio, riuscirete probabilmente a garantirvi un bel balcone colorato. Tuttavia, attenzione a non essere troppo ottimisti nei confronti di questo bel fiore, e metterlo troppo alla prova

Vi consigliamo infatti di mettere i ciclamini in vaso in un luogo riparato, e non troppo esposto al vento. Il rischio, altrimenti, è quello di danneggiare eccessivamente fusto e fiore, con ciò che ne consegue sulla sua sopravvivenza.

Tulipano

Anche il tulipano può fornire il proprio contributo già nel mese di gennaio. Sul finire del periodo, quando febbraio inizia a intravedersi all’orizzonte, potete infatti interrare i bulbi a una profondità di 5-10 centimetri, innaffiandoli in abbondanza nei primi giorni. Così facendo permetterete al tulipano di avviare il suo percorso di crescita, garantendovi una bella fioritura nelle settimane che verranno!

Piantare le verdure a gennaio

L’elenco dei fiori che potete piantare e coltivare per il mese di gennaio non è estesissimo, ma comprende alcune fantastiche alternative per poter rendere più grazioso il vostro giardino. Pensate ad esempio alla viola o alla primula.  Due fiori che possono ben essere piantati in questo periodo dell’anno, al fine di generare una gradevolissima fioritura tra pochi mesi.

Giova in tal senso ricordare che è ancora più ricco l’elenco di verdure che potete piantare proprio in questo frangente temporale. Dal basilico alle carote, dalle cipolle all’erba cipollina, dal crescione alle melanzane, dai peperoni alla rucola. Sono tante le piante che riuscirete a seminare nel mese di gennaio.

 

In tal senso, il nostro consiglio è pur sempre quello di non esagerare con l’ottimismo, e di riporre qualche sforzo aggiuntivo per il benessere del vostro orto. In particolar modo, aspettate sempre la fine delle gelate, che in molte parti del Paese coincide con l’ultima parte del mese di gennaio: in questo modo eviterete di pregiudicare il faticoso lavoro di semina.

In secondo luogo, ricordate che – sebbene molte piante tra quelle sopra brevemente anticipate possono ben essere seminate proprio in inverno – è opportuno valutare la possibilità di proteggerle dal gelo più intenso attraverso l’utilizzo di appositi teli che le proteggeranno dal vento e dal ghiaccio.

Potete acquistarli in un qualsiasi negozio specializzato, ritagliandole sulle misure ideali del vostro spazio verde.
Diversi modelli sono reperibili anche online. Un telo protettivo che consiglio lo trovate su Amazon; questo prodotto è disponibile in varie larghezze e lunghezze, quindi potete scegliere la misura in base alle vostre esigenze. Per maggiori informazioni vi rimando alla pagina ufficiale di Amazon: Telo protettivo per le piante contro il gelo

Nota bene: non sottovalutate questo importante acquisto, un vero e proprio alleato per aiutare le vostre piante a contrastare le temperature più rigide.

In terzo luogo, valutate altresì l’acquisto di un semenzaio, un piccolo impianto nel quale potete iniziare la coltivazione delle pianete, e poi travasarle sul terreno o in vasi più grandi all’inizio della stagione primaverile.

I semenzai tecnologicamente più avanzati avranno inoltre l’indubbio vantaggio di predisporre delle automatiche variazioni di temperatura; alcuni di questi sono altresì sezionati per potervi consentire di piantare diversi semi a diverse temperature. In ogni caso, un investimento che valorizzerà adeguatamente i vostri sforzi, e che vi permetterà di affrontare la stagione invernale con maggiore consapevolezza e con maggiore successo, preparandovi al meglio all’arrivo della primavera e della fioritura!

Semine di gennaio

A questo punto, possiamo ben domandarci che cosa poter seminare nel proprio orto durante il mese di gennaio. Anche se il calendario varia a seconda della zona di riferimento territoriale (evidentemente, le coltivazioni nel Sud Italia saranno differenti da quelle del Nord), possiamo consigliarvi due diverse alternative a seconda delle vostre preferenze e condizioni di giardinaggio:

  • se avete una piccola serra (o tunnel) o volete piantare in vaso a gennaio, puntate sul cavolo, sulle melanzane, sui pomodori, sui peperoni, sui ravanelli, sui sedani;
  • se invece piantate in pieno campo, la vostra scelta potrebbe ricadere su aglio bianco, fave e piselli.

Si tratta, come potete ben immaginare, di due scelte alternative che non escludono assolutamente altre coltivazioni (ne abbiamo parlato a lungo sul nostro sito), e che potete arricchire di ulteriori semine, come quelle delle carote, delle bietole e della lattuga, soprattutto nella parte finale del mese.

Cosa trapiantare nell’orto a gennaio

In conclusione di questo breve approfondimento sulla gestione dell’orto invernale, vogliamo altresì rammentarvi che a seconda delle condizioni climatiche tipicamente presenti nella vostra zona, gennaio potrebbe essere altresì mese ideale per poter procedere al trapianto in serra / tunnel di alcune piante.

È il caso – a titolo di esempio non esaustivo – del cetriolo, del fagiolo, dell’indivia, della lattuga, della melanzana, del peperone, del pomodoro, della zucchina, del basilico.

Valutate ad ogni modo, caso per caso, sulla base delle condizioni di piovosità, vento e gelate!

 

Lascia un commento