Gli eventi estremi in Italia sono aumentati del 39%

eventi estremi

Gli effetti del cambiamento climatico stanno diventando sempre più evidenti anche in Italia. Nel nostro Paese infatti gli eventi climatici estremi stanno diventando davvero frequenti causando danni enormi. Secondo le ultime stime della Coldiretti infatti nella nostra nazione l’autunno 2021 è stato per il momento ricco di avvenimenti estremi. Le stime riferiscono un aumento del 39% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Nubifragi sempre più frequenti in Italia

In Italia la situazione legata al cambiamento climatico continua a preoccupare gli esperti. L’aumento del 39% degli eventi estremi in autunno infatti ha causato enormi danni in numerose regioni. Dopo un’estate scarsa di piogge e ricca di incendi che hanno messo in pericolo svariate zone, ora le cose sono diametralmente cambiate. Tali incendi hanno provocato la perdita di 170.000 ettari di bosco in pochi mesi.

L’autunno 2021 è invece particolarmente ricco di piogge intense e di maltempo. Questo si è dimostrato un problema per la fase finale della vendemmia e per l’inizio della raccolta delle olive. L’agricoltura infatti sta vivendo un momento complesso proprio a causa delle piogge e degli eventi estremi che ci sono nella Penisola.

In Italia, dall’inizio dell’autunno, ci sono stati più di sei nubifragi al giorno. Tempeste di vento, bombe di acqua e tornado sono ormai all’ordine del giorno e provocano danni alle cose, ma anche morti e feriti. A riferire questo è sempre la Coldiretti che ha utilizzato i dati dell’European Severe Weather Database (Eswd) per comprendere la situazione.

Gli effetti dei cambiamenti climatici

Appare ormai chiaro che anche in Italia gli effetti del cambiamento climatico siano sempre più evidenti. Le conseguenze della crisi del clima appaiono importanti anche nella nostra nazione e gli eventi estremi ne sono una dimostrazione. Nella Penisola ormai gli eventi atmosferici estremi sono diventati quotidiani a causa della tendenza alla tropicalizzazione. Proprio da qui derivano le intense precipitazioni di breve durata e il rapido passaggio dal bel tempo alla pioggia. Anche le differenze tra una stagione e l’altra appaiono diverse rispetto al passato non troppo lontano.

Tutto questo provoca ovviamente enormi danni all’agricoltura italiana. Nel 2021 si contano oltre  2 miliardi di euro di danni a questo settore. Le perdite di coltivazioni e i danni alle infrastrutture agricole appaiono sempre più numerosi e di conseguenza in molti stanno vivendo periodi complessi. Oltre alla diminuzione della raccolta stagionale infatti è necessario aggiungere anche altri danni causati dal maltempo. Sono molti quelli nei confronti delle piante da frutto danneggiate dalla furia della pioggia torrenziale.

Lascia un commento