Insetti bianchi in casa, riconoscerli per eliminarli

insetti bianchi in casa
Piccoli insetti bianchi dell’ordine psocoptera. Foto: AgroBio-MI

Se hai notato dei piccoli insetti bianchi in casa hai a che fare con gli insetti della polvere o con gli psocotteri. In entrambi i casi le soluzioni per eliminarli non cambiano. Gli insetti della polvere, anche noti come acari, sono piccolissimi, grandi quanto granelli di zucchero e, nelle prime fasi di sviluppo, sono difficilmente visibili a occhio nudo. Gli psocotteri, invece, sono grandi dai 2 ai 6 mm. Dato che si sviluppano in ambienti fortemente umidi, spesso sono entrambi presenti in casa.

Chi vuole eliminare gli insetti in casa deve aver presente una prima regole: ci vuole pazienza! Gli insetti, in genere, vivono in colonie e ciò significa che saranno necessari diversi giorni per eliminarli completamente.

La presenza degli insetti ti sta dicendo una cosa: stai trascurando la tua casa ed è necessario mettere in pratica un po’ di manutenzione extra.

Insetti bianchi in casa

Nel parlare di insetti bianchi in casa, abbiamo detto che potrebbe trattarsi di acari o psocotteri ma vi è un terzo concorrente, il pesciolino d’argento che nei suoi stadi più immaturi appare bianco mentre nella sua forma adulta è grigio-argento. Vediamoli uno a uno.

Acari o insetti della polvere

Gli acari hanno dimensioni che solo raramente superano un millimetro, sono insetti minuscoli. In genere passano inosservati perché solo raramente sono visibili a occhi nudo.

Nella foto in basso, vi è un ingrandimento di un acaro della polvere: appare mobile, piccolo quanto un granello di zucchero e… dove c’è un acaro, ce ne sono tanti altri. Gli acari della polvere amano gli ambienti bui, ricchi di sostanza organica come forfora, cellule morte e residui fisiologici di varia natura. Prosperano meglio con calore e elevati livelli di umidità.

insetti bianchi in casa
un acaro

Psocotteri

Anche gli psocotteri hanno le stesse esigenze degli acari: alti livelli di umidità e scarsa luminosità sono due condizioni favorevoli alla moltiplicazione. Gli psocotteri si nutrono di sostanze organiche ma non mordono l’uomo, ne’ sono pericolosi. Alcune specie si nutrono degli alimenti che hai comunemente in cucina. Questi insetti bianchi solo raramente causano allergie e soprattutto non sono dannosi.

Gli acari, invece, innescano più di frequente allergie a causa di particolari proteine rinvenute nelle loro feci che, a contatto con la pelle umana di soggetti allergici, causano forti irritazioni.

Pesciolini d’argento bianchi

Vi è un terzo insetto che può corrispondere alla descrizione di piccolo insetto bianco, il pesciolino d’argento o lepisma saccharina. Anche in questo caso, il buio e l’umidità sono i principali fautori della loro proliferazione. I pesciolini d’argento si nascondono nei libri, nei muri, nei battiscopa… e anche questi si nutrono di cellulosa.

Gli insetti bianchi dei libri (pesciolini d’argento) hanno un corpo dalla forma allungata e di colore argenteo quando adulti, gli esemplari più piccoli, invece, appaiono bianchi. Altra caratteristica che può aiutarti a distinguerli, è che sono molto più grandi sia degli acari che degli psocotteri.

Altri insetti in casa

Se nelle descrizioni e nelle immagini non hai riconosciuto gli insetti che hai notato nella tua abitazione, puoi consultare l’approfondimento dedicato agli insetti in casa.

Insetti bianchi in casa: come eliminarli

Che si tratti di pesciolini d’argento, acari o psocotteri, per eliminare questi insetti dovrai curare l’ambiente domestico in termini di qualità dell’aria, igiene degli ambienti e umidità nei muri, mobili e materassi. Molti autori consigliano una disinfestazione con prodotti chimici, ma considera che gli insetticidi usati in casa arrecano più danno alla salute degli insetti. Per eliminare gli insetti bianchi in casa puoi:

  1. Abbassare i tassi di umidità
  2. Arieggiare tutte le stanze, i mobili e le credenze
  3. Esporre materassi, divani e altri imbottiti al sole
  4. Aspirare tutte le superfici
  5. Lavare solo se si ha certezza di un’asciugatura perfetta
  6. Eliminare macchie di muffe o umidità
  7. Risanare eventuali perdite
  8. Eliminare la condensa dai muri
  9. Conservare gli alimenti in contenitori ermetici

La presenza di umidità e muffa rende l’ambiente domestico ideale per la proliferazione di molti insetti, in più le spore delle muffe sono irritanti per le vie respiratorie. La casa è il luogo in cui passi buona parte del tuo tempo, merita una buona dose di cure. Un ambiente domestico sano crea il presupposto ideale per mantenerti in buona salute. Se necessario, dunque, non farti scrupolo di riverniciare i muri, magari passando un prodotto isolante per prevenire problemi di umidità.

Arieggiare le stanze è molto semplice, fallo nelle ore più calde del giorno. Per quanto riguarda il sole, questo è un germicida naturale, in più gli acari e alcune specie di psocotteri, sono fotosensibili e non tollerano i raggi del sole.

Aspirare tutte le superfici è necessario soprattutto quando in casa ci cono gli acari. Come premesso, questi insetti della polvere si nutrono di cellule morte, forfora e altri residui organici. Ogni giorno, un essere umano disperde nell’ambiente fino a 100 miliardi di cellule morte. Armarti di pazienza ed esegui una pulizia profonda, in più, cerca di pulire le superfici che entrano in contatto con la tua pelle ogni giorno.

In quanto al lavaggio, come premesso, opera solo se sei sicuro che le superfici e le zone si asciugheranno completamente. Usa al candeggina solo se è presente la muffa, in caso contrario andrà bene del semplice sapone di Marsiglia o qualsiasi prodotto per l’igiene della casa, compreso bicarbonato di sodio e aceto.

Insetti minuscoli in cucina

Tra gli psocotteri, la specie Liposcelis bostrychophila si nutre di diversi alimenti. Se questi insetti minuscoli sono in cucina, dovrai provvedere a sigillare qualsiasi alimento ponendolo in un contenitore ermetico. La specie Liposcelia bostrychophila è lunga circa un millimetro. Non succede nulla se mangi diversi esemplari di questo insetto, tuttavia per mitigarne la proliferazione, consigliamo di eliminare le scorte di cibo che sono state contaminate.

In caso di psocotteri nella farina, basterà seguire le indicazioni viste per il punteruolo del grano.

 

Categorie Guide

Lascia un commento