Intervista ad una vegana: Alessandra Bonacina

Alessandra Bonacina, presentatrice di Cotto & Vegano, cerca di spiegarci l’essenza di uno stile di vita vegan e lo fa in un’intervista dove si evince che Vegano non significa solo Sano. Non si hanno solo vantaggi fisiologici ma soprattutto si otterrà un’elevazione della sfera psichica, quella sfera che molti definiscono “spirito”. La chiave è la Consapevolezza.

In un mondo in cui tutti cercano di arricchirsi attraverso materia, esperienze di vita e gusto, c’è chi invece decide di donare ad altri Vita senza accumulare ricchezze materiali, piuttosto arricchendo la propria anima, con una dolce sensazione di virtù. Il Dono.

E’ così che Alessandra presenta la scelta Vegan. Una dolce sensazione di virtù che si ottiene donando la vita. Evitando di ingerire tutto cià che deriva da strazio e sofferenza. Evitando di ingerire cadaveri. Ma a parte la sensazione di virtù, quali sono i vantaggi per il palato?

Il vantaggio dal punto di vista alimentare è quello di dare al proprio senso ciò che di più autentico è nell’uomo, nella sua memoria. Il sapore primordiale del cibo. Dalla semplicità di nutrimento del corpo allora ci avviciniamo alla semplicità di nutrimento delle emozioni perchè la Costruzione artefatta del cibo o dei sentimenti, non si avvicina alla semplicità con cui le nostre cellule continuano a lavorare. Loro naturalmente lavorano.
E noi siamo sia un corpo che ha bisogno di cibo come un’anima che ha bisogno di emozioni. Per Vivere!
Tornando alla domanda quindi i Vantaggi sono sia emozionali che di benessere fisico.
Visto che parliamo del palato, il vegano ha un contatto diretto con la Terra.
Sentiamo i Suoi frutti nella loro originalità. Se io sono in contatto con la realtà primogenia del cibo, attraverso il gusto, avviene anche un senso di purificazione del corpo e un risveglio sempre più necessario e ricercato.

Alessandra ci parla di un “risveglio sempre più ricercato“, ed è grazie a questa ricerca che si scoprono le tante sfaccettature dell’alimentazione. Nella società odierna la superficialità regna sovrana. La comunità si limitano ad alimentarsi per atteggiamenti indotti, abitudini o per dare piacere al palato. Si perde di vista il vero senso della nutrizione. Fisiologicamente, il senso dell’alimentazione è quello di poter tenere testa al deficit di metaboliti che caratterizza l’organismo umano, scopriamo che per un vegano le cose non cambiano, Alessandra Bonacina ci spiega fin dove la sua ricerca l’ha portata.

Inizia così una ricerca per capire cos’è l’alimentazione e quale scopo ha: E’ nutrimento del corpo.
Tutti dovremmo chiederci: quale è il senso dell’alimentazione?
DEVO STARE IN PIEDI NUTRENDOMI O DANNEGGIANDOMI?
O peggio, danneggiando ciò di cui siamo i custodi, come il regno animale, vegetale e minerale?!
Allora in seguito alla risposta ci chiediamo: COSA VUOLE ASSAPORARE IL MIO PALATO? VITA O SOFFERENZA?
Per la maggior parte dei Vegan il palato Vive attraverso le vibrazioni che l’alimento trasmette.

QUESTO E’ IL VANTAGGIO! IL SAPORE AUTENTICO, LA VIBRAZIONE PURA, GUSTO DELLA TERRA E CONSAPEVOLEZZA DI TUTTO QUESTO.

Un commento su “Intervista ad una vegana: Alessandra Bonacina”

Lascia un commento