La storia di Alfio, il cane anziano morto la notte prima dell’adozione

la storia di alfio cane anzianoNon tutte le storie che hanno come protagonista un animale, purtroppo, hanno un lieto fine, ma allo stesso tempo è importantissimo parlarne per far sì che non si ripetano: Alfio era quasi riuscito ad avere ciò che desiderava di più al mondo: una casa accogliente nella quale vivere i suoi ultimi anni di vita.

Il cagnolone, che aveva 10 anni, aveva vissuto a lungo in rifugio e i volontari si erano molto affezionati a lui. Ecco perchè quando Alfio è venuto a mancare, a pochissime ore dalla sua adozione, i volontari del rifugio della Lega del Cane di Ruvo di Puglia non solo hanno reagito con molta tristezza, ma hanno anche avvertito un po’ di vergogna per averlo, in un certo senso, deluso.

“Ciao Alfio, non abbiamo fatto in tempo” si legge sulla pagina ufficiale del rifugio, in un post in cui è stata allegata anche la foto del tenero cagnolone.

“Non ce lo aspettavamo. Alfio era anziano, sapevamo che sarebbe potuto succedere eppure è difficile accettarlo quando capita a un passo dal calore di una famiglia. i mancherà tantissimo il suo ululato, la sua andatura e il suo sguardo. Ora la tristezza è infinita”.

L’appello del rifugio: date una chances anche ai cani anziani

Alfio ha vissuto oltre tre anni nel rifugio. Prima di arrivare in canile era costretto a vivere in condizione precarie, una volontaria lo ha salvato da una vita triste, solitaria e in catene nella speranza che il canile fosse per lui solo un luogo di passaggio, ma da allora sono passati anni e Alfio non ha mai ricevuto richieste di adozione. Un dramma condiviso, purtroppo, con tantissimi altri cani anziani che non hanno la fortuna di concludere i loro giorni tra l’affetto di una famiglia.

La sua storia ci ricorda l’importanza di dare una chances anche ai cani più tardi, per non lasciarli morire da soli.
“I cani anziani sono dei maestri di gentilezza.” sottolineano i volontari del rifugio.

“Vorremmo trovare le parole giuste per spiegarlo a chi viene in canile per adottare un cane giovane o un cucciolo. Proponiamo i ‘nostri nonnini’ perché sono loro ad avere la priorità nell’adozione soprattutto alla vigilia dei mesi più freddi dell’anno. Come Alfio in canile ci sono moltissimi cani anziani, gentili, in grado di vivere in equilibrio con umani e animali, sono compagni fedeli di lunghe passeggiate, pazienti se i bambini li accarezzano anche quando non vorrebbero, grati per ogni attenzione a loro dedicata. Ciao Alfio, non abbiamo fatto in tempo”.

 

Lascia un commento