La verità sul Latte: perché fa male?

Articolo che vi farà capire che il latte non fa le ossa ma le distrugge. Leggete con attenzione, la credenza che il latte fa bene deriva da una grossa strategia di marketing, la stessa strategia che induce gli americani a prediligere i cibi ogm alla frutta e verdura biologica.

Il latte fa male?

IL CALCIO FA BENE, MA IL LATTE NO. CONTIENE PARTICELLE RADIOATTIVE E FAVORISCE L’INSORGENZA DI TUMORI. UN’OTTIMA ALTERNATIVA AL LATTE VACCINO E’ IL LATTE DI SOIA O DI RISO (da integrare, però, con una dieta in grado di garantire il soddisfacimento del fabbisogno di calcio). IN COMMERCIO SI TROVANO TIPI DI LATTE VEGETALE ARRICCHITI DI CALCIO, QUESTI POTREBBERO ESSERE IL SOSTITUTO IDEALE DEL LATTE VACCINO, fai attenzione, però, a non scegliere bevande zuccherate. Leggi sempre gli ingredienti prima dell’acquisto di qualsiasi prodotto.

Perché il latte fa male? Il latte favorisce la crescita di cellule cancerogene:

Andate a succhiare le tette di vostra madre. Su, forza. Fatelo. Pensate che sia ridicolo? Lo è infatti.

I mammiferi hanno bisogno di un enzima chiamato lattasi per digerire il lattosio (lo zucchero presente nel latte e nei suoi derivati). Tra i 18 mesi e i 4 anni, però, noi perdiamo tra il 90 e il 95% di questo enzima. Il lattosio non digerito e la natura acida del latte pastorizzato favoriscono la crescita di batteri nel nostro intestino. Tutto ciò incrementa il rischio di cancro, perché le cellule cancerogene crescono in ambiente acido.

Madre natura non è stupida. Tutte le specie, compresa la nostra, hanno esattamente ciò che serve loro per cavarsela. Non ha pensato a degli adulti che volessero continuare a succhiare le tette della loro madre.***

Il latte fa ingrassare 

Siamo l’unica specie presente sul Pianeta a bere latte dopo lo svezzamento. Siamo anche l’unica specie del globo a bere latte prodotto da un’altra specie: le mucche. Al contrario dell’immaginario pubblico, le mucche, proprio come le donne, producono latte solamente quando partoriscono e non hanno bisogno di essere munte. Il latte materno, da solo, consente un aumento del peso pari al 300%, in soli 12 mesi.

Il latte bovino è ancora più ricco e nel giro di 2 anni riesce a trasformare un vitello di 40 kg in un adulto di 900 kg. Vi sembra molto ingrassante? Lo è infatti. Il latte bovino permette ai vitelli di raddoppiare il loro peso in soli 57 giorni, lasciandoli con i loro 4 stomaci pieni. Come visto il latte è estremamente ingrassante e ogni specie, come studiato da Madre Natura, produce il latte più adatto per il proprio sviluppo e la propria crescita.

Il latte fa bene alle ossa? Falso, fa male.

bevi il latte, ti fa le ossa“. Quante volte abbiamo sentito questa frase? Troppe, dato che si tratta di una grossa boiata inculcata dall’industria casearia ed entrata a far parte dell’opinione pubblica muovendo un affare miliardario che sfrutta come marketing l’assuefazione ai prodotti del latte.
Ricercatori di Harvard, Yale, Penn State e del National Institutes of Health, hanno dimostrato che i latticini non sono in grado di contrastare l’osteoporosi, anzi, al contrario, il latte danneggia le ossa: uno studio del National Dairy Council ha rivelato che l’alto contenuto proteico di latte e derivati in realtà sottrae calcio alle ossa. I ricercatori della Yale University hanno scoperto che i Paesi con i più alti tassi di osteoporosi sono quelli in cui la gente consuma maggiori quantità di latte e cibi di origine animali. Un esempio? 40milioni di donne americane soffrono di osteoporosi contro le 250mila donne africane. Delle 50 tribù africane prese in esame in Kenya e Tanzania, soltanto una, quella dei Masai, soffre di osteoporosi. Pensate un po’… i Masai sono l’unica tribù africana ad allevare bovini e a bere latte.

Cosa c’è nel latte che bevete

Berreste mai un bicchiere di Pus? Che schifo èh?!? Pensate che le mucche sono munte dalle macchine, ai capezzoli dei bovini sono applicati dei congegni metallici, così le mammelle si infiammano e insieme al latte, le macchine, tirano via anche del Pus, cioè globuli bianchi morti, batteri e altre merde. Ma che schifezza è questa?!?

Per ripulire il tutto, le industrie sono costrette a trattare il latte come processi come la pastorizzazione. In tal modo, il latte viene privato della gran parte di calcio senza nemmeno uccidere tutti i virus e i batteri. Pensate che nel latte sono state trovate addirittura particelle radioattive!

Un rapporto della FDA ha stabilito che nel 100% dei prodotti caseari è possibile trovare tracce di pesticidi. Ma il nostro governo non ci protegge? Maledizione, NO! Cosa è stato fatto per risolvere il problema? Sono stata alzati gli standard cosicché le elevate concentrazioni di pesticidi tossici presenti nel tanto amato latte, rispettano gli standard stabiliti. Furbo no?!?
*citazione del libro “La Dieta Skinny Bitch – ( recensione del libro)

Link al libro:
La Dieta Skinny Bitch – Una guida dura ma sincera per smettere di mangiare schifezze ed essere magre, sane e assolutamente favolos

59 commenti su “La verità sul Latte: perché fa male?”

      • La questione non sta nel berlo o non berlo. E’ necessario che il Ministero della Salute tramite i produttori di latte offrano le giuste informazione quando invita le persone a consumare più latte. Concordo, in qualità di nutrizionista, con quanto riportato nell’articolo. E’ giusto muoversi come con il consumo di sigarette: lo Stato non ti dice di non fumare ma ti informa che il fumo danneggia la salute. Ciao

        • La questione non sta nel berlo o non berlo. E’ necessario che il Ministero della Salute tramite i produttori di latte offra le giuste informazioni quando invita le persone a consumare più latte. Concordo, in qualità di nutrizionista, con quanto riportato nell’articolo. E’ giusto muoversi come con il consumo di sigarette: lo Stato non ti dice di non fumare ma ti informa che il fumo di sigarette danneggia la salute. Ciao

      • Angelo nessuno ti obbliga a leggere questi articoli,perciò se ti piace il latte bevilo e non commentare un argomento che tanto ti infastidisce,perché forse ci sono persone che vogliono sentire entrambe ke campane..ciao..

  1. Come fa il latte a contenere particelle radioattive? Le mucche forse hanno mammelle al plutonio? Non siamo l’unica specie a nutrirsi di latte, un qualunque animale svezzato produce lattasi, e può bere latte (di QUALUNQUE altra specie) o mangiare latticini senza problemi.
    Il problema dell’osteoporosi in africa è legato al numero alto di figli che ogni donna ha; il latte non sottrae calcio alle ossa, nè lo fornisce. Il latte apporta calcio al corpo umano che, tramite la vitamina D, lo assimila nelle ossa.
    La cosa delle mammelle infette è assolutamente falsa; i controlli sul bestiame sono presenti, e anche se fosse, con il processo di pastorizzazione, eventuali batteri morirebbero: la pastorizzazione è un processo di bollitura del latte, che bollendo appunto, uccide tutti i batteri presenti. Non “uccide” invece il calcio, che in quanto MINERALE cioè sostanza inorganica non ha nè vita nè morte.
    I pesticidi sono presenti se (e solo se) gli allevatori nutrono il bestiame con erba, fieno o farine trattate con pesticidi. Basta scegliere allevamenti sani e il problema non persiste.
    Di nuovo ripeto che, a meno che non si vada a prendere latte proveniente da Chernobyl, di radioattivtà non ce n’è, fatto salvo che nel frattempo, qualche unità sconosciuta non abbia creato centrali nucleari all’interno delle vacche.

    Informatevi e non dite idiozie, che la gente le legge.

      • Teresa saputella, sappi che il latte non bolle a 100°, e che comunque la pastorizzazione serve ad abbattere i batteri che si cominciano a formare subito dopo la mungitura, quando il latte entra in contatto con l’aria. Dopo circa mezz’ora il loro livello supera quello consentito, quindi si rende necessaria la pastorizzazione. Se bevi il latte subito appena munto non ha nessun batterio, ammesso che l’animale stia bene in salute, ovviamente. Io ho avuto la grande fortuna di poter assaggiare del latte di capra ancora caldo di mungitura e ti posso assicurare che non sono morto mai neanche un po’. Piuttosto, hai mai sentito parlare di formaggi da latte crudo?
        Studia Teresa, studia.

    • Grazie Sonia, purtroppo non avevo visto il commento altrimenti avrei risposto prima!
      Carlo per piacere, fai qualche ricerca… Se è per questo nel latte sono state ritrovate anche particelle di potenti stupefacenti e allucinogeni, a riportarlo è stato il New York Times. Tratterò la cosa in punti.

      -Latte Radioattivo.
      Per la radiattività, ho notato che molti documenti sono stati rimossi ma comunque ce ne sono diversi, e non limitarti a vedere quelli con “Rischio di contaminazione da Catastrofe Nucleare”… copia e incolla il link e si aprirà una pagina con i fascicoli ufficiali dell’FDA:
      http://google2.fda.gov/search?q=Milk+radioactivity&spell=1&client=FDAgov&lr=&proxystylesheet=FDAgov&output=xml_no_dtd&ie=UTF-8&site=FDAgov&access=p
      Anche se c’è scritto google, nota ho usato google per cercare nel sito FDA.GOV quindi li non potrai dire che sono falsità! :))
      ——
      -Sì siamo l’unica specie a nutrirci di latte
      Come hai detto, dopo lo svezzamento alcuni organismi continuano a produrre lattasi, altri no. Questo spiega le intolleranze e siamo d’accordo. L’essere umano è l’unica specie che beve latte nella sua vita ADULTA.
      ——
      -Mammelle Infette
      I controlli sul bestiame sono presenti e come si spiegano i casi di Mozzarella Blu? Teoricamente quello che dici è giustissimo, con la pastorizzazione, eventuali batteri morirebbero, con i batteri si disattiva anche pus etc… ma se un batterio non è più infetto, non sparisce… con il latte ingeriamo quel batterio disattivo, ma comunque lo ingeriamo.
      —–
      -Latte & Osteoporosi
      Il latte apporta calcio al corpo umano ma la sua digestione fa più danni di quanto il calcio ingerito possa compensare. Lo dimostrano studi epidemiologici condotti anche in Italia. Quindi ti faccio lo stesso invito:
      Informatevi e non dite idiozie, che la gente le legge.

      Il latte, come tutti i prodotti industriali, non può essere salubre perché subentra il Dio Denaro che vanifica tutti i controlli e alla fine il consumatore brancola nel buio perché non sa come muoversi. Addirittura non sa se fidarsi dell’etichetta!
      Carlo ho apprezzato molto lo spirito critico e anche il tuo umorismo con l’ipotesi delle centrali nucleari all’interno delle vacche, ma purtroppo quello alimentare è un settore che può essere definito in tutti i modi, eccetto che salubre!

      L’unico consiglio che mi sento di dare è quello di prediligere i piccoli produttori: piccoli allevatori locali e contadini. Sono loro che davvero possono parlare di genuinità perché con pochi capi di bestiame si può gestire tutto meglio.

      • 1) l’uomo lo beve solo perchè gli piace, dato che se tu provi a dare latte a un gatto adulto o a un cane adulto o a un vitello già svezzato lo beve lo stesso, l’unica cosa che cambia è che per gli animali decidiamo noi e non glielo diamo. solo per questo siamo gli unici che lo bevono anche dopo lo svezzamento.
        2) la mozzarella blu è stato uno scandalo dovuto alla diossina che se studi è una tossina ambientale e degli ambienti di lavoro, non è certo una cosa che dall’intestino della vacca possa passare alla mammella e di lì nel latte. con la pastorizzazione che è trattamento termico di una sostanza o di un materiale a 72°C per un breve periodo di tempo, vengono uccisi i batteri che quindi non sono più nè infettivi nè tantomeno nocivi, dato che sono morti. per quanto riguarda l’assurdità delle mastiti purulente per favore documentati davvero perchè in italia vengono controllate anche solo mastiti al primo livello di infiammazione ricercando nel latte la presenza di un n° elevato di cellule somatiche. di certo comunque non rimuove il Ca dal latte.
        3) questi fantomatici studi di cui parli sono solo delle relazioni statistiche che gente che non capisce niente di biologia come te prende per buoni senza sapere che l’osteoporosi è una malattia della senescenza (terza età) che in Africa non viene raggiunta dato che la vita media è intorno ai sessant’anni mentre in usa arriva agli ottanta/novant’anni.
        4) il reclutamento del calcio dalle ossa avviene in momenti particolari della fisiologia di un mammifero, ed avviene solo in relazione alla secrezione di certi ormoni (paratormone secreto dalle paratiroidi) oppure dalla prolattina quando è necessario iniziare un processo di lattazione ossia dopo il parto. non ha nessuna valenza scientifica dire che il latte toglie Ca all’organismo. non ha biologicamente senso.
        5) un vitello normalmente è svezzato a un mese di età (a meno che non sia destinato alla produzione di carne bianca) e da quel momento inizia a mangiare foraggio e cereali (e sono questi che in due anni lo portano ai pesi da te descritti.
        inoltre il latte non riempie i tre prestomaci ma solo l’abomaso che è lo stomaco simile al nostro grazie al fatto che una struttura del rumine (doccia esofagea) in seguito all’attivazione di recettori faringei per la t° del latte, per i sali in esso contenuti, e per il riflesso della suzione, si chiude collegando esofago e abomaso bypassando i tre prestomaci. se avvenisse come racconti tu i vitelli non ci arriverebbero a due mesi ma morirebbero nel giro di tre giorni.
        6) a tutti coloro che scrivono di certe cose: abbiate pietà della gente che non sa, perchè è facilmente influenzabile da stronzate del genere.

        • decidiamo noi di nn darlo agli altri animali???????????? ma il ciclo naturale nn ti dice niente????? se il gatto adulto, il cane e il vitello, come dici tu, avessero avuto bisogno di latte nella loro vita dopo lo svezzamento, la natura, stai tranquillo, avrebbe fatto in modo che la madre, continuasse a produrre latte, o che in qualsiasi altro modo (e la natura lo avrebbe trovato) l’animale continuasse a berlo. l’hai detto,noi lo continuiamo a bere perchè ci piace e perchè noi,esseri umani, che siamo contro-natura, VOGLIAMO berlo.

          • decidiamo noi di nn darlo agli altri animali???????????? ma il ciclo naturale nn ti dice niente????? se il gatto adulto, il cane e il vitello, come dici tu, avessero avuto bisogno di latte nella loro vita dopo lo svezzamento, la natura, stai tranquillo, avrebbe fatto in modo che la madre, continuasse a produrre latte, o che in qualsiasi altro modo (e la natura lo avrebbe trovato) l’animale continuasse a berlo. l’hai detto,noi lo continuiamo a bere perchè ci piace e perchè noi,esseri umani, che siamo contro-natura, VOGLIAMO berlo.

    • Forse le mucche vengono trattate con varie sostanze per farle essere forti e far si che producano più latte..nelle donne che fumano per esempio il fumo si concentra nel latte che danno ai propri neonati..negli animalì invece tutte le porcherie e le medicine che sono costrette ad assumere dove vanno??io ho una mezza idea..

    • Come si svuol dire, chi tace non sempre acconsente, ma non ha voglia di discutere con ignoranti… Informati un pò sull’alimentazione naturale umana dato che da quello che scrivi pare proprio che non tu non abbia mai sentito parlare di questa.

    • Ciao Elisa, è informazione libera, ognuno ci ricava ciò che vuole…
      -chi approfondisce cercando le fonti citate come lo studio pubblicato dal National Institutes of Health.
      -chi ignora e continua a bere latte
      -chi disprezza
      -chi si indigna
      -chi apprezza perché già sapeva molte delle cose scritte.

      Non c’è nessun produttore di latte di riso dietro ma complimenti per lo spirito critico!

      Buone cose a tutti.

      • Ho 61 anni e da sempre bevo 250 ml di latte ogni mattina :e la stessa cosa ha fatto mia madre di 82 anni, Non abbiamo avuto finora osteoporoei ne altri fastidi dovuti al latte. Mia madre ha fatto la moc ed i medici sono rimasti sbalorditi dei valori riscontrati simili a quelli di un giovane di 20 anni.

        • Angelo, mio nonno ha fumato un pacchetto di sigarette al giorno per quasi 86 anni, poi è morto ma non di tumore e niente che riconduca al tabacco: da questo deduci che la sigaretta non fa male?

  2. Io condivido in toto quanto ha scritto Carlo e nn mi stupirei ke Elisa avesse ragione…..Anna invece sta sclerando……forse è la conseguenza di bere schifezze come il latte di soia!!!

  3. sono cresciuta in un paesino ,mio nonno aveva le mucche ed io bevevo il latte appena munto (previa bollitura ) lo bevevo al mattino ,al pomeriggio ,prima di andare a dormire mi piace molto il latte !! mio nonno lo ha bevuto per 92 anni fino ai 70 anni quello delle sue mucche poi quello che offriva il mercato .La verità è che all’epoca non si doveva fare differenza fra biologico e non perchè tutto era secondo natura ,i veleni prodotti dall’uomo non lo avevano ancora contaminato .Il vero problema è l’alimentazione contaminata (pesticidi ,concimi chimici ,antigrittogamici ,antibiotici ,radioattività,il suolo e l’aria sono piene di veleni prodotti dall’homo sapiens questo grande “uomo” del terzo millennio che nel giro di 30 anni è stato in grado di distruggere un pianeta .Voi pensate che nel latte di soia e di riso i veleni non ci siano ??pensate ai danni che apporta il frumento ,l’aumento costante dei casi di celiachia , un frumento avvelenato !!! non demonizziamo gli alimenti con cui i nostri avi si sono alimentati per millenni ma piuttosto chiediamoci se questo benessere che pensiamo di aver raggiunto è realmente un vero benessere o un boumerang che ci porterà all’autodistruzione !!…sono uscita fuori tema ? sembro troppo catastrofica ? no credo proprio di no !!!

  4. Grazie per l’articolo, condivido pienamente al 100%. Ridicole le insinuazioni di alcuni utenti. Ormai tutte le ricerche scientifiche recenti confermano ciò che c’è scritto in questo articolo e chi vuole continuare a non vedere e non sentire, prima o poi si sveglierà (però su un letto in ospedale). Io ho bevuto il latte dalla nascita fino ai 36-37 anni, sempre in quantità industriale, da adolescente bevevo 2-3 litri di latte al giorno.. A quell’età il mio organismo era ancora in grado di contrastare gli acidi grassi saturi presenti nel latte. Però ho sempre avuto problemi coi reni (pielonefrite, coliche renali), ma non avevo mai collegato questi disturbi al consumo di latte. In gravidanza ho sempre consumato tanto latte e tanti formaggi, ma entrambi i mie figli hanno avuto problemi coi denti a partire dai 2-3 anni e li hanno adesso che sono grandi (carie carie e ancora carie, ogni 6 mesi nuove carie, sto spendendo un patrimonio in dentista). Io con l’età ho accumulato vari acciacchi come artrosi alla schiena, diverse ernie al disco e protrusioni dovute agli incidenti stradali, artrosi alle ginocchia, dolore cervicale, tendiniti ai polsi dovuti al lavoro.. Vivevo con gli antidolorifici: 3-4 pastiglie al giorno (co-efferalgan, aulin, orudis). Ed ho vissuto in questo modo per almeno 5 anni. Alcuni anni fa ho iniziato il mio percorso verso un’alimentazione vegetariana con intenzione di passare a quella vegana. Man mano che tiravo via le proteine animali, stavo sempre meglio, nel giro di poco tempo ho ridotto gli antidolorifici a 1 pastiglia al giorno, per poi arrivare a prenderle solo al bisogno, solo nei giorni in cui il dolore era più forte del solito. Niente carne, niente pesce, niente uova, ma mangiavo ancora i formaggi e yogurt e bevevo il latte in piccole quantità. Nel 2011 finalmente la svolta, l’ultimo passo, riesco a tirar via i latticini (con molta fatica, a dire il vero, visto che ne ero quasi dipendente). E come mi ritrovo nel giro di un solo mese dopo aver smesso? Una persona nuova. Non riuscivo a crederci: mi sono scomparsi tutti i dolori, la schiena sembra guarita (eppure so che le mie ernie, ne ho ben 4, sono ancora al loro posto, mica possono essere scomparse!), le ginocchia non mi fanno più male, riesco a fare le scale di corsa (cosa che mai era successa prima, almeno non negli ultimi 10 anni), i miei polsi non mi disturbano più nemmeno dopo lunghe ore di lavoro, il dolore cervicale si presenta di rado e mai forte come prima, in ogni caso non richiede antidolorifici. Ora sono 10 mesi che non prendo più nessun antidolorifico, per nessun motivo. perché i motivi non ci sono più. Mi sento una persona sana, mi è passata persino l’anemia (che ho sempre avuto sia da carnivora sia da vegetariana). Prima ero sempre stanca, assonata, ora ho l’energia a palate, dormo pochissimo e non mi stanco mai. Se solo avessi potuto immaginare un cambiamento del genere! Lo avrei fatto prima. Chi vuole mangiare i corpi degli esseri viventi e bere il loro (non il nostro)latte, continui pure, sono convinta che prima o poi la vita gli presenterà il conto. A dimostrazione anche di scarso senso etico e morale, visto che queste povere anime non ci hanno chiesto di imprigionarli a vita in 1 metro quadro, costringerli a produrre il latte 20 volte più di quello che produrrebbero naturalmente, togliergli i loro figli per mandarli al macello e togliere la loro stessa vita quando la produttività cala fisiologicamente per via dell’età). Non c’è peggior handicap di quello di aver un cuore menomato di sensibilità nei confronti dei più deboli. Quindi è giusto così, chi fa del male, prima o poi lo riceverà.

    • Luda, non scaricare sugli altri la colpa delle tue disgrazie, ognuno ha la sua croce, non puoi prendertela col mondo intero se hai avuto problemi di salute. Potresti giurare che che le cause sono quelle che tu dici? Oppure spari a raffica il tuo veleno contro la civiltà che rinneghi solo per fare la tua battaglia di Davide contro Golia solo per sentirti più forte contro mali invisibili che ti sono caduti addosso?
      Mi dispiace per te e per quello che hai patito, ma sinceramente non credo che sia la sorte riservata a tutti noi. Quello era il tuo karma, non lanciare anatemi che ti ricadono addosso con gli interessi. Sorridi al mondo che il mondo ti sorriderà.

    • bevevi 2-3 litri di latte al giorno ? sul serio ” primo mi meraviglio che nn ti sia sfondato la vescica visto che fa male bere quella quantità anche solo di acqua, ma poi cn tutte le sostanze nutritive che contiene il latte ti è mai venuto in mente di averne bevuto troppo e quindi di aver avuto gli effetti contrari ?? come del resto avviene per qualunque cosa nella vita in cui si esageri

  5. tiè…tiè…Luda!!! dom invece ha proprio ragione!!!…ma quegli omini verdi ke dicono essere extraterrestri non è ke sono i vegani all’ultimo stadio???

  6. Floris , sai cosa mi addolora se proprio un motivo c’è per cui io debba smettere di bere latte ,mangiare uova e carne …….la crudeltà di come vengono allevate queste povere bestie …..ho la fortuna di vivere in zona agricola e nel mio piccolo faccio quello che posso .

  7. Sono allibita dalla stupidità di alcuni commenti…probabilmente quando è stata distribuita l’intelligenza erano in bagno. Gran bell’articolo comunque. Grazie!

  8. E’ normale ci siano commenti stupidi fatti da gente idiota che mangia carne e beve latte vaccino… Altrimenti se così non facessero sarebbero intelligenti invece rimangono ridicoli nella loro stupida grettezza.. E so anche che non capiranno il 50% dei vocaboli che ho usato… Cercate un vocabolario o fatevelo spiegare da qualcuno più evoluto di voi… Un vegetariano per esempio!

    • Sia rispettosa dell’intelligenza, della cultura e dell’erudizione di chi è onnivoro e quindi diverso da Lei. Visto che queste conquiste non passano necessariamente attraverso l’alimentazione. Capisco il cento per cento dei suoi vocaboli, e se vuole gliene posso suggerire di altri, a lei forse sconosciuti.
      Non fatene una questione settaria, di superiorità morale o intellettuale. Rendete un pessimo servizio alla vostra stessa causa.
      Con serena simpatia. 😉
      Un onnivoro cinquantenne sanissimo.

  9. Vitelli di 900 kili e due anni oltretutto nutriti da latte vaccino?
    Alimento ingrassante?
    Mucche da latte che non necessitano di mungitura?
    Assuefazione ai prodotti del latte?
    Aziende costrette a pastorizzare il latte?
    Miei cari millantatori, voi la campagna l’avete vista giusto nelle videocassette deteriorate dei vostri nonni…

  10. Quando scrivete questi articoli potreste gentilmente linkare le fonti invece di riportare nomi generici di studi o università che hanno svolto ricerche nel settore? penso che la credibilità delle vostre parole ne avrebbe giovamento. Ho osservato qualcuno dei documenti Fda riportati da Anna De Simone. Specifico non tutti, sono tantissimi. Quelli che ho aperto erano sempre rapporti su medicinali per bovini, e i dati sulla radioattività erano misurati in seguito all’introduzione del medicinale. Non solo, erano sempre in discesa e praticamente si annullavano col passare del tempo. A MIO PARERE, specifico, visti così non rappresentano nulla. Non giudico a priori il vostro lavoro, ma non raccontate cose senza che la documentazione che riportate sia quella adatta. Buon lavoro!

  11. Se nn fosse che oltre che della salute pubblica si stesse anche parlando del tremendo destino che l’uomo impone alle altre creature, verrebbe da consigliare a certa gente di continuare a consumare proteine animali (latte e non) anzi, se possibile di aumentarne decisamente il consumo.
    Le conseguenze saranno la sola rivincita che i nostri poveri fratelli non umani avranno.

  12. Buongiorno,
    perdonate; ma a me il latte piace, come anche i suoi derivati, ogni giorno assumo latticini in un modo o in un altro.
    Voglio sperare che il latte non contenga davvero tutte le cose orrende che dite.. tipo pus o altro.. 😐
    un’altra cosa, per la redattrice dell’articolo: <>.
    Ripeto, non sto mettendo in discussione quanto da lei riportato; ma solo una mia impressione che forse non dovrebbe trasparire in un articolo informativo per il pubblico.
    un saluto,
    Simonetta

  13. Leggendo un po sbadatamente differenti commenti in netto contrasto tra loro , e taluni sono scritti scientificamente molto bene mi ritrovo a:
    NON condividere un certo terrorismo alimentare nei confronti di un alimento ” il latte” assai importante per il nostro PIL
    NON condividere l’atteggiamento di derisione senza costrutto , perchè qualcuno la pensa diversamente.
    E’ probabile che forse sul latte debbano essere fatti magari più studi per capire meglio certi fenomeni di intollereranza
    Il latte radioattivo non mi risulta che si formi naturalmente ma soltanto in seguito ad alimentazione già di per se inquinata da radiazioni, generalmente raggi alfa a corto raggio.
    Pertanto ciascuno di noi è libero di bere 2 litri di latte al giorno (compatibilmente col proprio stomaco) o di non berne affatto. Nessuno però si deve permettere di distruggere la libertà e la democrazia nel nostro paese.

  14. il latte fa bene quello bio,ogico e buono come le uova il latte fa bene bevete piu latte mia figlia beveva il latte e i suoi denti erano perfetti dopo a smesso e i denti sono diventati storti gli avevano detto di non berlo piu scegliendo lacqua ..cretinate dopo ce latte e latte dipende dal mangime come le galline arrivederciii

  15. condivido appieno…..per tutti gli utenti che hanno commentato con certe frasi da “ignoranti2 (nel senso che ignorano)..un consiglio….nessuno vi ha obbligato a leggere la pagina in questione…..il risultato è semplicemente uno soltanto……NON SIETE PRONTI ALLA CONSAPEVOLEZZA……COMPLIMENTI..CE L’HANNO DAVVERO FATTA A FARVI DIVENTARE CAPRONI…CONTINUATE A SEGUIRE LA STESSA SCIA…..FRA QUALCHE ANNO TUTTI QUESTI COMMENTI NEGATIVI LI RITROVERETE NELLA VOSTRA MENTE QUANDO CAPIRETE….A tutto ciò…..vi prego…continuate a bere pure il vs latte che tanto vi piace…..a noi in tasca non ci arriva nulla….se non fisicamente..che stiamo TUTTI MOLTO MOLTO BNE E…GUARDA CASO…….: NOI-NON- CI- AMMALIAMO-MAI…….fatevi delle domande e…….DATEVI DELLE RISPOSTE!!! SALUTI A TUTTI E…GRAZIE!!!! trilly.

    • Purtroppo vi ammalate pure voi, ne conosco di vegetariani che si sono spaccati il fegato per mancanza di vitamina B12, e che nonostante ciò per cocciutaggine ancora insistono nelle loro fisime, senza nessun fondamento scientifico e senza che riescano mai, su richiesta, a mostrare delle VERE PROVE su quello che dicono. Anche io amo gli animali ma, sarà perchè mi riguarda, amo di più il genere umano. Occupatevi dei bambini che in tutto il mondo muoiono di fame, e raccontate a loro che questo o quell’altro alimento fa male… Le vostre sono solo questioni da intellettuali annoiati.

    • Io beveva latte da piccola,adesso non mi piace più eppure ho dei denti dritti e perfetti..non penso sia colpa del latte,ma piuttosto colpa del dentista sbagliato che forse non ha notato l imminente problema..apra gli occhi con tutto rispetto ma mi sembra assurdo ciò che dice..salve..

    • Giustamente nel allevamento le farebbero vedere tutto,ma proprio tutto vero?alice nel paese delle meraviglie è solo una favoletta le verità sono ben altre..salve Federico..

  16. Ma l’avete mai bevuto il latte di soia o di riso? Sono dei pessimi surrogati e fanno veramente schifo. Come bere la birra analcolica…
    Poi attenti che se non morite di osteoporosi rischiate di morire di noia.

    • Prova il latte di mandorla, o di cocco. E’ facilissimo da fare in casa. Apri un po’ la mente e vedrai che le papille gustative si adatteranno! Ciao!

  17. Si potrebbero avere dei link su queste fantomatiche ricerche sui danni del latte? – Ovviamente con documentazioni scientifiche e pubblicazioni, ma soprattutto DATI dettagliati sulle ricerche, chi le ha eseguite, dove, risultati numerici, presentazione a congressi, ecc….

  18. sono un agricoltore produco latte vi garantisci che è ottimo … il problema sta , il nostro latte quando viene lavorato e confezionato non è più latte è velenooooo tutto il latte che viene da fuori a 10 centesimi litro cioè merda poi lo ritrovate confezionato pure dok italiani do vivete

  19. Maaaaaaaaaaaa stiamo sereni gente ♡♥!!
    Sono gusti !! A me piace molto il latte di grano saraceno e di avena 🙂 !! Nella vita bisogna provare tutto !! Non dite che fa schifo il latte di riso non è vero,semplicemente è diverso. Sarebbe come paragonare il sugo al pesto!! Prendete tutto sul personale ma il punto sta che bisogna variare la nostra alimentazione il piu possibile :] .
    ** buona serata gente ** Che io vado a mangiai un bel piatto di miglio 😀 yeeeaaaaa

  20. chi ha scritto questo articolo non ha grandi conoscenze.. e molte concetti vengono messi insieme tanto per dire, come il fatto del latte materno che ha sostanze diverse rispetto a quello che beviamo in età adulta. E inoltre, l’incompetenza si nota anche nell’uso del termine mucca, che non esiste, in quanto si dice VACCA. Perciò, solo quando lo confermerà la scienza e soggetti competenti ci potrò credere.

  21. quanto vorrei vedere l’alimentazione sana di chi ha scritto questo articolo….
    pensateci prima di scrivere sti articoli da scienziati pazzi!!!

  22. Rossella,io invece chedo che tutto stia nella disponiblità a mettere in discussione cose che ci hanno inculcato fin da piccoli e di conseguenza a cambiare le proprie abitudini, Se tu non sei disposta a fare ciò,potrebbe dirtelo anche una schiera di scienziati diversi e tu non lo accetteresti lo stesso,o sbaglio?

    In ogni caso,,io vi posto alcuni video poi siete liberi di credere a quello che viene detto o meno.

    Cominciamo con qualcosa di soft : http://www.youtube.com/watch?v=z9MEdDgxmBk

    non so cosa intendi tu per “soggetti competenti” Rossella,ma considerando che l’uomo nel video è primario nell’istituto nazionale dei tumori di Milano,forse un po’ di considerazione la merita.

    Poi : http://www.youtube.com/watch?v=W0KRA-qJ6Fs qua parla del latte fino alla parte 3 o 4,ma consiglio di vedere anche le ultime 2 perché parla di altri argomenti interessanti.

    e infine : http://www.youtube.com/watch?v=d7jMNzioj7w

  23. Il latte é veleno pus radioattivo batteri?. Mio nonno è campato 90 anni andando avanti a latte colazione e cena, é forse un alieno mutante???

Lascia un commento