Liberato dopo una vita passata in catene: ora sa camminare solo in cerchio (VIDEO)

vita intera passata in catene
Liberato dopo una vita intera passata in catene: Alecos è un cane di 6 anni ritrovato in pessime condizioni nella cittadina di Ierapetra, a Creta. Il cagnolone ha viveva incatenato a un albero, in un casolare sperduto tra le montagne.

Fortunatamente un volontario di nome Takis Proestakis lo ha notato e ha immediatamente chiamato la Polizia locale affinchè liberasse il povero animale dalle catene.

L’uomo, un ex imprenditore del posto che ha deciso di dedicarsi a tempo pieno agli animali, lo ha quindi portato nel suo rifugio, il Takis Shelter.  Alecos era così abituato alle catene che, anche dopo essere stato liberato, continuava a camminare in cerchio.

Solo dopo diversi mesi e tanto lavoro il cagnolone ha imparato a camminare su una linea retta. Pian piano si è ripreso anche da alcuni piccoli problemi di salute e psicologici causati da una vita intera trascorsa legato a un albero.

Takis lo ha descritto come “molto socievole, sia con le persone che con gli altri animali. Ha una personalità adorabile. Impari a conoscere il carattere di un cane quando mangia in compagnia degli altri animali. E’ molto docile e per niente aggressivo”. Un dettaglio non da poco considerando che la frustrazione di vivere perennemente in catene poteva segnarlo in un altro modo.

Una nuova famiglia per Alecos

Alecos dopo essersi abituato alla sua nuova realtà ha iniziato a comportarsi gentilmente con gli altri, scodinzolando di felicità ogni qual volta che mangiava insieme a loro.

La storia di Alecos ha commosso una coppia tedesca, Hannah e Llewellyn, che nel corso della loro vacanza sull’isola greca hanno deciso di andare in bicicletta fino al rifugio per adottarlo. Alecos, prima di raggiungere la sua nuova casa in Germania, ha viaggiato con la sua nuova famiglia attraverso l’Italia, l’Austria e la Repubblica Ceca, prima di raggiungere la Germania.

Una vacanza durata in tutto quasi due mesi, durante i quali ad Alecos non è mai mancato niente. Non era facile passare da una vita passata legato a una catena a tutti questi nuovi paesaggi e a queste nuove esperienze. Ma il cagnolone era così felice di stare con i suoi nuovi amici umani che non ha mai mostrato segni di stress o di disagio.

Ora Alecos si trova nella sua nuova casa, felice di aver trovato così tanti esseri umani che lo hanno aiutato dopo la prima terribile esperienza con il primo proprietario.

Una menzione d’onore va sicuramente a Takis, senza il quale – probabilmente – Alecos non avrebbe mai riacquisito la sua libertà.

L’uomo ha raccontato a un giornale locale di aver cambiato completamente vita alcuni anni fa, dopo una passeggiata vicino a una discarica fuori dalla città di Ierapetra.

“Vidi un cane con le gambe rotte e l’osso era fuori dalla gamba… ero inorridito. Tornavo ogni giorno per aiutarlo a riprendersi”.

Quello fu il primo cane a ricevere l’aiuto di Takis. Dopo ne arrivarono altri, decine e decine, molti dei quali avevano un disperato bisogno di aiuto.

“Ero davvero commosso dalla loro situazione. L’amore incondizionato che hanno mostrato nei miei confronti è indescrivibile. Questo ha cambiato ogni mia prospettiva. Ho lasciato il mio vecchio lavoro per dedicarmi completamente ai cani in difficoltà”

Con i suoi risparmi Takis acquistò un terreno vicino al paese, dando vita a un rifugio per animali all’interno del quale continua a occuparsi di decine di cani e di gatti fino a quando non trovano una casa accogliente.

Lascia un commento