Missione Sicurezza, per promuovere la sicurezza sul lavoro nel settore eolico

MissioneSicurezza si svolge il 20 ottobre presso la sede di Formedil Bari, Trav. 364 di via Napoli, Bari.

  • La manifestazione, organizzata da Intrapresa Group e patrocinata, tra gli altri, da INAIL e ANEV, si svolge il prossimo 20 ottobre a Bari
  • GE riceverà un premio per le iniziative svolte in ambito EHS (Environmental, Health & Safety) in Italia

BARI – 18 ottobre 2011 – GE Energy parteciperà alla quarta edizione di MissioneSicurezza, il Salone della Sicurezza sul luogo di lavoro che si svolgerà a Bari il prossimo 20 ottobre, in collaborazione con SGS, organismo indipendente nei servizi di ispezione, analisi e certificazione, ed Energia & Servizi, azienda specializzata nella produzione di energia attraverso fonti rinnovabili.

“MissioneSicurezza: Salone della Sicurezza sul luogo di lavoro” ha l’obiettivo di diffondere la cultura della sicurezza sul luogo di lavoro, consentire l’aggiornamento professionale degli addetti ai lavori, promuovere la conoscenza dei progetti e delle attività delle aziende pubbliche e private che operano nel settore. Il Salone è organizzato con il patrocinio di INAIL, ANEV, ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro), Confindustria Puglia, AIAS (Associazione Professionale Italiana Ambiente Sicurezza) – sezione Puglia, ed altre associazioni imprenditoriali e istituzioni.

Grazie alla stretta collaborazione tra Intrapresa Group promotrice dell’evento, GE Energy , SGS ed Energia & Servizi, la quarta edizione del salone dedicherà ampio spazio ai temi della salvaguardia della salute e della prevenzione degli infortuni nel settore dell’energia eolica. Il convegno di apertura vedrà infatti una serie di interventi di portavoce delle aziende sulle problematiche, le best practice e la prevenzione del rischio connessi alla gestione dei parchi eolici.

“La questione sicurezza è centrale negli impianti per la produzione di energia rinnovabile, perché il cammino verso la sostenibilità deve comprendere necessariamente un salto di qualità nella gestione della sicurezza dei lavoratori e, per l’attenzione che stanno ricevendo, le centrali eoliche possono diventare un caso di best practice”, ha dichiarato Simone d’Aquino, Business Manager SGS Industrial services.

È la prima volta che il Gruppo Energia & Servizi partecipa ad un evento di tale risonanza nel settore della sicurezza. Il Presidente Michele Scuccimarri a tal proposito ha affermato:

“È fondamentale nell’ambito di tutte le attività tese allo sviluppo dei progetti nel settore della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili investire nel settore della sicurezza a beneficio di tutti i nostri dipendenti e di quanti coinvolti nei nostri progetti. Infatti la dinamica attività di crescita del nostro Gruppo negli ultimi anni, confermata dall’entrata in esercizio di tre impianti eolici per un totale di 36 MW installati nell’ultimo biennio ci ha, comunque, permesso di considerare sempre prioritaria la cultura della sicurezza, attestato ciò dall’assenza di sinistri in tutti i nostri impianti eolici”.

Durante l’evento, GE Energy riceverà il “Premio MissioneSicurezza 2011” per il progetto “Accrescere la cultura della salute & sicurezza nel settore eolico”. Da oltre tre anni, infatti, l’azienda sta promuovendo in Italia una serie di iniziative, come seminari informativi e simulazioni di soccorso nei parchi eolici, che vedono il coinvolgimento, tra gli altri, dei Vigili del Fuoco e di società di certificazione. “In GE crediamo nell’importanza della collaborazione tra tutti gli attori coinvolti nella tutela della sicurezza nei parchi eolici” ha commentato Francesco Meduri, Service Area Manager per GE in Italia, “Questo premio, oltre a essere un riconoscimento per l’impegno del nostro team italiano, è anche un forte stimolo a continuare in questa direzione, ampliando le collaborazioni e promuovendo queste tematiche su tutto il territorio nazionale.”

Uno dei temi portanti di questo progetto è il Near Miss, ovvero un mancato incidente nato da situazioni indesiderate e impreviste che hanno determinato, o avrebbero potuto determinare, rischio per le persone, le cose e/o l’ambiente. Il Near Miss è considerato uno degli aspetti fondamentali per lo sviluppo della cultura della sicurezza sul lavoro, poiché dall’analisi dei mancati incidenti è possibile evitare altri infortuni in futuro.
Con lo scopo di prevenire qualsiasi tipo di incidente, per il 2011 GE si è posta l’obiettivo di accumulare almeno 1 Near Miss per Numero di Field technician. La campagna di sensibilizzazione ha già portato ottimi risultati: alla metà di settembre 2011 il numero dei Near Miss è più che raddoppiato rispetto al 2010 e addirittura quasi quadruplicato rispetto al 2009.

Secondo i dati rilasciati dal Caithness Windfarm Information Forum 2011[1] il trend di incidenti che hanno coinvolto le turbine eoliche è in crescita, com’era prevedibile a seguito dello sviluppo mondiale dell’industria eolica, ed è destinato a mantenersi tale, a meno che non si facciano significativi passi avanti in materia di EHS.

In un mercato in forte espansione e relativamente giovane come quello italiano, che occupa ad oggi oltre 29.000 addetti e prevede di raggiungere i 67.000 entro il 2020, il tema della sicurezza è molto importante. L’impegno di GE in questo settore è orientato all’obiettivo ‘Zero Infortuni’, per raggiungere il quale all’interno dell’azienda viene effettuato un percorso di formazione continua di almeno 80 ore l’anno; sono previsti inoltre metriche settimanali, audit semestrali, simulazioni di emergenza sia in campo che su un simulatore e premi “Safety Award” per i dipendenti.

Categorie Eolico

Un commento su “Missione Sicurezza, per promuovere la sicurezza sul lavoro nel settore eolico”

Lascia un commento