Mobilità: il 64% degli italiani usa l’auto per gli spostamenti

mobilità

La ricerca Attori e modelli per una mobilità sostenibile, realizzata da Nomisma, dimostra che nel nostro Paese c’è una “dipendenza” dalle automobili. Infatti i dati mostrano che nel 2019 in Italia il 64% della popolazione ha utilizzato l’auto per i propri spostamenti. Il 30% della popolazione usa questo mezzo per spostarsi ogni singolo giorno.

Stando ai dati emersi dalla ricerca di Nomisma, il 73,9% degli italiani maggiorenni (36 milioni di cittadini) ha usato almeno una volta l’auto per spostarsi. Questo dato preoccupa, ma chiaramente a preoccupare di più è il fatto che oltre la metà della popolazione usa l’auto per tutti gli spostamenti.

Mobilità: in Italia c’è un modello sbagliato

mobilità 2

In Italia è quindi chiaro che ci sia un modello di mobilità scorretto che deve essere ripensato per ridurre l’inquinamento e aiutare la Terra. Dal momento che l’auto viene di solito utilizzata da una sola persona, chiaramente questo causa enormi problemi al nostro Pianeta.

Secondo una ricerca ANCI, gli spostamenti da casa a lavoro/luogo di studio portano a una circolazione di 1,9 milioni di auto. A bordo dei mezzi a quattro ruota ci sono un totale di 2,5 milioni di persone. Questo significa che se ogni auto trasportasse due persone, ci sarebbero ben 628 mila auto in meno. Questo sarebbe ovviamente un vantaggio per l’ambiente, ma anche economico per chi si sposta.

Dalle ricerche si evince che nel 2019 in Italia c’erano 663 automobili ogni 1.000 persone. Queste cifre fanno riflettere, infatti portano il nostro Paese al secondo posto della classifica europea per auto ogni abitanti. L’utilizzo così elevato dei mezzi a quattro ruote causa enormi problemi alla salute dell’ambiente e anche delle persone. I gas emessi dagli scarichi delle auto sono infatti molto dannosi

In realtà le molte auto in circolazione provocano anche un grande disagio a chi si deve spostare. Un esempio in questo senso è l’elevato livello di congestionamento che si vive nei grandi centri urbani italiani. Per esempio, nell’ora di punta a Roma si impiegano 54 minuti per percorrere un tratto che richiederebbe invece solo 30 minuti. Per cui ogni anno gli italiani che vivono nelle grandi città perdono a causa del traffico un periodo pari a 20 giornate lavorative. Le persone che vivono in altre città metropolitane perdono comunque sempre più di 10 giornate lavorative.

Come risolvere il problema di mobilità

bike sharing

I modi per risolvere i problemi causati dall’uso eccessivo di auto sono da ricercarsi non solo nel trasporto pubblico di linea. Oggi esistono infatti anche altri modi per lasciare l’auto a casa e spostarsi. Uno dei migliori modi è il car sharing oppure anche il bike sharing e scooter sharing. Questi però dovrebbero essere regolamentati localmente come invece attualmente non sta accadendo. Per ora chi desidera sfruttare queste opportunità deve per forza fare riferimento esclusivamente ad app.

Ovviamente poi esiste anche la mobilità elettrica che risulta essere un ottimo modo per aiutare il Pianeta.

Lascia un commento