Nuovo report IPCC sul cambiamento climatico

report IPCC

Il cambiamento climatico andrà a modificare in maniera molto seria la vita degli uomini sulla Terra.

Questo problema infatti causerà danni importanti nei prossimi decenni anche nel caso in cui da ora in poi le emissioni di gas serra dovessero diminuire. A riportare una situazione così grave è l’ultimo report IPCC di cui per il momento si conosce solamente la bozza. Tale rapporto del panel intergovernativo dell’ONU infatti dovrebbe uscire integralmente nel febbraio 2022.

Bozza del nuovo report IPCC

bozza

Nella bozza dell’ultimo report IPCC sono presenti molte informazioni utili per comprendere quanto la situazione della Terra sia seria. Il documento di 4.000 pagine riporta tutte le principali notizie aggiornate in merito al cambiamento climatico ed evidenzia come attualmente esistano scenari di pericolo. Proprio su queste notizie le varie nazioni dovranno basarsi nella scelta delle azioni da seguire per cercare di migliorare le cose. Si tratta quindi di una vera e propria bussola per gli Stati che dovranno agire di conseguenza.

Il contenuto di questo documento è molto preoccupante perché per la prima volta contiene un linguaggio davvero diretto che fa capire quanto sia seria la situazione. Il cambiamento climatico infatti determina cambiamenti importanti nella vita di tutti noi e anche se ci saranno dei miglioramenti, la strada pare segnata.

Cambiamento climatico: un problema attuale

problema

Il cambiamento climatico è un problema attuale e non del futuro. Il report infatti dimostra che le temperature sono cresciute già di 1,1°C rispetto ai livelli preindustriali. Questo valore provoca dei cambiamenti nella vita di tutti i giorni e, nel caso dovesse esserci un aumento superiore agli 1,5°C la situazione precipiterebbe. In questo caso infatti le conseguenze sarebbero catastrofiche e peggiorerebbero con il passare degli anni diventando irreversibili.

L’uomo si sta adoperando per migliorare le cose, ma per ora sta facendo ancora troppo poco. Le azioni attuali infatti non sono in grado di ridurre i rischi per il futuro. Con questo tipo di azioni infatti non si riuscirà ad affrontare gli scenari che vedono un aumento di 2°C entro il 2050. Questo è vero soprattutto per colpa delle disuguaglianze che cresceranno ancora a causa del cambiamento climatico. Saranno ancora di più coloro che soffriranno la fame e le ondate di calore saranno accompagnate da scarsità di acqua.

La crisi climatica rischia di causare un gran numero di problemi diversi già nel presente e non solo nel futuro. Si tratta quindi di un pericolo reale ed imminente, non solo di un pericolo plausibile. A destabilizzare la situazione è soprattutto lo scioglimento dei ghiacciai, il degrado della foresta amazzonica e lo scioglimento del permafrost della Siberia.

Impostazioni privacy