Pannelli Fotovoltaici: installazione, durata, costi e vantaggi


Installare Pannelli Solari è una scelta privata. Ogni proprietario di un’immobile può valutare l’installazione dei collettori solari e farsi quattro calcoli sul vantaggio economico che ne conseguirà.
Con l’espansione del mercato fotovoltaico i nuovi pannelli garantiscono autonomia di funzionamento e rendimenti sempre più elevati.

Nell’installazione dei Pannelli Fotovoltaici ci sono diversi elementi da valutare: esposizione, tipologia e dimensione dei pannelli solari, ma anche dalle stesse consuetudini di chi abita la casa e dall’economia familiare che si desidera raggiungere

Generalmente, per ogni 2 persone servono almeno 2 metri di pannelli solari. In questo modo si ottiene un’ impianto solare davvero ottimale. Un container di circa 300 lt, insieme a 3 pannelli solari termici ( 6 mt ) dà la possibilità di risparmiare l’80% della spesa.
Pannelli Fotovoltaici possono essere di 2 tipi:
Pannelli solari termici a circolazione naturale.
Pannelli solari termici a circolazione forzata.

Nei pannelli solari a circolazione naturale, il serbatoio è collocato al di sopra dei pannelli. In questo modo si favorisce la circolazione naturale dell’acqua, lasciando però da parte l’estetica. Nei pannelli solari a circolazione forzata il container viene collocato al di sotto dei pannelli, ottimizzando, in questo caso, l’estetica. I costi però aumentano.

In qualsiasi caso, però, sarete consigliati dall’esperienza e dalla professionalità degli installatori pannelli solari che troveranno la soluzione che più fa per voi.

Pannelli Fotovoltaici. Durata
Un impianto fotovoltaico dura Circa 25-30 anni. Il prezzo dei pannelli fotovoltaici tende costantemente a scendere facendo accedere alla domanda anche chi aveva scartato l’ipotesi in passato a causa dei costi troppo elevati. Il miglioramento normativo, introdotto con il “conto energia“, garantisce per venti anni il riacquisto dell’energia elettrica prodotta dai pannelli in cambio di tariffe incentivate. La durata media dei collettori termici, ossia per i pannelli dedicati alla produzione di acqua calda, è invece di 10-15 anni e più soggetta all’usura.

Pannelli Fotovoltaici. Costo

Il costo finale di un impianto fotovoltaico di medie dimensioni può oscillare da 8 mila euro in poi, in funzione delle esigenze di consumo energetico e dalle caratteristiche della propria abitazione. Nel caso dei tetti piani, robusti e ben esposti alla luce solare il costo è notevolmente inferiore rispetto ai tetti inclinati o poco esposti. Un impianto a collettori solari per servire acqua calda a una famiglia di 4 persone oscilla sui 2 mila euro.

Pannelli Fotovoltaici. Vantaggi
In primo luogo, i pannelli solari termici permettono di riscaldare l’acqua sanitaria per l’uso quotidiano senza utilizzare gas o elettricità. Sono pertanto un sostituto dello scaldabagno elettrico e della caldaia a gas per ottenere acqua calda per lavare piatti, fare la doccia, il bagno ecc.

In secondo luogo è indubbio un vantaggio economico nell’abbattimento della spesa in bolletta. In Italia godiamo di un’insolazione media di 1500 kWh/m2 ogni anno. Anche ipotizzando un rendimento medio dei pannelli solari termici, con 160.000 metri quadri di pannelli solari installati in una qualsiasi regione italiana le famiglie risparmierebbero in bolletta circa 8 milioni di metri cubi di metano per il riscaldamento dell’acqua sanitaria tramite la caldaia a gas o circa 80 Gwh di energia elettrica altrimenti utilizzata dagli scaldabagno elettrici.

Le principali domande o dubbi sono basate sulla presenza o meno del sole del genere “quando piove?” “quando è nuvoloso?” “di notte?”. In realtà la moderna tecnologia ha superato da tempo questi handicap di qualche anno fa. Non si spiegherebbe altrimenti perché molti paesi europei con un livello di insolazione inferiore all’Italia (es. Germania) abbiano già investito massicciamente nei pannelli solari termici molto più del nostro paese del sole.

I contributi dello Stato
L‘impianto fotovoltaico sgrava lo Stato dalla dipendenza energetica e riduce l’importazione del gas o di petrolio. L’uso dei collettori solari riduce anche le spese pubbliche sanitarie o ambientali per riparare i danni provocati l’inquinamento. E’ pertanto razionale che lo Stato incentivi l’acquisto dei pannelli solari con contributi di sostegno e defiscalizzazioni della spesa privata.

Lascia un commento