Parma lancia lo sharing per il commercio urbano con mobilità al 100% elettrica

mobilità elettrica

Il Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti ha presentato il nuovo progetto di sharing per il commercio urbano. Un’iniziativa che rientra nel programma generale della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2021. Grazie a questo progetto, il Comune vuole assicurare agli esercenti un servizio di consegna con mobilità al 100% elettrica.

“Siamo il primo Comune italiano ad attuare un progetto, un servizio che all’interno dei processi di transizione ecologica, guarda alle consegne commerciali in ambito urbano, ad una gestione condivisa e green delle consegne”. Ha dichiarato il Sindaco di Parma.

L’iniziativa è promossa in collaborazione tra Fiat Professional e Comune di Parma nell’ambito del trasporto urbano delle merci a zero emissioni e della Divisione e-Mobility di Stellantis.

“Questi primi sei mesi di sperimentazione gratuita ci serviranno per capire i profili, i bisogni, le modalità operative dei commercianti che potranno beneficiare del servizio”. Ha assicurato Claudio Franchini Direttore Ascom Parm.

In progetto in linea con quanto portato avanti dalla amministrazione comunale che in questi anni, come ha ricordato l’Assessore Tiziana Benassi, “si è impegnata sul piano delle infrastrutture con più di 120 punti di ricarica sul territorio”.

Grazie a questa progettazione delle aree urbane e dei punti di ricarica, sono stati individuati dei parcheggi di scambiatore nei pressi del DUC di poter essere utilizzato in tutto il territorio urbano.

Green sharing per il commercio

La pandemia e i lockdown hanno comportato un drastico mutamento nel commercio. Si è verificata un’accelerazione delle vendite e degli acquistati online, mai registrata prima con un incremento del 48% di fatturato tra il 2019 e il 2021.

Questo ha comportato una maggiore domanda di consegna a domicilio anche per i piccoli esercenti.

Al contempo, la pandemia ha portato alla luce un altro tema cruciale. Quello della sostenibilità delle città. Lo smart working in epoca lockdown ha mostrato tutti i benefici che potrebbero emergere da nuove strategie riguardanti la mobilità e i servizi.

Strumenti per decongestionare i centri urbani e rendere le città più vivibili, riducendo l’inquinamento.

Elementi che l’amministrazione di Parma ha ben ponderato nell’avviare un primo esperimento di van sharing, in collaborazione con Fiat Professional.

Si stratta di offrire ai commercianti e alla logistica delle merci strumenti di consegna adatti all’ambito urbano, flessibili e privi di emissioni nocive. Per questo è stata considerata la E-Ducato, la prima versione 100% elettrica di uno dei veicoli più commerciali più venduti in Europa.

L’obiettivo sarà quello di coinvolge commercianti e piccole imprese, dando loro accesso alla mobilità elettrica e permettendo di apprezzare tutti i vantaggi di questa nuova tipologia di trasporto.

I commercianti potranno prenotare la fascia oraria per utilizzare il veicolo nel centro cittadino e riconsegnarlo presso il punto di ricarica per un successivo utilizzo.

Il progetto sarà monitorato sia in base ai benefici ambientali che alla diffusione di questa modalità di noleggio condivisa.

Lascia un commento